Figura Certificatore Energetico

messaggio inserito giovedì 14 dicembre 2017 da cert

[post n° 403871]

Figura Certificatore Energetico

Mi sono abilitato come Certificatore Energetico.
Per operare devo isctivermi al registro imprese o aprire p.iva anche se guadagno poco emettendo ape?
Posso fare ritenuta d'acconto e basta?
Grazie per risposte eventuali
:
la ritenuta d'acconto è vietata per tutte le rpestazioni professionali proprie degli scrtiti a un albo. quindi devi epr forza aprire partita iva.
ma a che titolo hai conseguito l'abilitaizione? sei un tecnico o un perito?
:
Cert se sei lo stesso che pubblicato il post "certificazione cantieri" dove dici che sei laureta ma non abilitato, sappi che senza l'iscizione all'albo non puoi fare il certificatore energetico.
:
"Il certificatore!"
:
sono laureato in Architettura ma non abilitato nè iscritto all'albo per cui come perito con corso 80 ore e esame finale superato .
:
Perito de che? Sei laureato in architettura, puoi fare il certificatore come architetto quando ti abiliti. A meno che non sei un perito industriale iscritto allo specifico albo, allora è diverso.

In quanto alla p.iva, cara ArchiFra, con gli Ape a 30 euro, figurati se hanno la p.iva! Ho già raccontato di un ape richiesto per un mio cliente, dove la fattura è stata fatta da un negozio di informatica...
:
per desnip e altri.
Grazie per le risposte - ma richiedo meno pressapochismo.
Se uno è certo di quello che dice risponde, se no il sito diventa controproducente:
Per quanto riguarda la possibilità di emettere e firmare APE per un Laureato in Architettura NON Abilitato ma con la frequenza del corso per Certificatori di 80 ore e l'esame finale superato - ho chiesto all'Ordine e la risposta (scritta) è risultata affermativa.
La domanda per cui c'è molta confusione (Camera commercio - CTI - Albo Certificatori Regione) è se io possa operare senza partita iva e senza iscrivermi al registro imprese - poichè sarei assimilabile a un perito con abilitazione alla Certificazione Energetica.
Grazie per eventuali risposte - spero mi siano utili - io credo di esserlo stato.


:
scusa cert credo che noi che ti abbiamo risposto siamo tutti sicuri di quanto scritto. Sono anch'io certificatrice e so benissimo che quando stampi l'APE in fondo alla pagina è riportata la dicitura "timbro e firma", se uno non è iscritto all'albo con cosa timbra? Inoltre al corso ti avranno sicuramente spiegato che in caso di emissione di APE errati si ricade nel penale, serve quindi avere un'assicurazione professionale che non è possibile avere se non si è iscritti all' ordine professionale(io personalmente non ho mai sentito che esista una polizza assicurativa per il solo certificatore energetico).
:
"certifico" che NON puoi
:
Colleghi, temo che Cert abbia ragione. Sto leggendo il D.P.R. 75/13 e all'articolo 2 comma 4 lettera a che vi cito testualmente

"4. Il tecnico abilitato di cui alla lettera b) del comma 2, deve essere in possesso di uno dei titoli di cui alle lettere da a) a d) del presente comma, e di un attestato di frequenza, con superamento dell'esame finale, relativo a specifici corsi di formazione per la certificazione energetica degli edifici, di cui al comma 5. Il soggetto in possesso di detti requisiti e' tecnico abilitato esclusivamente in materia di certificazione energetica degli edifici.
I titoli richiesti sono:
a) titoli di cui al comma 3 (tra cui la laurea in architettura), ove non corredati della abilitazione professionale in tutti i campi concernenti la progettazione di edifici e impianti asserviti agli edifici stessi; ..."

Inoltre ho trovato lo stesso concetto su vari siti di settore.
Ditemi che che stanno tutti, me compresa, interpretando male il decreto...
:
DOMANDA: posso fare prestazione occasionale per ape?
RISPOSTA: no, devi aprire partita iva.

punto e fine.
:
Per essere certificatori basta essere laureato in archittettura o diplomato tecnico (vedi D.P.R. 75/13 ) , fare un corso abilitante, e non hai la necessita ne di iscrizione all'albo ne alla cassa.
L'iscrizione all'albo degli architetti /ingegneri /geometri ti permette di esserlo senza fare il corso.
Il corso non a caso è definito "abilitante"
:
Risposta al post di Nina
Nel penale si cade se fai un certificato non veritiero con dolo, e in quei casi l'assicurazione professionale non ti copre- Nessuna assicurazione professionale ti coprirà mai se certifichi il falso in qualsiasi campo.
Non ti copre nemmeno se sbagli per negligenza.
Praticamente in caso di ape sbagliata non ti coprirà in nessun caso
Mi chiedo quando costa allo stato valutare se un ape è sbagliata dato che cè bisogno di nominare un perito che ti chiederà almeno 20 volte di piu' di quanto è stata pagata per farsela fare, un ape che oggi ti pagano 60 euro e che online senza sopralluogo (previsto per legge) si trovano a 45 euro. Mi chiedo perche se il sopralluogo è previsto per legge la finanza o chi per essa non chiude quei siti? Attualmente noi poveri professionisti siamo vessati su tutto. Guadagnamo 50 e rischiamo 10 mila , qui siamo al paradosso- senza contare i psc che ormai ti pagano 500 euro ed i rischi correlati sono superiori a quelli di un medico chirurgo .
:
michele ma cosa stai dicendo? dipende dalle regioni. in lombardia a prescindere dal titolo di studio devi fare il corso, superare l'esame e solo a quel punto puoi accredidarti
:
" Mi chiedo perche se il sopralluogo è previsto per legge la finanza o chi per essa non chiude quei siti? "
Guarda me lo chiedo anch'io. Mi chiedo anche perchè non fanno dei semplici controlli incrociati tra le pratiche firmate dai professionisti e le fatture emesse. O, meglio ancora (e qua ci sarebbe da divertirsi!) dei controlli incorciati tra le prescrizioni mediche e le fatture emesse.
E mi chiedo perchè non fanno tante altre cose. Ma ovviamente è perchè non so come si fa il lavoro di finanziere.
:
Grazie per le risposte, anche se, oltre a lanciare il quesito a questa bacheca, l'ho inviato anche ai vari Ordini e Collegi.
Dalle risposte ufficiali e autorevoli degli Ordini Professionali si evince che io sia in regola.
Per cui a breve mi lancerò (con professionalità - umiltà ma spirito di iniziativa ) nel fantastico mondo delle certificazioni.
speriamo di avere fortuna e trovare qualche immobiliare che mi dia un po' di lavoro!
Non avendo attualmente molte risorse economiche - potreste dirmi se con docet è minimamente fattibile una certificazione o devo straspendere per software?
Quali altri strumenti risultano indispensabili per sopralluogo (termografo etc.)
Buon lavoro!

:
Volevo chiedere una cosa io a te . Ma ti rilasciano un timbro a fine corso? ero curioso perche stavo pensando di farmi il corso e dopo cancellarmi sia da inarcassa che dall'ordine.
Perchè l'iscrizione all'ordine ti obbliga, per poter operare nel settore, l'iscrizione alla cassa oltre che della partita iva. Ho letto che molti architetti stanno facendo in questa maniera.
Programma ti consiglio di comprarlo, perche se non erro con docet non puoi fare le certificazioni per i locali commerciali. Il termografo non so nemmeno cosa sia, Considera che le certificazioni le agenzie te le pagheranno dai 60 ai 100 euro. Valuta anche in rapporto al compenso quando tempo decidi di perderci sopra.
Considera che ci sono tecnici che le fanno online in tutta italia e sono ancora a piede libero :)
:
Risposta ad archifra.
Ma prima di commentare leggete bene quelle che uno scrive altrimenti inondate il topic di risposte inutili ed inesattezze tutte a discapito non solo del portale ma anche del richiedente consigli:
Prima di dare riposte inutili inesattezze informatevi se quello che dite è vero. Professione architetto non è facebook , li potete dire qualsiasi cosa- grazie
Dove leggi che io abbia scritto che basta la laurea e non un corso abilitante(corso abilitante ha come requisito necessario il superamenti do un esame finale)?
Ti riporto quello che ho scritto poco sopra; cosi lo rileggi
Per essere certificatori basta essere laureato in archittettura o diplomato tecnico (vedi D.P.R. 75/13 ) , fare un corso abilitante, e non hai la necessita ne di iscrizione all'albo ne alla cassa. -
:
"Ho letto che molti architetti stanno facendo in questa maniera.": ho i brividi....
:
solo la tua firma manuale e digitale (per regione)
qual'è il softwarw piè Economicoe intuitivo (non abbiamo tanti soldi da tirar fuori)
solo che senza p iva max 5000 euro l'anno (come vivi?)
:
Considera che oggi per portare a casa 5000 euro netti da architetto ne devi guadagnare circa 15 mila lordi, perche considera i 4000 di cassa + 3000 di iva + polizza assicurativa + corsi per crediti formativi+ aggiornamento programmi, spese di gestione studio(contratto luce/internet/cancelleria) sperando che lo studio sia di tua proprietà+ costo commercialista. quindi con 5000 netti mi sono tenuto anche largo forse.
Per molti architetti raggiiungere solo questa soglie di fame cioe i 5000 netti/15000 lordi è quasi impossibile.
Basta vedere i crediti che vanta inarcassa per farsi una idea, perchè oggi l'architetto deve scegliere se mangiare o pagare la cassa previdenziale. Quindi il cosiglio che ti do intanto accontentati dei 5000 senza partita iva se ci riesci. Poi aiutati con altri lavoretti tipo rendering a pagamento collaborazionim rilievi e altro. Attiva l'iscrizione solo se ricevi incarichi pubblici- Oppure unisciti ad altri architetti nella ta condizione ed aprite una partita iva a turno.
In sintesi oggi per poterti fare una famiglia con i proventi da architetto dovresti arrivare a fatturare sui 30 mila euro l'anno che ti "garantirebbero" 1200 euro mensili ma con responsabilità altissime assolutamente non proporzionate a guadagni da fame
:
Grazie Michele, sei stato molto chiaro - per certi versi hai confermato quello che avevo in mente..ponendo però i 5000 con certificazioni (se la fortuna mi assiste)
con qualche lavoretto oltre la certificazione (rendering - per cui ho passione e attestato corso - rilievi o variazioni catastali) non si rischia di "sforare"?
Circa l'associarmi con una persona nella mia situazione, quale vantaggio si avrebbe alternando le aperture di p.iva?
grazie di eventuali risposte ti lascio la mail personale nel caso volessi usare quella : email
Un'ultimo quesito: un geometra collega del corso certificatore En. mi ha detto di sfuggita in modo criptico che un altro corso da fare sarebbe quello di "certificatore di cantieri" poichè figura molto ricercata...forse intendeva coordinatore sicurezza cantieri o cosa??
Da che città scrivi?
Saluti e grazie ancora.
:
Scusate mi sono persa nei mendri della conversazione ma... questi 5000 euro di cui parlate si riferiscono alla prestazione occasionale? Se sì (a parte che non si potrebbe fare, ma tanto è inutile dirlo), ma mi sa che la soglia di 5000 riguarda ll'incasso totale, e non il ricavo netto. Altrimenti come dice Michele, effettivamente saremmo in tanti sotto o intorno la soglia.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.