un consiglio da un tecnico amico...??

messaggio inserito venerdì 25 agosto 2006 da lalla

lalla : [post n° 91983]

un consiglio da un tecnico amico...??

Salve e grazie in anticipo a chi mi darà un consiglio!!
mi servirebbe al volo un consiglio professionale
il mio problema è questo:
abito in una palazzina di 3 piani fuori terra composta da p.terra con due garages e un giardino diviso a metà per le due proprietà, al primo piano l'appartamento di mia proprietà e al secondo piano l'appartamento di un'altra persona, abbiamo scale e ingresso in comune.
Questa persona con cui non sono tanto in buoni rapporti stà risistemando un deposito-magazzino, che ha condonato, localizzato nella sua parte di giardino in aderenza alla casa. Ha appena ottenuto il permesso di costruire dal comune, nel quale si vede che si attaccherebbe al suo garages con questo casottino.
Il mio problema è che rispetto a come era prima, si è alzato in altezza, e nel nuovo progetto supera il marcapano di oltre ml.1.20 andando a coprire con la copertura a due falde, una parte del mio appartamento (del primo piano) che al momento è senza finestre (ma non esiste nessun impedimento per poterne aprire).
Se, come avevo intenzione fra qualche tempo, volessi aprire una finestra in quella zona che corrisponde al mio soggiorno per colpa sua non potrei più....ma secondo voi è legale ??? io non posso fare niente per impedire questa cosa ??
spero di essermi spiegata e che abbiate potuto capire la situazione...mi servirebbe un consiglio....ho cercato su internet ma non riesco a capire dove posso documentarmi in merito a questo specifico problema qualcuno mi può dare una dritta non sono del settore e vorrei capire quali sono i miei diritti..???!!! in oltre non volevo andare a lamentarmi in comune senza sapere se ho qualche diritto!

grazie di cuore!
fra :
prova nel codice civile...nel capitolo delle proprietà lì come mi avevano consigliato ho trovato la normativa sulle finestre...
nico_cad :
bisognerebbe vedere cosa ha presentato in comune, visionare il progetto insomma.....
se si è "allargato" sarà costretto a demolire, basta chiamare i vigili urbani...
ma se il progetto corrisponde a realtà....non hai molte speranze.
lalla :
ciao nico..
sì..ho visionato il progetto in comune ed è quello che mi ha lasciata sconvolta... mi chiedevo se ci poteva essere qualcosa che facesse rispettare i miei diritti di poter aprire una finestra in quel pezzo di muro dal mio appartamento...!
La mia realtà è che prima avrei potuto tranquillamente ora con quel "baraccone" davanti no!!!
comunque guarderò sul codice civile se c'è qualcosa !
grazie per i consigli!!!
Roberta :
Seguendo i vostri discorsi mi è sorto un dubbio:" ma si può aumentare la volumetria di immobili oggetto di condono?" Perchè se è così non credo tu abbia grandi speranze!
nico_cad :
per roberta...ovviamente no!!!!
di solito si condona qualcosa che è stato costruito per cui NON si può fare abuso su abuso con ulteriore aumento di volumetria.

per lalla, dai si un'occhiata al codice civile ma potresti benissimo fare una denuncia ai vigili urbani che nel giro di pochi giorni passerebbero a fare le dovute verifiche!!!

non resta che dirti: in bocca al lupo anche perchè se vi vedete sul pianerottolo poi inevitabilmente finireste a discutere, questo però non deve considerarsi una scusante per subire un'abuso...
ciao ciao
Roberta :
OK! nico mi pareva...il dubbio mi è sorto perchè nessuno aveva sollevato la questione pertanto ho pensato di dire una fesseria!Grazie per la conferma.

per Lalla: direi che la soluzione sta in qs...se il deposito è stato condonato il Comune stesso non può dare autorizzazione per costruire....se ottiene l'autorizzazione allora c'è qls. che non va e come ti consiglia Nico vai dai Vigili.
Ciao
desnip :
Non può essere che pur essendoci un condono, un immobile possa essere oggetto di ampliamento o comunque di trasformazione, perchè nel frattempo è mutato il prg ed è possibile fare altro volume?
nico_cad :
si va sul giuridico pesante...in questa discussione.
io non sono addentratissimo alla questione ma i prg non sono retrattivi.
tu abusi, condoni, il comune cambia il prg ma non credo proprio che dall'abuso di una casetta porta attrezzi possa uscire una reggia....
il premio abusivi dell'anno l'ha vinto il vicino di roberta che ha innescato l'ignoranza in cui sono sommerso!!!!
delli :
fate benee attenzione: tutti i permessi, le autorizzazioni e le licenze varie rilasciate da un qualsiasi ente sono SEMPRE FATTI SALVI I DIRITTI DI TERZI... quindi il fatto che sia stato rilasciato un permesso (o condono che dir si voglia) che autorizza un intervento che , in qualche modo, limita o nega un diritto di terze parti (in questo caso, se ho capito bene, di te vicino confinante-adiacente) il permesso rilasciato perde validità... (ovviamente bisogna dimostrare la perdita del diritto)
bye bye
Roberta :
non credo che si possa fare...mah! certo che il dubbio rimane anche perchè potrebbe non essere una cosa tanto assurda...mi sa che la prima volta che vado in Comune mi informo...se mi ridono in faccia ve lo dico!
ks :
ricapitoliamo, correggimi se sbaglio:
1 il tuo vicino ha realizzato un volume abusivo ora condonato;
2 realizza un intervento di ristrutturazione con ampliamento

occorre ricordare che:
1. il condono è sempre fatto salvo diritto di terzi, ovvero se nel condono c'è qwualche vizio puoi sempre impugnarlo e chiedere la rimessa in pristino qualora leda i tuoi diritti. se lui ha condonato probabilmente ciò è vero, altrimenti avrebbe fato una sanatoria ordinaria no?
2 se invece il condono rientra nel rispetto normativo non c'è molto da fare, dato atto che se non esistono già vedute su quella parete risulta difficle impedirgli l'ampliamento
3 amp'lioamento possibile se e solo se rispetta paramtri urbanistico - edilizi: distanze, limiti volumetrici, ecc.

verifca questo e buona fortuna

saluti

ks
lalla :
ma in questo sito siete efficentissimi nelle risposte!!!
mi scuso per non aver partecipato prima alla discussione!
allora....io non conosco bene i termini tecnici..comunque proverò a chiarire..

il condono era già stato fatto e concesso tempo a dietro per le dimensioni e volumetria effettive e corrispondenti alla realtà.
Ora il mio vicino di punto in bianco ha deciso di ristrutturare questo "casottino" e per fare ciò ha ottenuto il permesso di costruire nel quale ha demolito completamente tutto...e stà ricostruendo con fondazioni che prima non c'erano...con le stesse misure del perimetro però si è alzato arrivando all'altezza del mio appartamento che è al primo piano (prima stava sotto il marcapiano) ora arriverebbe una altezza di circa 1.20/30? oltre il marcapiano ...in questo modo mi chiude la famosa parete e io in futuro non potrò mai aprire una finestra in quella parete...al limite forse solo un finestrino alto....boo??
Il mio dubbio è non doveva avere il mio permesso per attaccarsi a quella parete e aumentare l'altezza???poteva aumentare l'altezza??
spero di essere stata più chiara ..comunque grazie questa discussione mi stà risultando molto utile...grazie a tutti!!!
ks :
stando alla descrizione lui può:
1 - fare una demolizione con ricostruzione;
2 - fare una demoliaizone con ricostruzione ed ampliamentio (famosa ristrutturazione "pesante")
3 - può alzarsi

effettivamnte se il muro è tuo potrebbe fare una sopraelevazione in aderenza (quindi con le suestrutture non dve penetrare nel tuo muro) se è parete cieca, ovvio, altrimenti scaterebbero le distanze dm 1444/68. in realtà se il muro fosse tutto tuo essendo diversa propietà potrebbe (uso il condizionale9 il tuto comune regolantare la costruzione in aderenza con atto registrato e trascritto. però potrebbe anche essere che il muro sia in comunione (e qua è tutto dire) e allora la cosa cambia, nel senso che lui potreebbe sopraelevare comunque in aderenza e con parete cieca non rispettare le distanze dm 1444/68

aumento altezza: si lo può fare fatto salvo quanto sopra e soppratutto rispetto limiti prg

apertura finestra: fai attenzione perchè in futuro se apri una finestra devi rispettare quanto previsto da c.c. per luci ma soprattuto vedute e con quello che dici credo ti sarà difficile, al massimo una luce che non è, scusa il gioco di parole, propio il massimo.

saluti

ks
lalla :
ok! chiarissimo....alla luce di queste delucidazioni lui ha fatto tutto secondo le regole senza apropriarsi di diritti o proprietà non suoi...vero?
bhe! se è così non voglio fare del casino volevo solo essere sicura che quello che ha fatto rispetti la normativa e le leggi...sembra proprio di sì da quello che mi dici...!
ti rigrazio moltissimo!
delli :
io una girata in comune per chiedere un chiarimento circa il rispetto dei tuoi diritti la farei comunque...
bye bye
nico_cad :
ehi lalla quoto delli e in comune ci andrei anche io .....ora visto che si discute di sta cosa da parecchio qualcuno in comune ci deve andare e vogliamo sapere come finisce!!!!!
ciaooooo
ps ovviamente scherzo ma un giretto lo farei anche io!!!
ks :
concordo con delli e nico_cad: passa in comune. anche perchè io mi sono espresso su una situazione che non conosco come tecnico, non so che storia urbanistico-ediliza abbia avuto, ecc.

e sono curioso di sapere, da tecnico comunale, cosa ti diranno. a proposito in che comune sei?

saluti

ks
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.