CILA E ADEMPIMENTI SULLA SICUREZZA

messaggio inserito martedì 30 agosto 2016 da Alimarina

Alimarina : [post n° 385557]

CILA E ADEMPIMENTI SULLA SICUREZZA

Gentilissimi professionisti,

mi rivolgo a voi in quanto temo di aver trovato persone poco competenti in materia e ho paura di incorrere in eventuali sanzioni o perdita delle detrazioni. Vi spiego la situazione:
Devo ristrutturare il mio appartamento e sto facendo i seguenti lavori:
- abbattimento tramezza
- sostituzioni infissi
- rifacimento impianto idrico
- rifacimento bagno
- rifacimento e adeguamento impianto elettrico

Il geometra al quale mi sono affidata ha presentato una CILA indicando solamente l'impresa che farà le opere murarie. Io ho paura sia un errore e temo serva anche il piano sicurezza e la notifica alla asl. Voi cosa ne pensate?
Dato che la cila è già stata presentata è possibile fare una integrazione aggiungendo la nuova impresa? Bisogna aggiungere anche la ditta che fornirà e monterà le finestre?

Grazie a tutti per il supporto.
alsi :
Buongiorno, mi faccia capire: quante imprese lavorano per lei? 1? 2 o 3?
Se la risposta è 2o 3 allora deve fermare i giochi (fermare i lavori), chiamare un tecnico (per esempio un architetto) che le faccia un piano di sicurezza, quindi inviare una notifica a comune, asl, ecc. infine nominare coordinatore sicurezza (puó essere lo stesso che fa il piano). Questa è una sua diretta responsabilitá in quanto è il committente che ció deve fare. Tuttavia mi lasci fare una domanda, che geometra si è trovato? Qualsiasi tecnico conosce queste regole elementari. Valuti la possibilitá di una sostituzione con qualcuno piú competente.
Alimarina :
Gentile Alsi,

grazie mille per la pronta risposta. Purtroppo il geometra è un mio diretto conoscente e per risparmiare qualcosa mi aveva tranquillizzata su tutto, invece vatti a fidare.....
Secondo lei posso fare così: lascio lo stesso geometra come progettista e direttore lavori e affido la questione sicurezza ad un'altra persona? La Cila può essere integrata o devo rifare tutta la pratica?

Grazie ancora per l'aiuto.
alsi :
Si puó avere due tecnici, in veritá é la cosa ideale. Sará il suo coordinatore per la sicurezza che provvederá alla notifica anche al comune, una semplice comunicazione sará sufficiente, è sempre possibile che una impresa si aggiunga in corso d'opera. Importante è che lei dia il tempo al coordinatore di fare il piano e verificare lo stato delle imprese (documenti vari certificazioni ecc) quindi che fermi per il tempo il cantiere, almeno per le lavorazioni della impresa 2 3 ecc.
Alimarina :
Benissimo farò cosi. Il cantiere deve fermarsi anche se sta lavorando solo la ditta 1? Per capirci, le ditte 2,3,4 entreranno in tempi diverse e non contemporaneamente.
alsi :
La ditta 1 puó operare tranquillamente, tutte le altre non devono mettere piede in cantiere, lo metta in chiaro subito al suo geometra e alle imprese.
Alimarina :
va bene, tutto chiarissimo. Grazie ancora.
Kia :
Alimarina, lei è un caso più unico che raro! di solito è il cliente che, informato della necessità di avere un coordinatore per la sicurezza, non ne vuole sapere.
desnip :
Kia, mi hai rubato le parole.
Infatti faccio i miei compliemnti a Alimarina.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.