Parcella ufficio

messaggio inserito giovedì 30 luglio 2020 da Marclino

[post n° 435003]

Parcella ufficio

Buonasera, mi trovo per la prima volta ad affrontare una ristrutturazione di un Ufficio.
Si tratta di circa 180 mq per un importo dei lavori di 80.000, dovrei fare tutta la parte burocratica (CILA) più la parte di interior design, scelta arredi, illuminazione, compresi vari di render, contattare le imprese, computo metrico.
Quanto chiedereste di parcella? Pensavo ad un 8% dell'importo dei lavori
:
Ciao Marclino. Ci sono degli strumenti di calcolo che Professionearchitetto mette a disposizione. Si rifanno ai tariffari pubblici che non sono più obbligatori per i privati. Io li utilizzo comunque, perchè secondo me tutelano il nostro lavoro e tutelano il cliente. Mi è capitato di rivolgermi ad avvocati che per bazzecole mi hanno proposto parcelle indecenti e mi rendo conto che se fosse rimasto vigente l'obbligo tariffario, ci sarebbe stata una forbice ma non si sarebbe giunti a certi eccessi. Dall'altro lato della medaglia c'è gente che lavora invece a gratis, rovinando il mercato e rovinando anche le proprie vite e l'immagine che i clienti hanno della nostra professionalità. Ergo, ti invito ad usarli per farti un'idea e poi di contrattare con il cliente il prezzo, spiegandogli tutto il lavoro che c'è da fare, dal momento che quasi tutti hanno confusione sulla nostra professione, e spiegandogli anche che ti sei rifatto alla tariffa poiché ritieni che sia una tutela per tutte le parti (fagli capire che chi si svende, sicuro non è un gran professionista perchè sarebbe impensabile a causa del tempo necessario a svolgere il lavoro, fare delle tariffe troppo distanti dalla tua. Io faccio così e funziona (a parte qualche caso).
:
Ritengo che sia un compenso troppo basso per il livello e numero di prestazioni rese (attenzione che la pratica non è il progetto che va pagato a parte).
Oltre a sostenere il consiglio del collega, suggerisco anche di provare a rapportarsi alla vecchia tariffa che, seppur non più in vigore, trova ancora ampia corrispondenza (per ciò che attiene le prestazioni) specie nell'ambito privato con la tipologia dei servizi resi.
Online un utile tool in excel: www.po.archiworld.it/tariffe/document/notula.zip

Personalmente, lavorando più frequentemente con il privato, non mi trovo granché con il DM 17 Giugno 2016 ("Parametri Bis"), ma solo per una questione dovuta al fatto che le prestazioni/elaborati sono rivolti ad una committenza pubblica che ha diverse esigenze/scopi.
:
Grazie info molto utili
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.