Deontologia professionale

messaggio inserito giovedì 26 agosto 2010 da olli

[post n° 239186]

Deontologia professionale

chiedo aiuto per una questione delicata
mi chiama un amico e mi chiede una consulenza per il restyling della sua casa con tanto di realizzazione di portico esterno
è stata inoltrata una Dia dal parente geom
che lo ha lasciato a piedi sulle scelte di sistemazione arredo luci materiali etc
vorrebbe affidare a me questa parte dei lavori
senza farlo sapere al geom perchè è molto scocciato del suo comportamento
si ma io come faccio pur volendolo aiutare...
che fare ?
:
ciao Olli,
mi sembra di capire che anche tu come me sei alle prime esperienze di lavoro. Anche a me capita che conoscenti, amici e parenti mi consultino praticamente a cose fatte.
Qual è esattamente il problema? Fare dei lavori diversi da quanto dichiarato nella DIA? Chi dirigerà i lavori? Ti manca il tempo per pensare ad una soluzione illuminotecnica valida?
Non ho capito se il rapporto con il geometra che ha fatto la DIA è chiuso. Mettete le cose in chiaro e tu come professionista cerca di agire in maniera pulita, non sei il servo di nessuno. E poi se un cliente è molto scocciato del comportamento del professionista a cui si si sta affidando o gli toglie l'incarico o chiarisce la situazione.
magari se ci chiarisci la situazione ti possiamo dare consigli più appropriati.
:
forse devo chiarire meglio
lui ha bisogno di un consulenza sulle parte della sistemazione dell'arredo scelta pavimenti ed altri dettagli limitati ma, quello di cui dubito è il fatto che a suo dire non si può sganciare dal parente geometra anche se avrebbe tutto il diritto di mandarlo ......visto che non risponde alle sue aspettative ma intasca solo soldi
tra parentele e amicizia ci sono solo guai lo so

lui mi chiede una cosa limitata e senza dire nulla al geometra però questo va contro il mio modo di lavorare
già ho detto di no ma lui insiste chiedendomi un preventivo perchè vuole iniziare i lavori etc
mi dice o te o un altro perchè il geometra se ne lava le mani e io voglio andare avanti (mi scade la DIA) allora mi chiedo forse al geometra non interessa il lavoro che sarebbe in effetti più da architetto e possiamo dividerci i compiti...?? poi mi rispondo non credo...
comunque la direzione dei lavori la farebbe fare a lui io solo l'arredamento...
posso piangere ??
o arrabbiarmi non so
:
e allora se proprio insiste fai al tuo amico il preventivo per la tua proposta di soluzione di arredo e poi se la vedrà lui. Te ne lavi le mani. A costo di non chiedere alcun compenso per il servizio! Regalo di compleanno o di nozze ... Non è possibile lavorare seriamente se non si può avere un certo controllo. Non è possibile che il nostro lavoro sia solo una rettifica a quello di altri. Ci vuole fermezza!

in bocca al lupo
:
grazie
sono d'accordo ...mi ha chiamato stamani e vuole disfarsi dell'altro chiamiamolo professionista sembra che gli abbia combinato dei casini su altro immobile, dopo un anno dai lavori di ristrutturazione risale l'umidità sulle pareti al PT..
per carità può succedere a chiunque muratori distratti etc ma ho dovuto condividere il suo disappunto
speriamo bene
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.