Licenza edilizia rilasciata senza parere Soprintendenza

messaggio inserito giovedì 17 giugno 2021 da array81

array81 : [post n° 448190]

Licenza edilizia rilasciata senza parere Soprintendenza

Nel 1962 viene chiesto di poter ampliare un piccolo fabbricato per farne un abitazione. Il comune rilascia la licenza e il fabbricato viene realizzato.
Nel fascicolo comunale relativo alla licenza non c'è traccia di alcun parere della Soprintendenza eppure l'area in cui sorge il fabbricato ricade nel vincolo paesaggistico dal 1956. Anche negli archivi della Soprintendenza non c'è nulla a riguardo.
Il fabbricato viene successivamente ampliato altre 2 volte (nel 1975 e nel 1985) e in entrambi i casi il parare in Soprintendenza viene chiesto e ottenuto.

Ora mi chiedo, il Comune ha rilasciato la licenza e da quanto mi risulta all'epoca era lui a chiedere il parere. Anche ammesso che qualcuno si sia dimenticato di farlo può ora il mio cliente rischiare di ritrovarsi un immobile insanabile per un errore della pubblica amministrazione?

Qualcuno conosce della giurisprudenza a riguardo o ha consigli informazioni in merito?

Grazie.
davide :
In linea teorica mi viene da dire che sussiste l'abuso dal punto di vista paesaggistico. Tuttavia se il Comune aveva a suo tempo rilasciato il permesso senza prescrizioni, dovresti confrontarti con il tecnico. oppure, se riesci, a parlarne con il funzionario di zona della Soprintendenza.
array81 :
Ho intenzione di parlare con entrambi ma si tratta di un evento di 60 anni fa. Dubito che ci sia ancora qualcuno dell'epoca, in comune poi sono tutti giovani e tendono ad applicare a ieri quello che si fa oggi.
Io mi chiedo da una parte se magari all'epoca c'era un motivo per fare ciò, dall'altra se come sembra c'è stata una mancanza il cliente che colpa ha?
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.