Parcella

messaggio inserito giovedì 14 settembre 2006 da Marco

Marco : [post n° 94237]

Parcella

Un cliente non vuole pagare. Ho preparato la DIA, fatto il rilievo, due soluzioni progettuali per un appartamento di 100 mq, ho fatto la Direzione lavori, farò la fine lavori. L'importo è di 50000 euro. Ho fatto due conti con la tariffa on line ma non so come giustificare e quantificare la parcella per la DIA.. Il cliente dice che per la Dia sono matto se gli chiedo più di 500 euro. Quanto è giusto chiedere senza svendermi? Grazie Marco
urba :
secondo me dovresti chiedere 7500€ all inclusive...
luca :
Quello che non capisco è come hai fatto a lavorare senza avere acconti sulla tua prestazione.
Di norma, come il cliente paga l'impresa a successivi stati di avanzamento così viene pagato l'architetto/ing. o geometra.
Non ha senso e non è corretto aspettare la fine dei lavori. Per il caso specifico penso che la cosa migliore sia avere un incontro con con il diretto interessato e consegnare una relazione su tutte le cose che hai fatto, e ,di massima, anche il tempo impegnato (es. segnare, sempre di massima, le visite come direttore lavori...).
Spero che tu risolva la tua situazione ma c'è stato (non voglio fare il professore) una leggerezza da parte tua.......cmq buon lavoro
Guido :
basati sul calcolo della tariffa secondo le lavorazioni e il tempo che hai impiegato. Sul sito degli architetti di roma la calcoli voce per voce, anche se ora non esiste un minimo tariffario ma almeno parti da lì.
comunque il cliente è fuori di testa a darti solo 500 euro. quelli così li prenderei a calci...
arte :
vai all'ordine e fatti fare una consulenza da uno dei loro avvocati.hai una lettera d'incarico?se non ce l'hai potrebbe essere un problema...(eventualmente c'è sempre l'opzione amico che fa boxe sotto casa del committente non pagante;-)
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.