una scelta umana

messaggio inserito venerdì 10 giugno 2005 da una scelta umana

una scelta umana : [post n° 52929]

una scelta umana

Ci sono di mezzo l'amore e la politica; é il desiderio di un figlio e le ragioni della scienza che ci invitano a votare; le donne e uomini senza problemi votano
mf :
perfettamente d'accordo, invito i miei "colleghi" uomini ad andare a votare per le nostre donne, per i nostri figli, per i nostri cari e per noi stessi
laurark :
...ma quella legge è davvero fatta male!
Meglio distruggergliela per costringerli a ridiscuterla.
Sempre e solo questione di soldi..............
Grace :
grazie per aver inserito questo post! mi unisco anch'io a questo invito al voto. Indipendentemente dalla scelta che farete, esprimete la vostra opinione...molte più persone di quante crediamo si confrontano con questi temi...e per la maggior parte di loro il tempo è un bene molto prezioso.
patti :
è vero, siamo un po' fuori tema, ma è questione di civiltà!
Viviamo in uno stato democratico e laico...è giusto andare a votare contro questa legge, ingiusta e crudele orribilmente contro le donne e chi è malato
buon voto
alinger :
e ringrazio chi ha avuto la sensibilità di inserire questo argomento anche in un forum di architetti.
saluti
paolo :
anche io vado a votare
per me e per la mia compagna, che desideriamo avere un bambino...
per le altre donne e uomini che vogliono essere madri e padri nonostante il destino avverso...
per i malati che hanno diritto ad essere curati...

nemo :
Anch'io voto, perchè secondo me bisogna avere la coscienza di informarsi e prendere delle decisioni...
Bette Davis eyes :
sinceramente grazie
emy :
grazie ragazzi....e ragazze...
mi consolano le vostre parole....dopo tutti i volantini che ho distribuito nella totale indifferenza in queste settimane.
buon fine settimana
delli :
questa bacheca mi piace sempre di più...

buon w-e e buon voto

bye bye
ff :
e se il figlio volesse conoscere il vero padre?
e se si incontrassero e il bimbo ormai ragazzo scoprisse di avere gli stessi tratti somatici del padre, lo stesso modo di fare. ci pensate allo sguardo fra i due?
ma dove siamo?
io ho diritto di sapere chi è mio padre genetico. e di incontrarlo.
non sono frutto di una madre e di un uomo x che si è masturbato in una saletta.
se quel figlio, come tutti i figli 'normali', in preda alle solite e scontate crisi adolescenziali, rifiutasse la famiglia?
pensate solo all'egoismo della madre?
credo ci siano molti problemi da risolvere prima di sparare proposte di voto.
io non vado perché non andare è mio diritto.
non andare è manifestare il mio pensiero perché la costituzione me lo consente.
questa è ciltà
sandra :
finalmente qualcuno c'è...il non voto cari colleghi non vuol dire fregarsene ma ha preciso significato come i vostri si e i vostri no...
silvia :
votare o non votare è una seclta libera...anche se in questo caso, come di norma capita ai referendum, difficilmete qualcosa cambierà...va bene la tutela della donna e il diritto di avere un figlio, ma prima di pensare di creare figli in provetta, pensiamo a tutti quei bambini che si trovano a dover crescere senza genitori...non sarebbe meglio cambiare le leggi e snellire le pratiche sul tema
dell'adozione?
*Ste* :
Vogliono far credere a noi tutti che non siamo in grado di ragionare sui contenuti di questa (brutta) legge.
Vogliono farci credere che è meglio che la chiesa, alcuni medici, alcuni governanti pensino anche per noi, decidano anche per noi.
Il referendum è lo strumento che permette al popolo di essere consultato quando le scelte del governo si rivelano non essere scelte di tutti, nonostante siano fatte sulla pelle di tutti.
Non sottraiamoci!
Personalmente, penso che: per i bambini, per le donne... e per tanti altri buoni motivi... sono doverosi 4 SI'.
SKY :
la chiesa dovrebbe un attimo guardare lo scandalo pedofilia che attanaglia gli ecclesiastici!
carlo :
dopo un referendum, che vinca sì o il no, per 5 anni non si può fare più nulla. se vince il sì, non si possono fare leggi riguardo lo stesso tema, se vince il no, si deve lasciare la legge così come è. (art 38 legge attuazione referendum) l'astensione lascia al parlamento la libertà ed i tempi per cambiare la legge. forse, se si vogliono cambiare le cose, su di un tema così profondo, è meglio l'astensione al referendum, ma una "lotta" continua parallela per far cambiare le cose in parlamento.
ilany :
mi dispiace che quando ci sono i referendum le persone se ne fregano perchè questo è un bellissimo diritto che possediamo.le persone si lamentano di come va il nostro paese dimenticandosi che il paese lo facciamo noi perchè è facile lamentarsi...
Ronin :
mi dispiace contraddirti, carlo, ma ti sbagli: dopo un referendum che ha raggiunto il quorum, per 5 anni non si possono proporre ALTRI referendum sullo stesso argomento.
Le leggi invece, si possono fare anche subito, purchè non siano contrarie alla lettera del referendum (come dimostra il fatto che aboliti i contributi ai partiti, sono stati introdotti l'anno dopo i rimborsi elettorali)
emy :
ringrazio chi ha votato...dimostrando che il senso di democrazia e civiltà ancora esiste in questo paese, anche se è minoritario!
a :
gli italiani sanno ancora ragionare ...
hanno capito che occorreva astenersi !
ottimo
emy :
mi spiace....ma i risultati dimostrano chiaramente che non gliene frega nulla di ragionare...
semplicemente: non gliene frega di niente e di nessuno!
ma con certa gente...dopo che venerdì sera sono stata aggredita mentre distribuivo volantini da bifolchi di "scienza e vita"...bhè...sembra inutile cercare di ragionare!
buona giornata a tutti
laurark :
non te la prendere.
grazie del tuo lavoro, anzi.

quelli di scienza e vita stanno solo cercando, senza saperlo magari, di difendere i fondi per la ricerca che attualmente sono destinati alla ricerca sulle staminali adulte e che sarebbero in caso condivisi anche dalla ricerca per le staminali embrionali. tutto qui. altro che etica. questo lo ha accennato Giovanardi sulla 7 tra le righe l'altra mattina. questo è il nodo del problema. giochi di potere!
ma torniamo all'architettura......
emy :
hai ragione...
ma fa male...a parte il fatto personale dell'aggressione e di tutte le conseguenze che adesso dovrò affrontare, visto che ho fatto regolare denuncia contro queste persone, che conosco....
fa sempre male vedere la prepotenza di chi ha potere su chi non ne ha....ed il brutto poi è che la "gente" non si accorge di essere manipolata...
ma torniamo all'architettura, ok!
patti :
cara emy,
mi spiace per l'aggressione, spero non sia nulla di grave.
Hai tutta la mia solidarietà e i miei ringraziamenti per il tuo lavoro.
laurark :
spero la cosa si risolva al meglio....e dire che quelli dovrebbero essere delle pecorelle, miti, remissive, porgi l'altra guarcia .........alla faccia. picchiano pure! sono delle vere iene!!!!

stai in guardia! ;-)
ciao
il "Bell'Antonio" :
... ne deduco solo una cosa: auguro a tutti di cuore una salute ferrea per tutta la vita!
L'importante è votare solo quando si ha un ricavo personale o si viene toccati in prima persona...
E che il sud si dia una smossa e ci sorprenda una volta ogni tanto!
a :
ha dato prova di grande intelligenza rispetto al nord
(e a tutto il mondo)
laurark :
intelligenza o sottomissione?

ci avete pensato che in questo caso, peggio ancora che con le politiche, il voto è controllabile al 100%?
chi deve "votare no" deve NON VOTARE ed è CONTROLLABILE .

Conosco il sud da esperienze dirette e almeno nei piccoli paesi mi raccontano che il voto è obbligato. Sarno, quindici.....
Triste, ma spesso vero.
Che poi avrebbero fatto lo stesso di testa loro non si può escludere, certo!

Siamo a corto di democrazia in Italia........e questo fa male anche all'architettura.
ciao
patti :
a.
cosa scrivi?
parlare coi fanatici come te ormai non ha più senso.
spero che tu non sia un architetto!
a :
al posto di buttare i soldi per farlo era meglio che li davano in beneficenza

ci sono tanti bambini che muoiono di fame

altro che referendum !!
a :
assolutamente no ,
mi sembra che i fanatici siete voi

per fortuna in netta minoranza !!
patti :
a... è proprio inutile cercare di comunicare con te ed il peggio è che non te ne accorgi!
parli di beneficienza? ma quanta ne fai tu? volontariato?
quanto?
NIENTE...
si capisce da quello che scrivi, dal tuo modo arrogante di sputar sentenze...
ci sono tanti bambini che muoiono di fame? già e ci sono anche tante persone che speravano nella ricerca...ma di quelle evidentemente non te ne frega nulla.....spero per te che non ti capiti di ammalarti di una qualche malattia genetica.....
auguri
emy :
oddio ma dov'eri venerdì sera a?
non è che eri uno di quelli con cui ho avuto la "fortuna" d'imbattermi????
patti...lasciamo perdere...fiato sprecato!
a :
ho letto cosa hai scritto,
quelli sono da mettere in galera !!

chi usa violenza è SEMPRE in torto
a :
ti rispondo quello che ha risposto la FALLACI,

meglio morire di tumore piuttosto che vivere grazie alla morte di un altro
patti :
la fallaci? mi citi la fallaci?
quella per cui dovremmo annientare i musulmani perchè le stanno antipatici e le fanno paura?
apri gli occhi, caro!!!!!!
...mi citi una che appoggia le sporche guerre dell'imbecille texano.....ma non va bene fare ricerca per guarire i malati?
..citami qualche autorevole pensatore, per piacere....non la fallaci!
...emy...hai ragione!
mf :
prima di tutto cara emy, la mia solidarietà
qualcosa del genere è successo anche dalle mie parti, sono degli imbecilli!

per quanto riguarda la fallaci, mi meraviglio che ci sia ancora qualcuno che la sta ad ascoltare!

buona giornata
alberto :
..questo forum sembra sempre più l'organo di un partito politico, dove sono vietate, dileggiate, derise e insultate le opinioni e le scelte diverse, contro corrente...mi permetto qui di fare alcune osservazioni e mi scuso sin d'ora della lunghezza del mio intervento:
1 a chi dileggia la Fallaci, ricordo che è lo scrittore italiano più letto al mondo; le sue opinioni sono forti e non sempre, o non da tutti condivise, però che 4 architettucoli da strapazzo( QUALI SIAMO TUTTI NOI) non le portino almeno un po di rispetto per i titoli che ha, lo trovo alquanto scandaloso..
2 non capisco perchè quando la maggioranza fa scelte che sono contro gli ordini di partito di una corrente ben definita , allora è a rischio la democrazia..
3 io non ho votato, perchè impegnato per lavoro lontano dalla mia residenza, e ho ritenuto che i quesiti il cui interesse primario era rivolto ad un numero ristretto di persone( in italia la maggioranza fa ancora figli con il metodo tradizionale...) erano destinati comunque a non raggiungere il quorum.. a prescindere dal mio voto.
4 non capisco perchè il credo religioso, che ha portato a non votare alcuni, non abbia lo stesso diritto di rispetto delle opinioni contrarie...e siano di conseguenza insultati, in alcuni casi anche augurando malattie indicibili, coloro i quali hanno fatto una scelta secondo coscienza...
5 ma a nessuno è venuto in mente che comunque la si metta, i fautori del si e quelli del no erano comunque portatori di interessi particolari?..quello religioso, quello politico, quelli economici dei laboratori di ricerca che spingono nella direzione che più li avvantaggia...
6 l'ultima considerazione riguarda lo strumento referendario come simbolo di democrazia...è mia opinione che sia valido e corretto fino a quando i quesiti riguardino la vita umana e gli aspetti morali afferenti di tutti( dal divorzio.... alla costituzione e alla soffocante burocrazia europea che si somma a quella italiana); in questo caso le opinioni di un intellettuale, di un religioso, di un operaio, di un contadino hanno la stessa portata e lo stesso peso; ma quando i quesiti riguardano aspetti troppo tecnici, allora le opinioni non possono essere messe sullo stesso piano, data la difficoltà della materia
ciò è avvenuto tanti anni fa con il nucleare, e rischia di ripetersi ogni volta che i quesiti sono di difficile interpretazione...e personalmente in tutti i dibattiti che ho seguito, ove vi era la presenza anche di personalità mediche di spicco, nessuna delle due parti mi ha pienamente convinto...probabilmente lo stesso è successo alla maggioranza degli italiani...e chi non era convinto o ha chiesto aiuto al prete, all'amico, alla star, o semplicemente se ne è lavato le mani, perchè, ripeto, i figli li fà ancora in maniera tradizionale...un saluto a tutti, e moderate i toni..al
a :
ha ragione il cardinale TETTAMANZI quando dice che al giorno d'oggi essere cristiani è un MARTIRIO
laurark :
una sola critica ad alberto:

il discorso della "legge incomprensibile" non regge.

La legge NON AMMETTE IGNORANZA: se non si capisce è perchè è scritta male, ma non esiste il principio che una legge non possa essere capita da tutti.

DEVE ESSERE COMPRENSIBILE per tutti altrimenti come possiamo sostenere il principio che vada rispettata?
Sulla fiducia nell'avvocato, nel commercialista??!?!
Stiamo freschi!!!!
Dobbiamo chiedere una consulenza al "nostro" legale anche per andare a VOTARE?!?!?
.....dove andremo a finire.......................

Che schifo di paese siamo allora??!?!?
emy :
x alberto...ma poi giuro non intervengo più perchè io mi sono presa anche un'aggressione fisica da sta gente!

1. rispetto la fallaci..faccia e scriva quello che vuole, ma il fatto che sia la scrittrice (non lo scrittore, sai, è una donna!) più letta al mondo (ammesso che sia vero, ed io non lo credo) non significa che io DEBBA essere d'accordo con lei e che lei non possa scrivere e dire cazzate (e ne dice e parecchie di questi tempi, per me, naturalmente)
ARCHITETTUCOLO DA STRAPAZZO....bhè...se ci tieni, sarai tu...io no!
2. gli Ordini di partito li prenderai tu, io credo di essere abbastanza intelligente per ragionare con la mia testa.
3.il referendum era contro una legge che riguarda pochi...certo, i malati e le donne in difficoltà...se a te non importa nulla di loro....spero non ti capiti mai di non riuscire ad aver figli o di ammalarti di malattie curabili con la sperimentazione (e guarda che non ti sto augurando nulla, anzi esattamente il contrario!)...certo, questa tua tristissima affermazione egoista parla di te in modo chiaro e preciso: SIGH!!!!!
4. sei libero di credere in quello che vuoi, ma non di imporre a me il tuo credo...lo stato è LAICO....ma lo capirete mai cosa significa la parola LAICO!!!!! (non è difficile!)
5. l'importante era andare a votare....per esprimere il proprio parere....ti fai tronfio di una VITTORIA che non c'è...non ha vinto il NO...ha vinto il menefreghismo...ti piaccia o no! la democrazia è un'altra cosa!
6. gli italiani non sono stupidi e sarebbe ora che si smettesse di considerarli tali....non ci voleva una cima per capire i quesiti...sarebbe bastato il piccolo sforzo di leggere ed ascoltare qualche dibattito...magari non con la fallaci, ma con qualche "personalità medica"..
7.caro alberto...continui a scrivere che gli altri vietano, dileggiano, deridono.....le opinioni altrui...forse sarebbe il caso che ti rileggessi perchè sei il primo a farlo.
FINE
LINO :
Ha scritto:" Lettera ad un bambino mai nato"
mf :
a.
sarebbe meglio che lavorassi un po'....
oddio! forse no sei talmente.....pirla...che forse è meglio se non lavori...allora, prova ad imparare un po' di italiano!
x emy...hai ragione basta...fiato sprecato
alberto :
..meno male che avevo chiesto di moderare i toni..non si può proprio discutere da persone civili..io non sono " sta gente" e non ho usato toni incivili quali quelli di emy o di mf, ne cercavo gloria e tifo...comunque facciamo qualche precisazione.
1 so bene che la Fallaci è una scrittrice..usando il maschile volevo ribadire che in quanto a lettori, nel mondo, non è seconda a nessuno scrittore italiano...sei poco perspicace , emy, e ci voleva poco per capirlo, come appurare che sia la italiana più letta al mondo...basta leggere una sua biografia, i suoi titoli, e saper far di conto...
2 è MIA personale opinione che il 99 % degli architetti italiani,me compreso , siano architettucoli, si vede che tu fai parte del 1% rimanente..mi piacerebbe però a questo punto conoscere i tuoi titoli, il tuo curriculum...
3 io sono un liberale, non un membro del comitato dei soviet di professione architetto...
4 si vede che il 75% degli italiani è stato egoista come me..sei un po riduttiva, però....per altro io ho sentito in alcuni dibattiti ricercatori affermare che non c'è nessuna certezza che con le staminali si curino malattie genetiche...ma erano sicuramente anche loro oscurantisti, retrogradi, egoisti...
5 stato laico: indipendente dall'autorità eclesiastica.. e allora? con il referendum si è dimostrato che lo stato è laico..se però i referendari non hanno convinto il popolo chiamato democraticamente a esprimere il proprio giudizio dove è lo scandalo?...uno stato non laico(clericale) avrebbe vietato il referendum...
6 io non mi faccio tronfio...non ho promosso io il referendum, ne lo ho vietato...ho seguito il dibattito e non sono stato convinto pienamente ne dalle ragioni del si, ne da quelle del no.. e mi spiego meglio: intanto ritengo che una legge più restrittiva di quelle estere, fa' dell'italia una nazione che sembra dire: fermate il mondo, voglio scendere...e ciò, come per il nucleare, lo trovo stupido e controproducente, come trovo scorretto che certe tipologie di fecondazione siano ora riservate ad un ristretto numero di persone che può permettersi di andare all'estero...e probabilmente in questo la penso come te...sulla possibilità però della cura di malattie genetiche a me è sembrato che tutti tirassero "per la giacchetta" il si o il no ( o l'astensione ..) più per interessi economici, personali, che per reali certezze...ed inoltre trovo, ritornando alla fecondazione, che ci sia una sorta di egoismo nel volere a tutti i costi un figlio( quando ce ne sono tanti da adottare..) e che farsi inseminare da un donatore anonimo, attraverso una banca dello sperma, pone dei rischi...ad esempio quello che dopo 20 anni due "fratellastri"( uno di sesso maschile e uno di sesso femminile ovviamente...meglio precisare altrimenti non mi si comprende), si incontrino, si innamorino, copulino e mettano al mondo un figlio...con le relative rischiose conseguenze...questa volta si genetiche...come vedi ho seguito il dibattito,penso di aver colto a grandi linee la portata della legge e del referendum ( ma ci sarà riuscito chi ha la terza elementare e mi riferisco a chi ha affremato che la legge non ammette ignoranza?!?!?), e sulla scorta di questi dubbi e della convinzione che tanto il quorum non lo si raggiungeva, ho dedicato il mio tempo ad altro e cioè al mio lavoro...inoltre, come avevo già scritto, questa dovrebbe essere materia parlamentare, non referendaria..
7 ma come , è dalla fine degli anni sessanta che in italia è stato distrutto il senso civico, che il relativismo la fa da padrone ( se non sai cosa vuol dire ti aiuto: tutte le opinioni sono relative, non assolute, e con ciò,a partire dalla rivoluzione francese,attraverso l'illuminismo, si è via via negata la religione, il senso patriottico, la famiglia, lo stato...tutto è diventato relativo, salvo ciò che pensano e dicono i "politicamente corretti"...e infatti negano la validità e l'attendibilità di ogni affermazione diversa dalla loro, ritenendola incompatibile con la libertà...tu , emy ,ed mf mi sembra ne incarniate il senso...), ed oggi i promotori del referendum si lamentano della mancanza di senso civico degli italiani dal momento che non sono andati a votare?ma il senso civico cosa è? un concetto da tenere in naftalina , anzi negato con forza per poi tirarlo fuori solo quando conviene?
8 mi sono riletto ieri e anche ora, e non mi sembra di aver vietato niente, ho solo espresso delle opinioni, mi sembra argomentate, senza insultare nessuno... che qui però qualcuno non condivide e che per questo si ritiene in diritto, lui si, di insultare...ah questi relativisti...
a :
riflettete attentamente sulle considerazioni di alberto !

e cercate di migliorare in futuro !
macchianera :
emy, mf...facciamo altro, dai!
non c'è peggior sordo di chi non vuole...o non è capace...di scoltare....
macchianera :
triste...
provocatorio e triste
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.