sicurezza - DURC ancora privo di posizione INPS

messaggio inserito martedì 5 gennaio 2021 da fedora

fedora : [post n° 441130]

sicurezza - DURC ancora privo di posizione INPS

Buongiorno, mi si pone un dubbio circa una sicurezza cantiere: una delle imprese coinvolte è passata dalla struttura di "impresa individuale" a quella di "srl". Mi hanno inviato il nuovo DURC ancora privo di numero di iscrizione INPS e cassa edile, ma provvisto di posizione INAIL. Mi dicono che ci sono 30 giorni per completare gli adempimenti. Quello che non so e se io come coordinatore nel frattempo posso autorizzare l'ingresso dell'impresa in cantiere e aggiornare la notifica con la nuova ragione sociale. Ringrazio in anticipo chi vorrà/potrà aiutarmi.
Albo :
In linea teorica se hanno rilasciato il DURC sono a posto questo anche leggendo l'interpello n. 1/2016 (21/03/2016), potrebbero anche essere privi di codice INPS se fossero 2 soci al 50% di una snc ad esempio, comunque c'è un codice QR nel DURC che puoi usare per verificare l'autenticità, cosa che sebbene non rientra nei tuoi doveri farei.

In linea pratica la verifica del ITP secondo allegato XVII dichiarazione art. 14 (quindi CCIAA, DURC, Ecc) spetta al committente, quindi farei firmare un nuovo documenti di verifica ITP (initere) appena forniscono al Rls/committente il Certificato iscrizione CCIAA, Durc e Dichiarazione sul contratto collettivo di lavoro applicato ai lavoratori (se non soci).

Lato CSE mi preoccuperei molto di più della formazione, nomina RSSP, medico competente, POS ecc data la trasformazione da impresa individuale (immagino senza dipendenti), senza quelli bloccherei l'ingresso fino ad attuazione di quanto prescritto dal 81/08
fedora :
Albo, grazie davvero dei consigli preziosissimi, mi sono cercata l'interpello e mi sembra che chiarisca il mio dubbio.. In questo caso l'impresa prima era individuale ma con dipendenti e mi aveva fornito la documentazione richiesta insieme agli attestati, visite ecc..
Mi si pone un altro caso in cui l'impresa è individuale senza dipendenti e ora però intende assumere un dipendente/tirocinante: in tal caso, come scrivi alla fine, senza gli adempimenti richiesti dovrei vietare l'ingresso al cantiere (a questo proposito mi permetto di farti un'altra domanda, se mi puoi rispondere, se/quando puoi: il datore di lavoro può evitare di fare i corsi personalmente e delegare le responsabilità primo soccorso/ antincendio/ RSPP al dipendente?). Grazie in ogni modo.
Albo :
Certo può delegare Primo soccorso e antincendio al dipendente, RLS ovviamente ma nel caso ci sia più di un dipendente altrimenti non serve o in alternativa nomina di RLS territoriale competente, tutti i corsi vanno svolti in orario di lavoro.
Su RSPP è più complicato, potrebbe essere interno, che è obbligatorio per certe attività tipo industrie e sopra un tot di dipendenti, mentre per gli altri è facoltativo, ma cambiano i requisiti richiesti per svolgere il ruolo e la formazione secondo art 32 dlgs 81/08 rispetto alla situazione di Datore/Rspp che non è detto il dipendente possieda.

Volendo può essere anche esterno quindi un professionista con già la formazione da RSPP che svolge questo lavoro con la propria p.iva, per piccole imprese di solito però per una questione economica è sempre il datore di lavoro a ricoprire il ruolo di RSPP secondo art. 34, che di solito è quello che consiglio all D.d.l però se hanno particolarmente fretta di iniziare e non ha materialmente tempo di frequentare il corso può optare per un RSPP esterno.

fedora :
grazie per la gentile ed esaustiva risposta!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.