lavoro pubblico e privato

messaggio inserito martedì 9 marzo 2010 da nikosky

nikosky : [post n° 226009]

lavoro pubblico e privato

ciao a tutti, da un paio di mesi svolgo un lavoro da tecnico per un ente pubbligo con contratto di assunzione a tempo determinato.
visto che il contratto è di questa natura e per rimanere di ruolo ci vorrà un concorso, visto il lavoro non mi fa impazzire e lo stipendio non è molto alto, al momento ho mantenuto aperta la partita iva e lo studio.
lavoro fino alle 15.30 e il pomeriggio ho molto tempo libero che vorrei dedicare alla mia professione senza creare incompatibilità con l'ente per cui lavoro.
alcuni mi dicono che non posso fare lavori esterni, alcuni dicono di si, altri dicono ci vuole una autorizzazione....
qualcuno ha idee più chiare e se serve un'autorizzazione ha un facsimile da poter presentare?

nikosky :
scusate gli errori di ortografia ma sono con un mini portatile....
gigi :
Ciao, devi leggere con attenzione il regolamento specifico per gli incarichi esterni dell'ente per cui lavori ....
In line di principio con un impiego a tempo pieno gli incarichi esterni devono essere autorizzati. Nessun problema se hai un part time.
nikosky :
faccio 36 ore settimanali, diciamo dalle 8 alle 15.20 circa, non ricordo bene...

il dipendente pubblico di norma non può fare due lavori, ma credo che in questa posizione di collaboratore tecnico e con un contratto a tempo determinato posso fare qualcosa, certo non un vero e proprio secondo lavoro ma qualcosa a "tempo perso" per intenderci....

normativamente non so neanche cosa guardare..il CCNL???

intanto grazie...
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.