Preventivo lavori 40000 euro , preventivo architetto 8800 euro consono?

messaggio inserito mercoledì 12 dicembre 2018 da Marco Pollini

[post n° 415888]

Preventivo lavori 40000 euro , preventivo architetto 8800 euro consono?

Buongiorno, per la terza volta in pochi anni mi sono servito di una mia amica per la progettazione di un ampliamento della mia casa
In questo ultimo caso la proposta di notula mi ha lasciato abbastanza sorpreso per l' apparente disparita' fra entita' dei lavori e onorario richiesto.
Il progetto riguarda la realizzazione di una stanza aggiuntiva di circa 10 metri quadrati realizzata prolungando una stanza esistente. Lo strutturale e' stato realizzato da un ingegnere.
Il progetto non e'complesso essendo semplificante un cubo di un solo piano da attaccare alla struttura esistente.
Non vorrei apparire sempliciotto o poco rispettoso del lavoro altrui ma una richiesta di oltre il 20% sul totale dei lavori mi sembra davvero esagerata , soprattutto considerando che " sono stato trattato bene " perché amico.
qui il calcolo che mostrerebbe l' onorario dovuto
https://www.dropbox.com/s/dcw2h0fko9ntctu/Calcolo%20compenso%20profe…
qui la richiesta di notula effettiva a cui aggiungere 1700 euro gia' pagati per il permesso paesaggitico.
https://www.dropbox.com/s/d283szzjhd960df/Proposta%20Notula_SCIA-2.j…

Qualcuno potrebbe darmi un parere spassionato non fosse altro per sapere se ho di fronte un' amica-architetto o un architetto?
:
Marco, ha un'amica che fa l'architetto, amicizia è una cosa, lavoro è un altra.
se ho letto bene a fronte di un calcolo di circa 14 000€ di tariffa (abrogata) riscontra un preventivo di 8 800, mi sembra un onesto sconto che io farei ad un amico. Ricordi che su quegli 8800 euro, un architetto al minimo (ma proprio minimo) paga il 30% di imposte, quindi al suo tecnico restano di fatto circa 6000 euro.
Fare un ampliamento di 100 mq o di 10 mq come progetto, a me architetto non cambia nulla o quasi, sempre quello ci devo lavorare, pure la direzione lavori è quasi uguale, la sicurezza sicuramente uguale.
In definitiva, a mio avviso lei ha un'amica-architetto.
:
Grazie per la cortese risposta, mi fido della sua valutazione , mi rimane il dubbio , sicuramente dovuto alla mia ignoranza della materia , riguardo a voci del preventivo che non capisco.
La complessità e' impostata a 1,00 , fra 0.7 e 1.3 la differenza di prezzo e' abissale , quali sono i criteri per assegnare una complessita' piuttosto che un' altra?
Contabilita' dei lavori a corpo e misura non sono mutualmente esclusivi?
Piano di manutenzione dell' opera?
Grazie

:
Con quelle tariffe da me probabilmente saremmo tutti a spasso... Nel preventivo farei valutare meglio il grado di complessità dell'opera, semprechè sia vero quanto dichiarato da lei sulla relativa semplicità dell'intervento, ed anche alcune prestazioni che ritengo siano inutili (non si costruisce un grattacielo) essendo contabilizzate ai vari livelli di progettazione (cme, quadro economico in fase preliminare, ecc....). Detto questo rimane comunque il fatto che un'opinione data su un forum non potrà mai sostituire una preventiva conoscenza effettiva dell'opera e delle relative prestazioni che un professionista deve farsi pagare adeguatamente.
:
Grazie marS per la risposta.
Mi scusi ma non capisco quando dice che sareste tutti a spasso lo dice per sottolineare che siano tariffe estremamente basse o alte?
Mi rendo pienamente conto che un forum non sia la panacea per togliermi i dubbi sulla validita' di quanto richiesto, ho fissato un colloquio con l' architetto per cercare di sviscerare a cosa corrispondano le voci che mi sono state sottoposte.
Francamente , faccio molta fatica a credere che si possa chiedere di solo architetto 14000 euro a fronte di un opera che vale 40000 euro senza contare che , poi ci sono ingegnere , termotecnico , geologo ecc. Con questi prezzi diventa economicamente poco conveniente la realizzazione di gran parte dei piccoli interventi.

Riguardo alla complessita' dell'opera e' un parametro che risulta poco controllabile da parte del cliente , a mio modestissimo , e ignorantissimo , parere mi pare un'opera estremamente semplice, un cubo di 3mx3.5 con una finestra e una porta con tetto piatto su terreno pianeggiante, non so se possano esistere opere piu' semplici .

Sono anche io un professionista , capisco benissimo che il lavoro debba essere remunerato adeguatamente vorrei solo capire pienamente cosa sto pagando ,la lunga lista di voci che mi sono state sottoposte sembra tremendamente un 'operazione di gonfiatura del prezzo prima dello sconto .

I
:
Ma il calcolo sulla base delle tabelle dell'onorario dovuto, lo ha fatto lei o il tecnico?
Da profano lei non può sapere se e quanto un intervento professionale sia complesso, perchè non ne ha le competenze e ci mancherebbe, è per quello che molte volte i clienti vengono oggettivamente fregati dai professionisti, ma, si fidi, non è il suo caso.
un progetto, per quanto semplice sia, ha bisogno di un iter procedurale, che è sostanzialmente il medesimo di un progetto di maggiore dimensione ma di medesima tipologia.
Esempio: se io devo andare con la macchina da milano a roma, o da roma sud a roma nord, ovviamente ci vorrà piu benzina ed autostrada (e questa è la parte variabile) ma la macchina è la stessa, paga la medesima assicurazione, bollo, ecc. ora la macchina è la componente fissa del progetto, la benzina quella variabile, in un piccolo progetto la componente fissa è preponderante, per questo sembra "caro", è come che lei si comprasse un auto per un solo viaggio da roma nord a roma sud, quanto le costa quel viaggio? diverso è se si compra un auto per fare 500 mila kilometri.
ripeto il suo strumento di valutazione è la fiducia nel tecnico, e il prezzo applicato. se non ha fiducia cambi tecnico, se non le va il prezzo si faccia fare altri preventivi (badi bene che siano preventivate le medesime prestazioni)
:
Se penso che 40.000 € si possono raggiungere rinnovando semplicemente un appartamento di media taglia mi mangerei le mani avendo preventivato un mio lavoro in corso d'opera ad una tariffa decisamente molto lontana da quella preventivata a lei...e non applico neanche tariffe da fame... Per quello che posso capire da quanto descritto, secondo la mia modesta opinione, ci sarebbero ampi margini di trattativa per ridimensionare l'importo adeguandolo realmente a quello che il tecnico dovrà fare. Si faccia fare altri preventivi da alcuni tecnici cos' potrà fare un raffronto e le dovute conclusioni.. Dal forum più di questo non è possibile fare..
:
marS svilire la nostra professione è anche quello che dici tu, la dobbiamo finire di :
a_ farci la guerra al ribasso
b_ contestare le tariffe applicate dai colleghi che ricordo, sono libere al ribasso, ma anche al rialzo, e ricordo, che le tariffe quando vigevano erano minime appunto, no massimo.
c_ indurre i committenti alla richiesta di sconti, ovviamente da applicare pre incarico, salvo poi accorgersi magari che il lavoro era maggiore di quello preventivato e poi andare a chiedere l'elemosina, perchè chiedere quanto fatto, oggi è chiedere elemosina.
d_ svendere la professione.
Prima o poi impareremo che la categoria debole siamo noi professionisti, e in particolar modo noi giovani, dotati di poca esperienza, che poi come al solito ci fregano per bene, e veniamo a lamentarci qui sul forum che il cliente non paga ecc.
:
@d.n.a. forse non hai capito.... Non si tratta nè di svilire la nostra professione nè di giocare con la guerra al ribasso. Proprio per la credibilità della nostra professione dovremmo apparire affidabili, competenti ed onesti applicando quindi tariffe consone all'operato che saremo chiamati a svolgere. Mettere le crocette sul tariffario come se fosse un test psico-attitudinale (più indovino più si alza il punteggio/compenso) non aiuta certo a determinare il giusto compenso........ripeto......... GIUSTO COMPENSO......... Senza capire qual'è l'entità dell'intervento è difficile dare una propria valutazione (è la premessa che ho già trascritto nelle mie risposte), per contro accettare acriticamente qualsiasi cosa un/a collega faccia/dica credo che sia un grande errore al pari di quei colleghi/e che si offrono per due pezzi di pane.
:
visto che è un terreno minato sarebbe buona norma proprio non rispondere in un forum su congruità dei preventivi del colleghi perchè non siamo ad un'asta su e-bay. Già dire che c'è "ampio margine di trattativa" come scrive MarS è scorretto e non è per corporativismo che lo dico (è la professione meno corporativa in assoluto la nostra) ma perchè su un forum non si possono fare valutazioni di questo tipo. Onestamente a me romperebbe fare un preventivo e poi trovarmi gente che si permette di fare le pulci su un forum senza sapere nulla se non quel che afferma il committente. Lo trovo poco serio. Piuttosto, se il committente non è convinto, si faccia fare altri preventivi e poi decida.
:
Capisco che il lunedì sia molto dura riprendere la solita routine settimanale con i propri impegni lavorativi ma mi pare che usare il buon senso non richieda troppa fatica....Pigrizia?...boh....forse.... ". Personalmente eviterei di addentrarmi in un argomento senza avere argomentazioni serie e, soprattutto, obiettive.
Leggere "... su congruità dei preventivi del colleghi perchè non siamo ad un'asta su e-bay.".... come contrappunto ai miei posts, peraltro ben lontani dal voler fare le pulci ad una presunta collega, la dice lunga sul livello di credibilità professionale con il quale vengono affrontate tali problematiche. Continuare ottusamente a sostenere che il preventivo di un collega non può e non deve essere sottoposto a nessun procedimento di revisione, da parte sua o del committente, affinchè sia il più possibile attinente alle prestazioni da svolgere è un atteggiamento a dir poco ipocrita. Chissà se Kia è tra quelle persone che, su richiesta di qualche amico o parente, si accinge frettolosamente a verificare l'adeguatezza di una parcella presentata da un collega per qualche prestazione professionale oppure ne esalta la sua natura dogmatica .
Ciò che voglio far capire....chissà se Kia avrà capito... è che devono coesistere due criteri fondamentali alla base della determinazione di un compenso ossia proporzionalità e adeguatezza al tipo di opera svolta. Tale obiettivo risulta peraltro difficile da valutare sulla base di una descrizione sommaria da parte di un non addetto ai lavori.... chissà se Kia l'avrà letto.....tra l'altro su un forum, ma proprio per questo ho consigliato a Marco Pollini di rivolgersi ad alcuni professionisti per ottenere altri preventivi e fare le dovute ed opportune conclusioni. Quindi Kia di cosa stai parlando ...ricordo che siamo su un forum di settore e non su facebook dove potresti, in quel caso, accumulare like ad ogni tuo post... Per finire trovo più serio argomentare le proprie vedute sotto ogni profilo anzichè mantenere un atteggiamento ottuso e poco professionale.
:
se ritiene che l'importo sia eccessivo può tranquillamente sottoporre il preventivo allìordine degli architetti cui la sua amica è iscritta, in modo da valutare la conguità della parcella rispetto al lavoro fatto dal professionista
:
marS, per risponderti brevemente: io non mi metto a controllare parcelle e preventivi dei colleghi nè su un forum nè nella vita reale. La trovo una cosa molto sgradevole e quindi stoppo proprio la questione sul nascere. Se un amico/parente vuole fare lavori o ha bisogno di una pratica "X" mi chiede un preventivo per quello che gli serve ma non esiste che dopo che ha chiesto preventivi a colleghi o addirittura ha fatto già lavori con altri mi chieda di controllare se la parcella/preventivo altrui è congruo. Forse lo fai tu. Quindi fatti meno film.
:
Per risponderti ancora più brevemente ....Ascolta, Rifletti e Osa ... ma con Sincerità. E' un cortometraggio (per rimanere in tema) nel quale sono maledettamente sicuro che potrai applicarlo nella tua quotidianità...
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.