DURC

messaggio inserito giovedì 9 giugno 2005 da alessandra

[post n° 52779]

DURC

ciao a tutti
sto per presentare una dia al comune di milano per opere interne.L'impresa esecutrice, di Roma, sostiene che basta autocertificare che è stata presentata richiesta alla cassa edile(su carta timbrata dalla cassa stessa)la quale provvederà poi ad inviare direttamente al comune di milano il certificato di regolarità contributiva.
E che comunque essendo questo un lavoro privato il Durc non sarebbe neanche necessario, mentre a me risulta il contrario...
Vi prego qualcuno può aiutarmi???
:
nel mio comune funziona così (lombardia) ma penso dovrebbe essere uguale ovunque:
- l'impresa chiede il certificato alla cassa edile, all'inail e all'inps,
- le prime due mandano il certificato all'impresa la quale lo trasmette al comune, mentre l'inps lo trasmette direttamente sia al comune che all'impresa,
- nel frattempo l'impresa autocertifica che è stata fatta richiesta e appena possibile si regolarizzerà.

il tutto è obbligtorio anche per lavori privati.

...
:
Il durc è obbligatorio anche per i lavori privati (non mi sembra che la 494 faccia alcuna distinzione in proposito tra lavori pubblici e privati). La legge dice anche che in assenza della certificazione della regolarità contributiva e' sospesa l'efficacia del titolo abilitativo.
Naturalmente, essendo anche le casse edili abilitate a rilasciare questa certificazione credo sia possibile produrre una autocertificazione in cui viene dichiarato di aver fatto richiesta del documento e che verrà inviato al più presto.
Questo sarebbe però meglio farselo confermare dell'ufficio tecnico del tuo comune.
Buon lavoro
:
....è proprio quello che mi risulta,chiederò comunque conferma ai tecnici
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.