P.iva Inarcassa più lavoro part-time dipendente (in altro settore)

messaggio inserito mercoledì 11 ottobre 2017 da Marcantonio

[post n° 401622]

P.iva Inarcassa più lavoro part-time dipendente (in altro settore)

Buongiorno a tutti, probabilmente è un argomento che sarà già stato trattato e me ne scuso in anticipo, ma non trovo riferimenti diretti, pur dopo una ricerca..
Svolgo un lavoro part-time in settore completamente diverso dalla progettazione, quindi senza rischi di concorrenzialità.
Sono iscritto all'ordine professionale architetti della mia città.
Mi sarebbe possibile aprire partita iva inarcassa per poter fatturare e pubblicizzarmi come architetto, o Inarcassa lo vieta categoricamente e senza eccezioni?
E, seconda domanda : chiedo gentilmente testimonianze a chi ha seguito la strada della p.iva in gestione separata INPS (ovviamente per prestazioni in cui non sia categoricamente necessario essere iscritti all'ordine architetti, ad esempio rendering, fotografia, etc) più lavoro dipendente, cosa prevede la legge. grazie in anticipo!
:
se pure avessi un lavoro in settore equiparato - a meno che non specificato nel contratto - potresti fare entrambe le cose. se lavorassi in un ente la cosa sarebbe diversa.
tutti i professori (tecnici che conosco) fanno anche attività libero professionale e fatturano solo il 4% di inarcassa ma non versano la contribuzione obbligatoria.
la questione inps a gestione separata ha il vincolo di non consentirti di rilevare quanto già versato ad inarcassa per una eventuale ricongiunzione.
secondo me non ci sono vincoli particolare affinchè te possa fare entrambe le cose.
:
qui trovi tutte le risposte alle tue domande:

https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2FCircol…
:
Grazie per la risposta Nikosky , cosi' di primo acchito è senz'altro consolante! ho letto il tuo link,pero' mi rimangono vari dubbi..:
1) se non sono tenuto a versare il contributo soggettivo del 14,5 % ..che contributi pensionistici mi derivano dalle mie fatture? inoltre, ciò vuol dire che non sono nemmeno legato al minimale annuo relativo di 2280€ ?
2)Leggo che rimarrei legato ai soli contributi integrativo e di maternità ; per il contributo integrativo, sarei comunque legato al relativo minimale di 675€ ?
3)ricollegandomi alla uno..ma quindi avrei due fondi pensionistici completamente separati, uno INPS relativo al mio lavoro subordinato part-time, ed uno inarcassa (su cui pero' non capisco , come dicevo sopra, cosa ci finirebbe dentro visto che non ci verserei il soggettivo..) ?

Ti ringrazio per la tua pazienza se vorrai aiutarmi anche con questi dubbi, nel frattempo che ovviamente andrò a prendermi al più presto un appuntamento con un commercialista o sportello di consulenza del lavoro !
:
purtroppo scoprirò questa cosa il prossimo anno con certezza assoluta.
il mio consiglio è di contattare inarcassa per iscritto cosi da avere una risposta certa alle tue domande che peraltro sono identiche alle mie che spero di porre a gennaio. è un argomento troppo specifico sul quale non posso darti ulteriori indicazioni, mi spiace.
:
ok grazie, scriverò è in caso rispondano aggiorno anche qui!
:
il costo più importante è senza ombre di dubbio il contributo all'inarcassa. Per quanto riguarda le imposte pagheresti il 5% sulla differenza tra fatture emesse e contributi inarcassa pagati nell'anno. Questo se entri nel regime forfettario (avendone i requisiti). Contattami per maggiori informazioni
:
ciao io sono dipendente part time e iscritto a inarcassa con p.iva da libero professionista e svolgo entrambe le cose. In questa situazione devi chiudere inarcassa, e restare in gestione separata inps. poi all'atto pratico inarcassa, che è furba, ti chiede comunque il 4% in fattura da addebitare al committente, che poi verserai a seguito della dichiarazione. quindi in fattura avrai il netto, il 4% inps ed il 4% inarcassa. tutti gli importi pensionistici li darai alla gestione separata inps, che, sembra strano ma è così, è molto più onerosa di inarcassa...però purtroppo non c'è scelta.
:
Grazie elpianificator, siccome non sono ancora andato ad un caf ad informarmi, la tua risposta è molto utile. se posso chiederti una (apparentemente) ovvia conferma posso chiederti anche se i minimali inarcassa annui vengono quindi annullati, e si passa ad una tassazione interamente proporzionale al fatturato?
Ergo..se nella tua situazione fatturo zero, pago zero, come un normalissimo professionista in gestione separata inps? (a parte i costi del commercialista ovviamente)
:
si ovviamente i minimi inarcassa non vengono pagati, perchè tu all'atto pratico sei fuori da inarcassa...paghi solo il 4% in fattura...tutto quello che fatturi e quanto dovrai pagare di pensione lo devi calcolare sulla gestione separata inps, che è l'unico ente a cui verserai i compensi in base a quanto fatturi.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.