Aprtura Partita IVA AIUTO :(

messaggio inserito martedì 7 maggio 2013 da miko

miko : [post n° 315770]

Aprtura Partita IVA AIUTO :(

Ciao ragazzi

Sono un architetto di 28 anni, iscritto all'ordine degli architetti
Uno studio mi ha proposta collaborazione con partita iva: sto quindi pensando di aprirla

Ho guardato una marea di post in questa bacheca ma non ne ho trovato nessuno che spieghi esattamente quali siano le spese da sostenere per chi ha una partita IVA

C'è qualche anima Pia, qualche Santo di Lourdes o qualche Angelo custode che mi dia una mano a capirci qualcosa?

Non esistono degli schemi riassuntivi del tipo:

Regime superminimi:
paghi tot. per la casa, tot cassazione...

Regime minimi:
paghi tot. per la casa, tot cassazione...

etc.?

Ily :
Andare da un commercialista?
Esse-P :
Costi di apertura non ce ne sono: scarica il modello A9 per persone fisiche dal sito dell'agenzia delle entrate, compilalo (le istruzioni allegate sono abbastanza chiare) e portalo ad un ufficio dell'agenzia delle entrate (porta la fotocopia della carta d'id.). Loro avvieranno la pratica e subito ti daranno il tuo codice p. iva.
La cosa complicata è ciò che viene dopo: se sei nel regime dei minimi devi capire un po' di cose per vedere quali tasse pagare, mentre se non sei in tale regime gli obblighi tributari diventano complessi (ad esempio sarai tenuto a tenere i registri contabili) per cui in quel caso è consigliabile avere un commercialista.
poipoi :
facile facile
fatturi 1000 euro + IVA - ritenuta? te ne rimangono in tasca circa 7-800.
Se fatturi abbastanza (50-100.000 l'anno) arrivi anche a lasciargli il 50-60% di quello che fatturi, fra tasse, irap, cassa, e ordine. Escluso quindi affitti, benzina, spese di aggiornamento, software, etc.

Esistono anche i superminimi?
ponteggiroma :
per regime ordinario fai riferimento a poi poi, con cui concordo, che però ha dimenticato (aimè) il commercialista, quindi considera 600-700. Per minimi e superminimi, neanch'io me ne intendo
ale :
per i minimi a me il commercialista chiede comunque circa 600€ all'anno e mi ha chiesto 50€ per aprire la p.iva (se non ti fidi di fare solo)..
per le tasse, se rientri nel regime dei minimi ( per i primi 5 anni di iscrizione + minore di 35 anni ) allora paghi il 5% del tuo UTILE ( = FATTURATO - SPESE SCARICABILI).. col regime dei minimi c'è un po' di confusione sulle spese che si possono o non si possono scaricare...

poi c'è l'inarcassa, ovvero pensione.... per i primi anni anche la hai degli "sconti"....
paghi ogni anno dei minimi (anche se non lavori=non fatturi) che mi pare siano sui 1000€, e se lavori, delle percentuali sul fatturato
desnip :
Che vuol dire "tot. per la casa, tot cassazione"?
Ily :
Ale, a me ne chiede 500 + oneri e l'apertura della partita Iva fu gratis. Servizio completo: tenuta contabilità, consulenza fiscale, custodia della documentazione, dichiarazione dei redditi, dichiarazione dei redditi inarcassa.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.