Buone notizie per i neo iscritti Inarcassa con più di 35 anni

messaggio inserito mercoledì 9 novembre 2011 da redazione p+A

redazione p+A : [post n° 276204]

Buone notizie per i neo iscritti Inarcassa con più di 35 anni

Abbiamo ricevuto oggi la notizia di una modifica allo Statuto Inarcassa che ripristina le agevolazioni per chi si era iscritto entro il 2009 ed ha più di 35 anni.

http://ordine.architettiroma.it/notizie/13858.aspx
[post n° 239725]

La notizia è circolata internamente ad Inarcassa e non è ancora ufficiale. Prima di autodenunciarsi o chiedere rimborsi, consigliamo vivamente di attenderne la pubblicazione in GU e sul sito Inarcassa.

Di che si tratta? Brevemente: chi si è iscritto ad Inarcassa prima del 2010 aveva diritto a 3 anni di agevolazione (metà contributi). La riforma dello statuto entrata in vigore nel 2010 prevedeva invece 5 anni di agevolazione ma fino ai 35 anni. Questa ultima modifica, ratificata a fine ottobre dai Ministeri competenti, ripristina i benefici per coloro che non ne avevano usufruito per 3 anni.

Consigliamo di attendere istruzioni ufficiali da Inarcassa su come procedere per gli eventuali rimborsi o per le sanzioni da recuperare.
Victor :
La notizia non e' circolata internamente ad inarcassa, ma e' stata confermata gia' da qualche mese in una news tutt'ora presente sul sito di inarcassa. La news e' del 31/05/2011 ed e' a questo indirizzo: www.inarcassa.it/site/Home/News/articolo5569.html

Non sapevo che i ministeri avessero gia' ratificato la modifica, che poi era la cosa piu' importante.

Piu' che altro sto provando ininterrottamente da giorni a contattare inarcassa al numero dedicato, ma gli operatori sono perennemente occupati e lasciando il numero non si viene richiamati nemmeno per sbaglio.
step :
Il gruppo di Architetti ed Ingegneri che ha discusso, anche su questo sito, ed che è stato costantemente attivo sul tema dell'abolizione improvvisa del regime agevolato perchè over 35 anni, comunica ufficialmente il raggiungimento del traguardo: la reintroduzione del regime agevolato fino alla scadenza dei tre anni dall'iscrizione se iscritti prima dei 35 anni. Il nuovo cambio di statuto a nostro favore è stato ratificato dalla firma dei due Ministri (Tremonti e Sacconi) a cui spettava l'ultimo importante e definitivo passaggio.
Questo è per noi tutti un bellissimo traguardo pieno di significati; dimostra a noi e ad inarcassa che il dialogo costruttivo può portare a .grandi risultati, e che nell'Italia che stiamo vivendo, l'unità e la coerenza, la correttezza e la trasparenza sono sempre dei valori importanti, ed un modo alternativo per agire.
Da notare però che fa specie che l'Ordine degli Architetti di Roma cavalchi il successo ottenuto solo perchè inviò un documento . Siamo convinti di averlo guadagnato battendoci in prima persona e quotidianamente nell'ultimo anno: un anno fatto di lunghe riunioni serali a definire strategie, a redigere precisi documenti, a comprendere i meccanismi di Inarcassa e dei suoi organi, a contattare, sollecitare, parlare, incontrare delegati, presidenti e direttori della nostra Cassa.
Ma questa è un'altra storia.
Intanto siamo contenti di questo risultato.
ciao
step
Fabrizia :
Fa specie soprattutto che sia l'Ordine che io ho, come altri, personalmente contattato e dal quale mi sono sentita rispondere che questa non era una problematica di loro competenza e che quindi al di là della lettera non avrebbero fatto nulla, a dare la notizia "permettendosi" di darla prima di Inarcassa , prima della ufficialità in modo da prendersene il merito. Aggiungendo al comunicato la penosa frase "Sarà cura di questo Ordine, anche con il supporto dei delegati Inarcassa romani, monitorare la corretta applicazione delle modifiche statutarie a tutela dei giovani iscritti in un momento così difficile per la professione."... tutto un botto se ne interessano guarda un pò...
step :
Purtroppo l'ambiente culrurale e politico italiano è fatto di approfittatori pronti a cavalcare interessi e vittorie non proprie. Un poopulismi senza umiltà tipico degli ultimi tempi.
E questo comunicato dell'ordine di Roma ne è un esempio. A meno che non ci spieghino come hanno agito concretamente visto che solo alcuni delegati romani di Inarcassa, che frequentano per ovvi motivi anche l'ordine degli Arch. di roma, sono stati attivi nella nostra causa. E noi saremo loro sempre riconoscenti.
morrissey :
salire sul carro dei vincitori è una pratica che si perde nella notte dei tempi.
Dietro invece c'è un lavoro svolto con impegno, serietà e tantissimo dispendio di tempo ed energie dal gruppo di architetti ed ingegneri che si è mosso in prima linea, grazie comunque al contatto costante con tutte le persone coinvolte direttamente e con quei delegati di Inarcassa che hanno svolto in modo egregio il proprio mandato, prendendo in considerazione le istanze dei propri rappresentati.
redazione p+A :
La buona notizia è che si è ottenuto un risultato con il contributo di tutti: tanti colleghi, giovani e non, architetti e non, hanno discusso, hanno scritto, hanno sollecitato il delegato più vicino, i quali a loro volta si sono fatti appoggiare dai rispettivi Ordini per dare forza a una petizione che stavolta ha avuto un esito positivo.
È confortante sapere che l'unione, qualche volta, fa la forza, e che l'impegno possa portare dei risultati. Ci volevano far abituare al contrario, e invece...
step :
In tutti i casi dobbiamo ringraziare p+A che a partire dal post di Retta74 del 03/09/2010, ci ha aiutato a ritrovarci e ad unirci per condividere quella che all'inizio sembrava una grande ingiustizia. Ma piano piano, e con una moltitudine di azioni e confronti tra noi, con i delegati, e con i vertici di Inarcassa abbiamo iniziato a sviscerare la questione dall'interno senza urla o petizioni di piazza.
Grazie p+A.
Al :
Fa sorridere davvero quello che si legge! Come sempre la realtà è un altra:

L'UNICA VERA REALTA' E CHE IL RISULTATO E' STATO OTTENUTO GRAZIE AL NOSTRO IMPEGNO E DI NESSUN ALTRO!

Siamo stati abbandonati sia dagli Ordini professionali (visto che non servono a nulla se non a riscuotere la tassa annuale direi di abolirli!) che dal direttivo di INARCASSA. Entrambi hanno dimostrato totalmente la loro inettitudine nell'affrontare le problematiche legate alla questione. Vorrei inoltre ricordare che se non avessimo avviato questa battaglia, (GRAZIE SOPRATTUTTO ALL'IMPEGNO E NON MI SCORDERò MAI DI DIRLO DEI COLLEGHI DI ROMA! E NON ALL'ORDINE DEGLI ARCHITETTI DI ROMA!) a tutt'oggi avremmo versato nelle casse di Inarcassa una somma vessatoria ed iniqua!
Fabrizia :
Grazie P+A anche da parte mia, senza di voi non ci sarebbe un noi. Ma rispetto all'intervento da te fatto devo dire che gli ordini purtroppo sono stati totalmente assenti in questa causa, anzi, ci hanno smontato sulla possibilità di vittoria è stata solo la nostra volontà che ha portato a questo risultato...esattamente come fanno i politici di questo paese che stanno tentando di affossarci seguendo metodologie clientelari piuttosto che meritorie...ci vogliono far credere che non possiamo decidere del nostro futuro invece qquesta battaglia ci deve servire a capire proprio che così non è, è proprio vero che VOLERE è POTERE!!!
Ad Al volevo dire invece che non mi sento di dire che i vertici di Inarcassa sono stati assenti anzi, abbiamo trovato nelle "alte" cariche volontà di confronto che non è poco.
Mi sento di ringraziare pubblicamente MArco Alcaro che si è fatto promotore in prima linea della nostra causa e che è stato sempre con noi nella "battaglia".
redazione p+A :
Rileggendo quell'interminabile post, la differenza, rispetto ad altre volte è che c'è stato chi si è rimboccato le maniche e ha scritto un comunicato, chi l'ha corretto, chi ha telefonato a un delegato, chi a un avvocato, chi ha scritto una mail, chi ha mandato un fax. Insomma tante piccole-grandi azioni concrete, tangibili, efficaci.
Dobbiamo ringraziare Retta74, marS, Vale, poipoi, dania74, nicola palmieri, upload, Fabrizia, Al, stefiù, gerbera, aniza74, Ily, tomm, lucas, step, tommaso, Luca73, benedetta, lu, stef@no, lucacrash, markoelle, Gianluca Valle, Victor, enzoarch74, Paolo De Martino, loredana, Paolo, luc@, lucia, lupin, nuvolax, morrissey, mafalda, a.marco alcaro, emi, barbara, marta-74, CRI, Gianni, alessandra, Antonio, sasa, Daniele, mari, e tutti quelli che magari hanno solo letto il post (su p+A o su un altro sito non fa differenza), ma hanno tutti contribuito, ognuno nelle proprie possibilità o competenze, a fare in modo che la vertenza avesse un seguito e una conclusione positiva.
Da parte nostra ringraziamo chi vuole costruire e non distruggere, chi propone soluzioni, chi discute senza urlare e chi urla a ragione, chi partecipa senza secondi fini, e anche chi sta in silenzio ma fa qualcosa per gli altri. Avranno sempre il nostro appoggio. Questo spazio è per loro, finché ne avremo la possibilità.
Gianni :
Un grazie a tutti voi! La ragion giusta vince sempre.
ambaraba :
Solo per dirvi "SIETE STATI GRANDI". Ho sempre seguito la vostra battaglia cominciata più di un anno fa' ,leggendo tutte le mail anche se non direttamente coinvolta in quanto over 35 da un pezzo e la vostra azione, la caparbietà, la determinazione ha dato gran lustro alla categoria! E vi dico GRAZIE!
Retta74 :
Posso solo dire grazie! grazie a tutti coloro i quali hanno permesso che si realizzasse questo risultato!!!
Sono invece sinceramente dispiaciuta dal comportamento degli Ordini, Quello di Roma ha raggiunto l'apice ma anche gli altri non hanno certamente brillato in fatto di presenza! Se ne sono assolutamente lavati le mani, lasciandoci soli nelle nostre trattative, quando invece sarebbe stato il momento giusto per dimostrare la loro utilità stando al fianco dei propri iscritti.
Penso sia stata, per loro, un'occasione persa per dimostrare che non si fanno vivi solo nel momento del pagamento della quota di iscrizione!!!
lu :
Visto che davvero è tutto partito da qui, dalla bacheca di p+A, anche per me è un piacere ringraziare pubblicamente in prima istanza i colleghi 36-37-38enni di Roma che hanno messo anime e cuore in questa battaglia, studiando, incontrandosi e pretendendo risposte dai vertici di Inarcassa. Grazie anche a tutti gli altri colleghi che hanno seguito, come me, da lontano (per via della distanza fisica con Roma) la vicenda. E' una bellissima vittoria che fa intendere la forza dei gruppi. E' incoraggiante.
Peccato soltanto le "cadute di stile" (per non dire peggio) dell'ordine degli architetti di Roma...
Lucia
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.