DL

messaggio inserito mercoledì 28 dicembre 2005 da er

er : [post n° 69417]

DL

Ciao a tutti, vorrei sapere, se potete aiutarmi, se per la DL di una manutenzione straordinaria (ovvero risistemazione interna di un locale privato), occorra aver frequentato il corso per la 494 e se nel momento in cui si abbia frequentato il corso la validità dell'attestato è immediata.
Grazie a tutti
Ronin :
il direttore dei lavori non deve necessariamente essere abilitato 494, a meno che non intenda rivestire anche l'incarico di coordinatore per la sicurezza.
La necessità di tale figura è stabilita dal 494 (basta leggerlo per vedere se si ricade), se è necessario occorrerà nominare qualcuno con i requisiti (sarebbe cmq bene che non fosse la stessa persona che fa la DLL).

Per la seconda, l'attestato ha validità immediata, purchè si disponga degli altri requisiti elencati sempre nel 494 (1 anno di lavoro nel settore edile per i laureati)
lorenzo :
scusa.
Per gli indirizzi dati dalla merloni viene "gradito" l'incarico congiunto di progettista architettonico - coordinatore in fase di progetto, e quello di direttore dei lavori - coordinatore in fase di esecuzione. Infatti l'art.127 del dpr 554/99 (regolamento merloni) dice che: le funzioni del coordinatore per l’esecuzione dei lavori previsti dalla vigente normativa sulla sicurezza nei cantieri sono svolte dal direttore lavori. Nell’eventualità che il direttore dei lavori sia sprovvisto dei requisiti previsti dalla normativa stessa, le stazioni appaltanti devono prevedere la presenza di almeno un direttore operativo avente i requisiti necessari per l’esercizio delle relative funzioni.
Ovviamente ciò riguarda i lavori pubblici, però...
Ciao
delli :
vale lo stesso il discorso di ronin: la DL e il coord. sicurezza possono non essere la stessa persona... e anche a mio avviso sarebbe meglio che fossero due soggetti diversi... soprattutto in appalti consistenti
a me sono capite stazioni appaltanti (soggetti alla merloni) che avevano una loro "struttura" di fiducia (in genere uno studio esterno) per la sicurezza
bye bye
lorenzo :
... nella pratica la merloni è completamente disattesa.
Ti faccio però degli esempi:
per quanto riguarda la figura del coordinatore in fase di progetto mi è capitato più volte di dover mettere le mani su progetti già conclusi (anzi pure con fretta visto l'imminente inizio dei lavori) per cui i progettisti se ne fregano della sicurezza, redigono il cronoprogramma senza alcun senso e con sovrapposizione di lavorazioni all'inverosimile, e quindi il coordinatore si trova con le mani legate non può far altro che fare un piano rabberciato alla meglio. Ti dirò di più; al coordinatore per la progettazione spetta di fare una stima analitica degli oneri per la sicurezza e dovrebbe comunicarla al committente per metterla nel capitolato; ed invece no, loro ti danno una cifra (il solito 5%) dicendoti che il comune ha già provveduto all'impegno di spesa e tale cifra non è modificabile.
Per quanto riguarda la DL vale la stessa cosa. Non avendo praticamente compiti di sicurezza e viceversa il coordinatore per l'esecuzione avendo forti responsabilità ma praticamente nessun peso (figuriamoci se può denunciare il suo committente alla asl o all'ispsel), finisce che tale ultima figura è solo una figura fantasma che non serve a nulla.
Ecco perchè credo che gli accorpamenti detti dalla merloni siano importanti.
Poi ovviamente per grossi appalti se ne può riparlare (ad esempio il DL anche coordinatore per l'esecuzione può avvalersi di uno staff di supporto).
delli :
il problema della sicurezza, a mio avviso, è che viene considerata come una "seccatura" e un costo "inutile" dalle imprese, dai committente e, spesso, dai progettisti...
se così non fosse il coord. sicurezza (e tutta le altre figure previste dalla 494) avrebbe, in teoria, più peso della DL
e se non fosse che la merloni "impone" il costo per la sicurezza (non soggetta a ribasso) gli operatori coinvolti (ovvio che non dico tutti e sempre ma, purtroppo, spesso è così) ne farebbero volentieri a meno
vedi nei lavori privati: se sono "piccoli" lavori (magari anche una palazzina) quanto sono quelli che mettono i costi della sicurezza nel piano finanziario delle opere?
lorenzo :
la 494, invece di essere vista come una legge di garanzia per tutti, soprattutto per gli operai dei cantieri, viene vista come una seccatura, ti dirò, per quanto riguarda la mia esperienza, più dai committenti e dai colleghi progettisti e DL, che dai datori di lavoro delle imprese, che forse per non avere grane, collaborano. Diverso commento invece sugli operai, che pensano che il coordinatore per l'esecuzione sia come il "poliziotto di cantiere", ossia tutti bravi quando c'è, appena gira le spalle, gran baldoria...

Il problema è l'assenza della cultura di sicurezza.
Senza questa ovviamente ogni discorso su accorpamenti o scissioni delle figure professionali è totalmente superfluo.
Ciao
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.