Quali sono i passaggi prima di scegliere l’architetto

messaggio inserito mercoledì 22 dicembre 2021 da Grazia

Grazia : [post n° 454898]

Quali sono i passaggi prima di scegliere l’architetto

Salve, ho un problema, mio padre mi ha consigliato un suo conoscente architetto per ristrutturare due camere.
Abbiamo contattato l’architetto che ha voluto prendere due misure per poi risentirci. Ci ha fatto vedere quello che secondo lui potevamo realizzare. Ho chiesto un preventivo di costi, compreso avviamento e la sua parcella per seguire i lavori. Ci ha fatto un preventivo di costi compreso la bozza del progetto che ci ha fatto vedere…. Il suo preventivo a mio avviso troppo alto, 10 mila euro per mettere a posto 2 stanze per un totale di 120 mq. E mi ha richiesto 2 mila euro più IVA per la bozza di progetto senza che io avessi firmato nulla. Da considerare che non mi aveva anticipato nulla sui costi o altro. Mi sapete dire se sia questa la prassi che gli architetti seguono?
ponteggiroma :
il preventivo va presentato prima e non dopo la prestazione, ciò premesso, visto che il collega ha sbagliato a non presentarlo prima può contrattare sul prezzo, comunque qualcosa gli va riconosciuto per il lavoro fatto. Premesso ciò mi sembra anomalo che due camere da sole sviluppino 120 mq e poi c'è da verificare cosa nello specifico riguardi l'incarico: progettazione, sicurezza direzione lavori, cila. Dalla sua descrizione si evince poco sinceramente
archspf :
La prassi (o per meglio dire obbligo deontologico) è quella di sottoscrivere un incarico formale accompagnato da un preventivo dettagliato, seppur di massima, dei costi professionali connessi alla prestazione non genericamente intesa, bensì variabile in base alla complessità, natura e specificità del caso.
I dettagli che ha fornito sono insufficienti per chiarire l'accaduto e per stabilire se il compenso richiesto fosse o meno congruo al lavoro da svolgere, a prescindere da opinioni personali ma valutato rispetto a parametri oggettivi.
Grazia :
Grazie infinite per la sua risposta.
Le scrivo cosa c’era nel preventivo:
• Rilievi
• Studio di fattibilità
• Progetti di massima
• Elaborati 3d -rendering-
2000euro + Iva + 4%cap
PROGETTAZIONE ESECUTIVA
• Progetto esecutivo opere edili

• Progetto dettagliato e particolareggiato di arredi fissi, controsoffitti, ecc.;
• Progetto architettonico imp. Elettrico ed ausiliari (allarme, video sorveglianza);
• Progetto architettonico imp. Idrico fognario, termico.
• Relazione tecnica descrittiva
• supporto al RUP (resp. unico procedimento) per la verifica della progettazione
esecutiva.
• Supporto alle aziende incaricate di stimare i lavori da effettuarsi, con sopralluoghi e
quant’altro necessita.
• Supporto alla stipula di contratti e acconti.
Per quanto sopra elencato, in ossequio alla vigente normativa, indico in Euro 4.000,00 più IVA (22%) e CAP (4%).
ESECUZIONE DEI LAVORI
• Direzione lavori, assistenza al collaudo. Visite in cantiere preventivamente programmate con committenza ed imprese.
• Controllo elaborati di progetto;
• Contabilità dei lavori a corpo.
L’ammontare imponibile per quest’ultima fase indico in euro 3.000,00 più IVA (22%) e CAP (4%).
E’ escluso dal presente preventivo l’elaborato obbligatorio dei PIANI DI SICUREZZA. Ciò potrà essere valutato da altro tecnico in accordo con la committenza.

La cosa che più mi fa riflettere è che prima di farmi la bozza del progetto avrebbe dovuto indicarmi i costi di questo servizio e non presentarmi a cose già fatte il conteggio della sua prestazione… tra l’altro dice di avermi applicato già un 25% di sconto sul totale di questo preventivo… e non ha voluto assolutamente accordarsi sul prezzo della bozza del progetto vista una volta in videochiamata.
Io sono davvero sconvolta….
Albo :
Non entro nel merito del prezzo del collega, visto che siamo in un libero mercato, ne di alcune voci anomale come quelle sul Rup, ma lei ha esordito con un 2000 euro per una bozza, nella realtà sono state eseguite diverse opere che sicuramente non si possono chiamare semplicemente bozze dato che è stato eseguito un rilievo, dei render, fattibilita ed immagino quindi con accesso agli atti, bozze e progetto di massima.
Per il resto come le hanno indicato la prassi deontologica corretta era sottoporle prima il preventivo, purtroppo i primi a far perpetuare questi comportamenti sono spesso i clienti che chiedono due disegnini non rendendosi conto che il progetto è la summa di una serie di operazioni preliminari anche dispendiose a livello di tempo.
Grazia :
In realtà non ha avuto alcun tipo di accesso agli atti. Comunque con questo architetto ci è stato solo un contatto telefonico, ha voluto vedere i locali…. Noi abbiamo chiesto di aver bisogno di un architetto per la realizzazione di un progetto… pensavamo che fosse la prassi andare a prendere le misure e spigargli cosa avevamo in mente di fare. Siamo gente onesta e sappiamo perfettamente che un professionista debba essere retribuito, ma come minimo dall’altra parte ci aspettiamo che ci dicano io mi sto muovendo ma generalmente questo è un servizio a pagamento.. ho chiesto un preventivo di costi e ci ha presentato il conto. Quale dovrebbe essere il nostro approccio con questo signore adesso?
archspf :
Per quanto ripeto non possa esprimermi ma, considerando la natura dell'incarico (progettazione d'interni) e la tipologia di committenza (privata), posso dirle che, aldilà delle prestazioni effettivamente svolte e delle quali solamente lei ed il tecnico possono avere reale contezza, leggendo la forma ed il contenuto della lista (come già anticipatole dal collega), temo sia caduta nel solito "copia&incolla".

"Quale dovrebbe essere il nostro approccio con questo signore adesso?"
Pagare quanto richiesto per i servizi svolti e incaricare un altro tecnico una volta sciolta ogni riserva reciproca.
desnip :
"2 stanze per un totale di 120 mq": e che è, la reggia di Caserta???
Cmq quoto i colleghi: il comportamento dell'architetto non è stato trasparente, quindi lo liquidi e si cerchi un professionista più serio.
Grazia :
Grazie a tutti per le vostre risposte… penso che gente che si comporta in questo modo mette a dura prova anche i professionisti seri che prendono a cuore il proprio lavoro! L’onestà è davvero un requisito raro di questi tempi!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.