Auto uso promiscuo

messaggio inserito domenica 8 gennaio 2006 da roky

roky : [post n° 70188]

Auto uso promiscuo

Dovrei COMPERARE UN'AUTO NUOVA ed ho un dubbio: immatricolandola ad uso promiscuo da una parte c'è la convenienza perchè scarico il 50% dell'iva sui costi di gestione e sull'irpef il 50% dell'importo dell'auto, ma nello stesso tempo, essendo considerata capace di produrre maggior reddito, forse aumenterei l'importo minimo calcolato con quegli stramaledettissimi studi di settore! Vorrei sapere : in che misura? Quanto dovrò dichiarare in più? L'auto costa circa 14000 euro!
roky :
Vorrei saper in aggiunta al primo quesito, quanto è il minimo che dobbiamo dichiarare noi architetti al primo anno di P.I.? E se non si è fatturato nulla?Che fanno ci mangiano vivi?
lorenzo :
ti dico solo alcune cose che non so, altre le ipotizzo, sperando che qualcun altro risponda:
Non mi sembra (ipotizzo) che l'iva scaricabile, ma credo solo l'irpef.
Il primo anno (lo so per certo) non ti devi preoccupare perchè non sei assoggettato agli studi di settore, dovrai cominciare a preoccuparti al secondo anno.

Per il meccanismo dello studio di settore , se tu dichiari di aver sostenuto un costo (l'automobile) il tuo reddito professionale netto si abbassa, e quindi se non conforme ai parametri dovrai innalzarlo e pagare più tasse.
lorenzo :
... alla prima riga... solo alcune cose che so!
altrimenti sarei scemo
Ronin :
per sapere quanto dovreste dichiarare secondo lo studio di settore, scaricate il software gerico dal sito www.agenziaentrate.it e compilate i suoi (innumerevoli) campi.
La pena per chi non si adegua non è la fucilazione nella schiena, ma la possibilità di subire un accertamento da parte della finanza (e lì, se avevate qualcosa da nascondere, sono dolori... se non avevate niente da nascondere, sono un mare di seccature)
gil :
Per quanto riguarda l'automobile, ha ragione Lorenzo: non puoi scaricare l'IVA, ma puoi scaricare dal reddito, nell'arco di quattro anni, il 50% del costo comprensivo di IVA.
Lo stesso criterio vale per le spese di gestione, con la differenza che possono essere detratte interamente corso nell'anno in cui vengono sostenute.
Per gli studi di settore, non esiste un minimo uguale per tutti: dipende da una serie di parametri che variano a secondo della situazione personale di ognuno.
Ti consiglio di farti fare dal tuo commercialista una simulazione che utilizzi i tuoi dati specifici: in questo modo potrai valutare la convenienza o meno di avere un'automobile ad uso promiscuo.
Ciao
gil :
Ho provato ad utilizzare Gerico, ma non è affidabile e, a parità di dati inseriti, mi porta a conclusioni vistosamente diverse da quelle del mio commercialista.
Ronin :
non scherziamo: davvero il tuo commercialista ti ha richiesto tutti quei dati? In tal caso meriterebbe MOLTA pubblicità, è un caso più unico che raro.
Gerico è l'unico metodo riconosciuto dalla legge, anche il tuo commercialista lo usa (o magari usa un software specifico che si interfaccia con gerico automaticamente), perciò se il tuo commercialista dice 100 e gerico dice 80, e non hai sbagliato qualche dato, semplicemente TU hai inserito TUTTI i dati, il commercialista ne ha inserito solo qualcuno (e quindi ovviamente a lui viene fuori che devi pagare di più; tanto sei tu che paghi...).
gil :
Ho già scritto qualcosa del genere prima di Natale: spero di non annoiarti se mi ripeto!
In dicembre ho installato Gerico e ho inserito gli STESSI dati(giusti o meno) che figurano negli studi di settore allegati a giugno alla dichiarazione dei redditi: il senso dell'operazione era semplicemente quello di addentrarmi nel meccanismo, visto che ormai non posso più cambiare niente per quanto riguarda il 2005.
Una volta inseriti i dati (verificati più volte). ho agito sulle variabili "reddito" e "volume d'affari".
Dapprima ho ipotizzato un reddito molto basso, 2000 €. Risultato: non congrua, servono circa 3000 €.
Allora ho ipotizzato un reddito di 7000 € : non congrua, stavolta ne servono 9000!
Aumentando progressivamente, finalmente con 11.000 € sono risultata congrua!
Il commercialista mi aveva detto che, nel mio caso, la soglia minima di congruità era di 18.200 €.
Non riesco proprio a capire dove stia l'inghippo!
delli :
si può detrarre il 10% dell'iva sull'acquisto dell'auto (ovvero il 2% del costo totale)
bye bye
roky :
OK vediamo se ho capito, riassunto :la mia auto costa es. 10.000+iva imm. ad uso promiscuo deduco 5000 euro dal reddito?Detraggo il 50% dall'iva; e scarico il 50% dell'iva della benziana e dell'usura?
delli :
se la tua auto costa 10.000 + 2.000 di iva detrai di iva 200 euro (10% dell'iva o 2% dell'imponibile)
il 50% è (mi pare) sul carburante e le spese di manutenzione varia...
il valore dell'auto viene poi ammortizzato in "n" anni (ma su questo non so aiutarti... non ho mai approfondito con il commercialista)
bye bye
lorenzo :
Ciao Delli; sei sicura che l'iva si può scaricare?
delli :
io ho preso l'auto l'anno scorso (set 2004) e ho scaricato quella cifra (10% dell'iva) come da istruzioni del mio commercialista... il mio collega ha fatto stessa operazione qulache mese dopo (luglio 2005) e anche il suo commercialista (quindi soggetto diverso dal mio) gli ha fatto dedurre la stessa cifra...
bye bye
roky :
Amici detrazione è diverso da deduzione...o capito che scarico direttamente il 50% dell'iva ossia su 2000 euro di iva 200 euro ok, ma mi sembra che ci sia anche la possibilità di dedurre il 50% dell'importo totale dell'auto dalle tasse, ossia se dichiaro di aver guadagnato 10000 euro ora potrò dichiarare 10000-il 50% dell'auto, quindi pagherò tasse su in importo minore!
Ronin :
di valore superiore a 516 euro, la deduzione va "spalmata" su più anni (si chiama ammortamento, per l'appunto); quanti anni, dipende dalla categoria del bene (5 anni per le auto? non vorrei dire una sciocchezza)
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.