Distanza traliccio e cavi enel

messaggio inserito venerdì 28 luglio 2006 da alberto

alberto : [post n° 90723]

Distanza traliccio e cavi enel

Buongiorno, volevo sapere se esiste una distanza minima di legge tra i nuovi edifici da costruire ed i tralicci ed i cavi degli elettrodotti. So che il DPCM 8/7/2003 fissa l'obiettivo di qualità di 3 microtesla, per l'esposizione. Grazie
Ronin :
i cavi sono interrati, non mi risulta che ci siano distanze minime da rispettare.
Per il traliccio, parliamo della media o dell'alta tensione? Perchè per la media tensione c'è la servitù coattiva.
alberto :
I cavi non sono interrati.
Cosa intendi per la media tensione c'è la servitù coattiva?
E' un traliccio dell'alta tensione.
Grazie, Ciao
delli :
distanze come da DPCM 08/07/2003 a raggio 28-18-10 metri a secondo della potenza (380-220-132 kW)
bye bye
alberto :
innanzitutto grazie a tutti per la collaborazione.
Le distanze a raggio 28-18-10 metri si intendono dal centro del traliccio, visto in pianta? Ci sono distanze da rispettare anche in altezza per la distanza dai cavi? Grazie ancora saluti
delli :
no a raggio dai cavi... il traliccio non emette nulla... almeno che io sappia...
bye bye
Ronin :
si chiamano linee aeree (i cavi sono quelli che hanno l'isolamento intorno, e per alte/medie tensioni sono posati interrati).
C'è una legge che consente all'enel (servitù coattiva di elettrodotto si chiama) di impiantare i pali della media tensione ANCHE nelle proprietù altrui, se lo ritiene necessario; c'è stato anche un referendum tempo fa, che non ha raggiunto il quorum.
Come dice delli, i 28-18-10 metri si valutano "in prospetto", cioè in linea retta dalla linea al confine esterno (=muro o tetto) del fabbricato.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.