DUBBIO CONFORMITÀ SDF

messaggio inserito lunedì 29 agosto 2022 da MarcoP

MarcoP : [post n° 464132]

DUBBIO CONFORMITÀ SDF

Buonasera,
sto preparando una C.I.L.A. per una ristrutturazione di interni. L’immobile è conforme ad una sanatoria presentata nell’86 (che coincide a sua volta con i disegni riportati in catasto). Tuttavia successivamente, l’immobile è stato oggetto di una C.I.L.A. per degli interventi in copertura, nel 2014.
Ora il mio dubbio è quale titolo indicare nella nuova pratica che devo presentare (da segnare nella conformità), quello dell’86 che riporta la sanatoria degli interni o quello del 2014 che ha operato solo l’interventi in copertura?
Grazie
Sara :
puoi citare entrambi precisando che lo stato dei luoghi oggetto dell'intervento è desunto da:. ..e indichi la pratica, o almeno io farei così
archspf :
Non è una possibilità ma un obbligo divenuto ufficiale a partire dall'introduzione dell'art. 9-bis DPR 380/2001, dove si è specificato (finalmente aggiungo) che per ogni pratica vanno esperiti tutti gli accertamenti e devono essere indicati i riferimenti della legittimità dell'immobile oggetto di intervento, la quale si esplica attraverso tutti i titoli e comunicazioni precedenti.
Archifish :
Concordo con archspf. Se, per assurdo, la copertura risultasse difforme, terrebbe in stallo anche l'intervento sugli interni fino a sanatoria ultimata.
A titolo di esempio, di recente, mi è risultato impossibile presentare CILA per opere di realizzazione recinzione a causa di abusi sull'unità residenziale e censita sul medesimo mappale del terreno antistante.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.