Uffico o deposito?

messaggio inserito martedì 3 gennaio 2006 da er

er : [post n° 69797]

Uffico o deposito?

Quesito: un ambiente chiuso su tre lati da muri e uno(o eventualmente 2 lati) da vetrata con porta scorrevole, quindi privo di ricambio naturale d'aria, deve essere per forza adibito a deposito? O avendo una parete "aperta" verso un ufficio sufficientemente areato può essere utilizzato anch'esso come ufficio? Sapreste indicarmi la normativa che fa riferimento a ciò? grazie mille in anticipo!
delli :
l'unica possibilità e di avere il ricambio d'aria artificiale per sopperire alla carenza di aer. naturale... oppure sulla carta lo chiami, che so, archivio (o locale senza permanenza di persone in genere) e poi ci metti il povero diavolo che vivrà otto ore della sua giornata in un locale che prende l'aria da un altro locale...
comunque senti l'asl di riferimento.... magari c'è qualche norma che non conosco specifica per gli uffici nel tuo comune...
bye bye
Ronin :
NON chiamate MAI archivio un locale che non lo è: per gli archivi (stante la quantità di materiale infiammabile che contengono) esistono STRINGENTISSIME normative antincendio, per cui è un rimedio peggiore del male...
delli :
è vero ronin... mi è "scappato" archivio visto che è un termine che può essere male interpretato... meglio scrivere ripostiglio ... insomma il concetto è: NON può essere locale con presenza di persone (se non temporanea)
bye bye
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.