ritenuta d'acconto

messaggio inserito lunedì 11 gennaio 2010 da greta

greta : [post n° 219349]

ritenuta d'acconto

Dubbio: su fattura a un amministratore condominiale la ritenuta d'cconto da versare è il 20% o il 4% dell'imponibile?
Grazie mille!!!
221 :
è una prestazione professionale? se così fosse non puoi emettere ricevuta con ritenuta d'acconto, devi aprire P.IVA, la ritenuta d'acconto puoi usarla come semplice disegnatore nn come architetto e in ogni caso è il 20%...
greta :
dunque, io ho regolare p. iva solo che l'amministratore sostiene che devo emettere fattura con ritenuta d'acconto calcolata al 4%...mentre io l'avevo fatta al 20%. Vorrei sapere se ha o meno ragione!! Grazie mille.
221 :
la ritenuta d'acconto è del 20% non esiste quella del 4% se l'amministratore dice così è perchè vuole pagare meno tasse.
Se hai regolare P.IVA devi emettere fattura con tanto di iva (che dipende dal regime con cui operi) e 2% inarcassa. Comunque dai un oochiata a questo link:
www.professionearchitetto.it/tools/fattura/index.html
marte :
l'amministratore di condominio è sostituto d'imposta: quindi verserà lui per tuo conto, all'erario, il 20% della ritenuta. Forse si riferiva al contributo integrativo del 2%, che deve comparire nella tua fattura di architetto (presumo), a meno che la fattura non sia intestata ad altro architetto/ingegnere: visto che si sta decidendo in questi gg se aumentarlo al 4%, forse non vi siete capiti.
geco :
Per i condomini la ritenuta d'acconto è pari al 4%, ma molti amministratori richiedono il 20%.
221 :
Da una breve ricerca sul web ho notato che esiste questa ritenuta del 4% ma come al solito le leggi italiane non sono chiare, quindi difficile capire...prova a vedere qui:
www.fiscoetasse.it/forum/dillo-fisco-e-tasse/35991-ritenuta-dacconto…
greta :
Dunque, ho chiesto nel frattempo a più di un commercialista e sembrerebbe che nei confronti delle imprese sia corretto versare il 4% mentre i professionisti debbano mettere in fattura il 20%. Ciao e grazie a tutti.
tato :
tutto errato!!! la norma in vigore sui Condomini (finanziaria 2007) parla del 4%......Sin dal 1998, si è attribuita al condominio la qualità di sostituto d'imposta; il che significa che ogni qualvolta ci si rifà ad un libero professionista ( avvocato, ingegnere, lo stesso amministratore) per ottenere una prestazione d'interesse condominiale, all'atto del pagamento, il condominio è per suo tramite l'amministratore è tenuto a trattenere per poi versare entro il 16 del mese successivo , mediante il mod. f24 (che per i titolari di partita iva, a partire dall'1/1/2007 non si effettua direttamente più in posta o banca, ma in modo del tutto telematico) la ritenuta d'acconto per un'ammontare del 20% (coincidente con il valore iva) quale appunto sostituto nel versamento della stessa.

Il fine pero' di questo articolo non è tanto quello di fare la su citata precisazione , comunque dovuta, ma che credo oramai conosciuta da chiunque abbia a che fare con il condominio; ma è soprattutto quello di evidenziare un nuovo ed importantissimo adempimento conferito all'amministratore e sulla cui confusione purtroppo ancora si dibatte.

In pratica, con la nuova finanziaria si è infatti arrivati a concludere che il condominio non è più solo sostituto d'imposta (nella misura del 20% ) per i liberi professionisti ma lo diventa anche (nella misura del 4%) per gli artigiani operanti all'interno del condominio, e qui ulteriore confusione; ci si domanda infatti quali artigiani devono essere inseriti e quali no, fino a quali importi bisogna non versarla e oltre quale limite invece si è chiamati a versarla; oggi fortunatamente con una circolare della Confedilizia apparsa su Italia Oggi si arriva a qualche precisazione (o ad ulteriore confusione non dovuta certamente a Confedilizia!!), e nello specifico si è arrivati a concludere che l'obbligo di versare l'acconto d'imposta del 4% sui corrispettivi elargiti dal condominio all'appaltatore si applica unicamente verso soggetti che svolgono attività imprenditoriale, restando pertanto esclusi i piccoli artigiani che non dispongono di organizzazione di uomini e mezzi.

Per ciò che invece riguarda i termini ( e su cui vi è ancora un forte dibattito) si ritiene che gli adempimenti da sost.d'imposta (ossia il versamento della ritenuta d'acconto) siano applicabili alle fatture comunque saldate a partire dal 1 gennaio 2007 anche se relative a lavori effettuati nel 2006, in conclusione quindi si è precisato che per le prestazioni eseguite e fatturate nel corso del 2006 o anche per gli anni precedenti, ma non ancora saldate dal condominio, bisogna far ricorso a principi di carattere generale che consigliano ai condomini (e ai loro amministratori) di eseguire la ritenuta al 4% qualora essi materialmente si vadano a pagare a partire dal 1/1/2007. In conclusione di ciò quindi si puo' in qualche modo arrivare a concludere che devono essere considerate quali prestazioni oggetto di ritenuta:

a) Gli Appalti con imprese edili per interventi di manutenzione o ristrutturazione;

b) Gli Appalti con impresa di pulizia;

c) Gli Appalti con imprese addette alla manutenzione di giardini, piscine o altre parti condominiali;

d) Le amministrazioni di condominio effettuate dalle società.

Al contrario invece dovranno essere escluse dal versamento della ritenuta:

a) Contratti di somministrazione e fornitura enel, gas, acqua;

b) Contratti di assicurazione;

c) Prestazioni d'opera in genere

Proprio su quest' ultimo punto vi sono ancora dei dubbi; la confedilizia infatti consiglia di escludere tutte le attività inquadrabili nel contratto d'opera , quali ad esempio i piccoli artigiani poichè questi ultimi infatti per ottenere il risultato finale si rifanno principalmente al lavoro personale del prestatore d'opera; a differenza invece di chi effettua il lavoro susseguentemente ad un contratto di appalto, con cui la parte terza assume con l'organizzazione dei mezzi necessari e con gestione a proprio rischio, l'obbligazione di eseguire un'opera o un servizio, dietro il pagamento di una somma di denaro, avvalendosi in tale caso di una organizzazione imprenditoriale.

Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.