Prima DIA

messaggio inserito mercoledì 6 aprile 2005 da alessina

alessina : [post n° 47270]

Prima DIA

Ciao devo preparare una DIA, i disegni sono pronti, le foto anche e sono già andata dal tecnico a ritirare il "modulino" da compilare dove c'è un bel titoletto con scritto RELAZIONE DI ASSEVERAZIONE - TIPI DI INTERVENTO, la domanda è basta questo o devo scrivere una relazione illustrativa del progetto dove dichiaro che tutti gli impianti e l'edificio sono a norma??

Grazie
laurark :
qui in genere preferiscono e anche fuori per quello che è capitato a me.
magari è roba inutile e ripetitiva ma la vogliono, con timbro e firma, mi raccomando!!
ciao
alessina :
La pigrizia è una brutta malattia.......!!!

Grazie per il consiglio, ho un'altra domanda, non mi hanno chiesto nulla sulla normativa delle barriere architettoniche, premesso che sono tre appartamenti tutti nuovi!!! E' normale?
laurark :
mi pare strano se l'edifico è nuovo, va fatto anche per la superdia per sottotetti, figurati!!

chiedi di nuovo ed un consiglio per il futuro:
quando qualcosa non ti convince verifica sempre: loro non ci rimettono mai a non dire le cose e se ne fregano!
Se ne saranno dimenticati. io in genere chiedo anche più volte la stessa cosa....se sono in Comune e non è raro che ti dicano cose diverse....
alessina :
Allora chiederò ancora, il Comune è piccolo quindi c'è una Tipa che fa tutto, è probabile che si sia dimenticata. Meglio evitare brutte sorprese, quindi preparo la relazione illustrativa e quella per le barriere + tavola!!!!

Grazie
laurark :
non conosco il tuo caso, ma per modifiche varie, per bagni....se va spostato qualcosa per accessibilità, devi in caso fare gialli e rossi....

per il nuovo dovrebbe essere quasi tutto accessibile, ma non so nel tuo caso.
senza gialli e rossi...NON CAPISCONO....neppure le cose più semplici....non sei la sola pigra
:-))
delli :
non sotttovalutate l'importanza della tavola rosso/giallo... è la prima (e a volte unica) tavola che viene visionata... se quella è ben fatta e chiara siete a posto... e parlo da "ex"istruttore pratiche edilizie in un comune

per le barriere: se il tecnico si è dimenticato di chiederla... non significa che non sia necessaria... partiamo dal presupposto che svolgiamo una professione dove "conosciamo il tutto del mondo intero" (insomma... siamo piccoli hard disk con le gambe eheheheh) anche se a volte si dimenticano le cose più banali

bye bye
laurark :
io mi riferivo ai gialli e rossi per adeguamento barriere che nel caso del nuovo neppure dovebbe esserci....

il suo è edificio nuovo mi pare ma è ovvio che i gialli e rossi del progetto ci sono sempre...non voglio offendere nessun tecnico!!! però a volte per una modifica di una porta o poco più per l'accessibilità, viene un nervoso a dover cambiare formato !!!!
alessina :
L'edificio è soggetto a ristrutturazione edilizia, quindi basta che sia accessibile la parte comune e visitabili e adattabili gli appartamenti, GIUSTO?
delli :
per la tavola della legge 13 io non ho quasi mai rossi e gialli... di solito progetto "già adattato" e le mie opere per la tavola barriera sono la rimozione del bide (se necessaria) e l'inserimento della doccia a pavimento... non metto mai porte da 70 che poi devo "sostituire" e non faccio corridoi più stretti del minimo di legge... insomma, le mie opere per l'adattabilità ridottissime

comunque nessuna offesa ;-)

x alessina:
giusto... accessibile parti comuni e vis/adat le u.i.

bye bye
alessina :
Anche le opere della mia tavola barriere saranno le stesse che hai citato tu, più forse un servoscala che potrà essere posto se necessario sulla scala comune (deroga sono solo due piani fuori terra).

Giusto?
laurark :
infatti
alessina avea parlato all'inizio di tre appartamenti tutti nuovi.....ma non avendo il prog davanti non si può dire esattamente: se è ristrutturazione potrebbe esserci qualche problema "precedente".Non so!!

Anche io ovviamente evito successive opere per accessibilità , ma non le impongo prima se sono su parti che non tocco (non sempre l'appartamento viene sventrato!): solo le prevedo come fattibili, a basso costo. Ecco perchè a volte le modifiche sono previste in seconda fase.

A noi i gialli e rossi cmq li hanno chiesti varie volte, per barriere architettoniche, credi.
Invece trovo spesso tanto più logico evidenziale quel poco, in giallo sullo stato di fatto e in rosso sul progetto!! Ma non sempre gli va bene!!! lo vogliono a parte!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.