Asseverazione superbonus accollate a collaboratore

messaggio inserito sabato 28 novembre 2020 da Robert88

Robert88 : [post n° 439953]

Asseverazione superbonus accollate a collaboratore

Buonasera,
Sono da poco iscritto all'ordine degli architetti e lavoro in uno studio di architettura: mi sto occupando dei progetti per il superbonus. Il mio capo mi ha chiesto di firmare le asseverazioni una volta conclusi i lavori, ho rifiutato, non avendo le idonee competenze e professionalità, e soprattutto perchè da quel che so non si dovrebbe asseverare la terzietà rispetto al progetto eseguito, e se ho ben capito sarebbe un falso, avendo io redatto gli elaborati di progetto. Mi confermate che è così?
Giovanni :
Ecobonus? Comunque se non hai molta esperienza stai attento alle asseverazioni... si passano i migliori guai
davide :
In pratica vuole fregarti: ti accolli una responsabilità enorme e probabilmente ti propone un compenso ridicolo. Tendono a fare così i vari "capi" con i loro collaboratori ... 12 anni di esperienza in questo senso. Non farti fregare, ne ora, ne in altre situazioni! hai fatto benissimo a rifiutare: dimostri altissima professionalità (cosa che non ha il tuo "capo"). La professionalità è oro, tienitela stretta, non scendere a compromessi, ne guadagnerai in futuro.
robert88 :
si, al 110%...
archspf :
La terzietà non è richiesta per relazione energetica, asseverazioni ed ape convenzionali (si invece per ape fine lavori -> catasto energetico). Detto questo fai bene a rifiutarti, per le altre circostanze già evidenziate dai colleghi. Ricordo inoltre della necessità di una polizza (integrata o separata) senza la quale non si può fare nulla...
desnip :
Quoto archspf: il capo te la paga eventualmente la polizza?
ponteggiroma :
qui il problema non è tanto di chi paga la polizza, bensì di: a chi va la parcella per l'asseverazione
desnip :
La mia era una domanda provocatoria... E' chiaro che solo un fesso accetterebbe una cosa simile, considerato che di solito non vogliono farlo nemmeno quelli che avrebbero la parcella in prima persona. Ma ammesso che ci fosse un fesso, suppongo che chi lavora per altri non abbia una propria assicurazione, questo non se lo sono chiesto i capi?
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.