Progettare dalla A alla Z

messaggio inserito martedì 8 marzo 2005 da Anna

Anna : [post n° 44573]

Progettare dalla A alla Z

Salve a tutti, vorrei imparare ad affrontare un progetto dall'inizio alla fine, ossia partendo dagli aspetti urbanistici, ambientali, a quelli dell'edificio dalla struttura portante, (tipo di fondazioni, pilastri, imensionamento, distanza..) ecc fino ad arrivare alle pratiche burocratiche.
Spero che qualcuno mi possa aiutare

Grazie
delli :
ma poi incassi anche?
ivan :
potresti incominciare iscrivendoti alla facoltà di architettura più vicina a casa tua e magari continuare iniziando una qualche sorta di collaborazione presso uno studio.

siamo proprio alla frutta, eh?
manu :
...non capisco se sei già un professionista alle prime armi o sei aspiri a diventare un geometra, architetto o ingegnere...
non credo che ci sia un dizionario che insegni dalla A alla Z...credo solo che con tanta pratica, e non smettendo mai di tenersi aggiornati sulle varie legislature, sui vari metodi costruttivi...e con un pò di umiltà, chiedendo anche a chi ne sa di più forse tra anni e anni potrai dire di sapere il 70% di quello che pretendi di sapere ora con un colpo di bacchetta magica!
dony :
E' interessante saper fare un progetto dalla A alla Z ma è molto complesso perchè devi avere ampia conoscenza della materia: ingegneria edili, idraulica, ecc.
Se sei un arch. puoi iniziare a fare un progetto architettonico poi consultare un ingegnere per il calcolo strutturale e magari partecipare alla redazione dello stesso...
ciao
andrea :
ma cos'è?? uno scherzo spero
Anna :
Ho sentito che durante l'esame di stato di architettura ti possono chiedere dimensionamento strutture, pilasti, e impianti...ecco il perchè della mia domanda.

Comunque grazie
nico_cad :
ma i commenti non sono molto costruttivi, almeno quelli dati sinora...la cosa migliore che tutti potevamo scrivere era quella di consigliare anna a confrontarsi e affiancarsi ad un progettista valido, ce ne sono di persone disponibili e frequentando uno studio anche mezza giornata, anche gratis senza chiedere nulla ma cercando di imparare per poi fare la libera professione...
altrimenti anna se abiti in un comune piccolo / medio e non in una grande città vai al comune e chiedi, ci sono orari appositi per parlare con i tecnici, è vero che non sono tenuti a risponderti ma a chiedere non ci si rimette mica...
Anna :
Grazie 100000000000
nico_cad :
io sono un architetto giovane che sta cercando con molta difficoltà di fare il progettista per conto mio, sono stato in uno studio tropp poco per apprendere le "tecniche di progettazione" dalla A alla Z e comprendo che un post come il tuo puo' essere disorientativo (si dice cosi?) per chi si fa un c.... per essere dove professionalmente tutti vorremmo arrivare, ovvero la capacità di progettare in molteplici casi che la carriera ci presenta! Da una parte bisogna pure cominciare, la cosa che, cara anna, è piu' difficile è ripsettare in primo luogo le norme della città in cui si lavora, bisogna intanto verificare se la tua costruzione rientra effettivamente in una area definita edificabile dal PRG vigente, quale è l'indice di fabbricabilità in quell'area, le limitazioni di altezze, distanze minime da altre costreuzioni, dalla strada etc tutte cose scritte nel NTA Norme Terroitoriali di Attuazione che ogni comune ha dove zona per zona si descrive se puoi avere tetti a falde o a terrazzo, altezze dei locali tecnic, mansarde, distanze dei balconi (aggetto) e altre... una volta che i punti sono chiari puoi iniziare a buttare giu un progetto di massima che affinerai con il tuo cliente/committente fino a definire un progetto esecutivo che comprende dall'impianto elettrico alle fognature alle struttutr, allo scarico nei condotti comunali etc, alle diverse leggi per i portatori di handicap e altro.... insomma la strada è lunga e parecchio tortuosa, qui troverai sicuramente risposte a domande piu' precise, meno generiche e dettagliate per la professione.... e poi affiancarsi ad un buon architetto o frequentare l'ufficio tecnico non puo' che accelerare la tua professionalità....
in bocca al lupo per l'esame di stato....
ciao ciao nico_cad
Anna :
Non so cosa dirti se non ............... grazie!! Ora so con + chiarezza da dove partire.
Purtroppo lo studio dove ora lavoro mi ha affidato compiti che non rientravano in quelli stipulati durante il contratto (la progettazione di edifici residenziali e terziari) che non ho ancora visto nemmeno con il lanternino.
Ho mandato via un sacco di curriculum..ma invano.Non posso rischiare di lasciare questo lavoro anche se non mi gratifica prima di averne trovato un'altro.
Così sto cercando di imparare un po da sola....ma con difficoltà.
Scasa per il disturbo!!!
Ciao
nico_cad :
siamo qui a posta!!! al prossimo quesito...
ps le indicazioni che ti ho dato prima sono molto, molto sommarie!!! prendile "con le pinse"
ciao ciao
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.