primi passi - breve questionario

messaggio inserito giovedì 5 gennaio 2006 da ww

ww : [post n° 70071]

primi passi - breve questionario

ho un dubbio.
io sto per iniziare finalmente a lavorare in uno studio.
chiedo a voi che ci lavorate (spero) da più tempo.
1) quali sono le vostre prospettive? in proprio o continuare dove siete per tentare la 'scalata'?
2) avete rapporti con la committenza?
3) riuscite a mettere qualche soldo da parte?
4) avete tempi morti in cui non si lavora?
5) com'è il rapporto con i colleghi?
6) quelli più giovani stanno 'sotto' di voi?
7) il vostro studio partecipa anche a concorsi di idee?
8) culturalmente vi riunite in briefing dove confrontate le vostre ipotesi progettuali per scegliere la strada 'migliore'?
9) il vostro capo vi gratifica?
10) dopo i primi tempi, vi vengono riconosciute dai colleghi le competenze apprese?
11) i colleghi più giovani ma più raccomandati di voi vi sono passati davanti?
12) avete scelto voi di cosa occuparvi o, scelti dopo il colloquio, siete stati collocati dove c'era bisogno (a prescindere dalle vostre 'inclinazioni' o competenze) ? ad esempio se hanno visto che sapete usare bene photoshop, 3dstudio o siete bravi in modellazione ma siete appassionati di particolari costruttivi, vi han preso per fare render o 3d?

grazie a chi mi risponderà
saluti
lorenzo :
andiamo per gradi

1) in proprio, anche se è difficile; per ora lavoro in uno studio per poter arrivare alla fine del mese, ma faccio qualcosina di mioù
2) non molti, ultimamente qualcuno in più
3) si con difficoltà
4) tutto il giorno, se no non romperei le scatole qui tutti i giorni
5) buono
6) non centra l'eta. Centra l'anzianità
7) no. assolutamente! Non portano guadagno; se mai ogni tanto mi diletto io
8) Ah Ah Ah. Puntualmente il mio capo fa dei geroglifici insignificanti (espleta la sua attività progettuale); poi noi dello staff progettiamo "seriamente" mantenendo un qualcosina vagamente somigliante a quello schizzo
9) Faccio i salti di gioia... . Oh.... Come mi sento gratificato
10) Tra colleghi credo ci sia stima reciproca; anzi penso di poterlo affermare
11) No, anche se ci sono stati episodi ... più non posso dire
12) Sono anni che lavoro in questo studio, di piccole dimensioni, in cui tutti fanno tutto (progettazione, computi metrici, grafica e render, ecc). Per me meglio così.

Divertente questo test.
Ciao
massimiliano :
Mi diletto anch'io a rispondere al test...mi ricorda tanto quelli che si fanno sotto l'ombrellone! (perdonami la battuta)
Io posso dirti la mia dal momento che ho lavorato in 3 studi a Milano e collaboro con studi qui da dove scrivo negli USA:

1) penso che il sogno di tutti sia mettersi in proprio ma dipende molto dalla capacita' imprenditoriale, dal "talento' e cosa fondamentale dalle pubbliche relazioni che ti danno il pane!
2) in Italia mai e poi mai....mica che poi capiscono che il collaboratore e' piu' bravo e costa meno (perdonatemi avevo il rospo in gola da anni!!!) in america, nei grossi studi assolutamente si.
3)decisamente dipende dal tuo tenore di vita...conosco gente che con 500 euro al mese e' riuscita a comprarsi il monolocale e gente che con 3000 euro non arriva a fine mese!
4) in italia piuttosto che vedermi a zonzo mi facevano passare il vetril sui tavoli, schermi e vetrate!!! o andare a prendegli i figli a lezione di pianoforte!
5) in genere ottimo e di grande complicita' ma a volte e' capitato l'invidioso che metteva zizagna...eliminato con puntine sullo sgabello!
6)non e' una caserma, a volte qui in america ti arriva il "figatello" che ha 7 master e nel tempo perso cura docenze alla Columbia University (la esagero un po'!) ma veramente non e' un fatto di eta'...semmai chi e' da piu' tempo nello studio conosce meglio i clienti e l'impronta che lo studio vuole dare.
7) Molti studi hanno adirittura uno staff dedicato altri lo considerano tempo perso..dipende veramente dallo studio!
8)in italia mai! il briefing e' quella cosa che farfuglia il boss mentre lo vedi passare dalla macchinetta del caffe' al suo ufficio, in Usa e' un appuntamento fisso ogni Lunedi' o venerdi' che sia con tutti gli attori del progetto.(ma succede anche nei grandi studi italiani)
9)assolutamente si...in Italia ogni giovedi'...mi mandava a lavargli la macchina
10)in genere ovunque si cresce insieme e non e' facile quantificare quanto si e' appreso ma poi ti ripeto che con i colleghi si crea sempre un rapporto di complicita'.
11)mai successo.. ma penso possa capitare ovunque!
12)nei piccoli studi si fa' di tutto un po nei grossi studi c'e' molta specializzazione e ognuno cura un aspetto ben definito.

un consiglio...prendila veramente nel modo piu' sereno possibile!
Buona fortuna!
alinger :
1) Ho tentato la scalata, mi sta andando bene
2) ora si, prima in altro studio no
3) prima assolutamente no, anzi ci rimettevo
4) ora si, prima ero sorvegliato dai "kapò"
5) rapporto molto competitivo (nel senso peggiore del termine)
6) io ero il più giovane e stavo sotto a tutti
7) magari si ma non ero informato
8) il briefing si faceva ma non tutti erano invitati (io per esempio)
9) sorvoliamo
10) assolutamente no, c'è una precisa strategia nel farti sentire impreparato
11) io ero il più giovane ed ero l'ultimo gradino ma i figli del capo (ancora studenti) erano mooolto sopra di me
12) non si sono posti il problema, mi hanno dato il pc e disegnavo per loro

Ora ho un piccolo studio mio, nessun collaboratore solo qualche esterno ogni tanto. Mi ritengo un fortunato.

saluti
mansa :
mi sto divertendo a leggere le risposte sembra un bel gioco.

1)ho provato la scalata, ma ora mi sono messo in proprio ricominciando da zero perchè ho cambiato regione
2)non avevo assolutamente rapporti, se ne guardavano bene dal farmeli conoscere!
3) pochino(speriamo sia per ora)
4) spesso,penso un po tutti
5)era ottimo con quasi tutti, qualche problemino con qualcuno...
6)concordo con lorenzo conta l'anzianità
7)si partecipava, ma stendiamo un velo PIETOSO sulla conduzione! ora io non ho tempo ma vorrei cimentarmi.
8)ci si riuniva, spesso era per farsi spiegare le cose, visto che non ne sapeva una(uno studio in particolare)
9)ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah
10)personalmente si!
11)a me personalmente mai capitato, ma so che succede spesso!
12)di tutto di più

naturalmente le mie risposte erano riferite a quando ero dipendente, ora sono per conto mio, sono all'inizio quindi non è che le cose vanno benissimo però confido in un futuro meno traumatico(forse mi prendo in giro)
grazie per il gioco è stato divertente! alla prossima
ema :
mi sorgono dei dubbi:

1- sei un giornalista che vuole scrivere un'articolo sulla n.s. categoria e stà cercando materiale. Titolo dossier: la generazione suicida
2- sei uno studente di psichiatria che stà preparando la tesi e ha bisogno di dati
3- sei un'architetto che ha perso la memoria e stà cercando di capire partendo da 0 come può fare l'architetto cercando di far quadrare i conti.
4- sei un mattacchione che si diverte a prendere per i fondelli se stesso e la categoria.
5- hai assunto troppe sostanze stupefacenti
6- sei in procinto al suicidio e vuoi capire in extremis sa hai sbagliato solo tu (no, nn solo tu!!!)
7- Volevi prendere la pillola diversa, ma ormai tornare in matrix nn è più possibile
8- speri in Nio, ma Morfeo nn l'ha ancora trovato
9- hai avuto una piccola indigestione e questi sono i postumi

ciao e buonanotte a tutti.
ww :
no sono solo un ragazzo che sta per iniziare a lavorare (lo ripeto) e vorrei farmi un'idea di quel che mi aspetta in base alle esperienze di chi già sta lavorando.
tu che sei nella joyciana dublino potresti raccontare anche la tua...magari non come oSAKA.
avrei voluto aggiungere una 13ma importantissima domanda...ma non credo ci sia qualcuno disposto a rispondermi sinceramente (se fa parte della categoria...'raccomandati')
la 13 sarebbe stata:
13) come siete entrati nello studio?
e la 14se avete risposto 'rispondendo ad annuncio da web' chiederei
14) sapevate come lavoravano nel vostro studio?
(se è vero che la gente viene assunta così...mi chiedo infatti come si possa rispondere ad un 'offro lavoro' e avere un colloquio con un architetto che gestisce uno studio di cui non sappiamo nemmeno il nome preciso e, quasi sempre, di cui non sappiamo nemmeno come progettano (anche solo a livello estetico)...
ciao
Ju :
1- la scalata partendo dalle dipendenze non è mai stata nei miei pensieri.son qui per veder eun pò come si vive la fuori nel mondo del lavoro reale.intanto imparo cose che all'univers nn avrei mai imparato.
magari varierò diversi studi per cui lavorare, lo spero,e intanto farò collaboraz con altri e forse qlcsa da sola.
ma appena sarà possib mi metterò in proprio,magari uno studio assoc.è sempre + proficuo confrontarsi almeno con 1 altra persona.
2-per ora no.ma potrebbe capitare di lavor in proprio x qlcosa..
3-soldo da parte?ma lasciamo perdere...se ti dico qnto prendo mi ridi in faccia..per nn piangere.mi basta giusto per la benzina.
4-nessun tempo morto,anzi,troppe scadenze per troppe cose.in studio si prendon lavori continuamente
5-solidale.come gli operai tutti uguali alle dipendenze dell'imprenditore
6-no.giovani e meno giovani son tutti alla pari. stanno sopra solo i capi.
7-no,ma ogni tanto uno dei capi afferma che si potrebbe fare.io son arrivata con queste idee,mi son laureata con un concorso.ma nn c'è tempo.troppo lavoro
8-prrrrrrrrrrr è una battuta per far ridere.sai cosa vuol dire produrre produrre produrre..il briefing è perdita d tempo.lo fanno eventualm i capi qndo il progetto è per entrambi,altrim decide il capo col committente ed eventualm al momento di disegno al pc ci puoi mett un pò del tuo sulle cose non definite ancora.ma tutto poi va al vaglio dei capi..
9-Il mio è piuttosto gentile, cordiale diciamo,apprezza le iniziative, anche se poi logicam ci mette mano;l'altro è un cultore vero e proprio,ascoltarlo mentre parla di architettura è un piacere enorme, e questa mi sà è proiprio l'unica gratifica che ho
10-riconosciute?son sotto gli occhi di tutti..
11-non esiston livelli,tutti uguali,più giovani o meno giovani..stesso trattam economico
12-personalmente sono ferrata nelle cose che più mi piacciono,perchè son quelle che ho voluto sviluppare maggiorm io studiando..e da sola..però nonostante le mie competenze ilmio lavoro va dove c'è bisogno...se son piante e sezioni va lì...e per ora lì si è fermato..

SPERO DI ESSERTI STAT UTILE,CIAO CIAO
ww :
grazie.
riguardo il punto 8 ricordo che l'anno scorso, quando ancora dovevo superare l'esame di stato, ero andato per curiosità ed informarmi nello studio arassociati (quello milanese che era di aldo rossi - ma credo che tu lo conosca).
là ho potuto vedere la loro sala briefing con tavola ovale e proiettore etc. mi spiegavano che si riunivano sempre per discutere e decidere. ma quello è uno studio di associati. probabilmente negli studi piccoli o quelli gestiti da uno solo...gli ordini partono sempre dall'alto. diciamo che a me piacciono gli studi fatti così. dove eventualmente rimanendo all'interno c'è la possibilità (pur restando all'ombra) di contribuire con le proprie idee e non svolgere un lavoro (o realizzarlo) quasi esclusivamente conformemente agli ordini di un solo capo.
grazie ancora!
ciao
KS :
IN LINEA CON QUANTI PRIMA DI ME ESPRIMO E RIPORTO LA MIA ESPERIENZA DI VITA:
1) ADESSO SONO IN PROPRIO O MEGLIO CON ALTRI PROFESSIONISTI ABBIAMO UNA SOCIETA'. ALL'INIZIO PERò LAVORAVO COME GEOMETRA IN UN UFFICIO TECNICO PRIVATO PER POI PASSARE PART-TIME IN UN COMUNE. A LAUREA CONSEGUITA (ING. CIVILE), E CMQ GIà DA PRIMA , LAVORAVO ANCHE QUALCOSA PER CONTO MIO. CON LA LAUREA CMQ HO COMINCIATO CON I C.A. E POI CASETTE E VIA DICENDO.
DOPO LA LAUREA IN PTUA (URBANISTICA) MI SONO DEDICATO E DEDICO ANCHE A PIANI, VAS, VIA, ECC.
2) ALL'INIZIO NO, NEL SENSO ERA IL "CAPO", INFATTI ME NE SONO ANDATO!
3) ALL'INIZIO? NOOOOOO ANCHE PERCHè VIVEVO DA SOLO E FREQUANTAVO L'UNIVERSITà. ADESSO NON POSSO LAMENTARMI
4) MAI AVUTI!!!! PER 5 ANNI NON HO FATTO UN GIORNO DI FERIE!!!!!!!!
5) QUELLO è SEMPRE STATO BUONO ORA OTTIMO ANCHE PERCHè ADESSO SONO QUASI TUTTI AMICI
6) COLLABORANO CON ME RAGAZZI NEOLAUREATI E/O DIPLOMATI IN UN LIVELLO DI PARITA';
7) ALL'INIZIO DA DIPENDENTE NO, ORA FACCIAMO ANCHE CONCORSI;
8) ASSOLUTAMENTE SI! è INDISPENSABILE QUANDO LAVORI IN EQUIPE DI 10 PERSONE E PIù CON SPECIALIZZAZIONI DIVERSISSIME (ARCHITETTI-RESTAURATORI, URBANISTI, ING. STRUTTURISTI, ING. IDRAULICI, AGRONOMI, ECOLOGI, ECC.)
9) ALL'INIZIO.....LASCIAMO PERDERE...SPERO ADESSO DI ESSERE UN "BUON CAPO";
10) IDEM
11)A VOGLIA...! PENSI ESISTA LA MERITOCRAZIA IN ITALIA?
12) ALL'INIZIO FAI DI TUTTO PERCHè EFFETIBVAMENTE NON SAI POI MOLTO. ADESSO DECIDO SEMPRE IO COSA FARE....QUASI SEMPRE!
COMUQNUE CORAGGIO: IL MONDO LA FUORI NON è COSì TREMENDO! BISOGNA "AGGREDIRLO" PER NON FARSI SCHIACCIARE...IO ALMENO HO FATTTO COSì.

KS
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.