Chiarimenti Xrif

messaggio inserito venerdì 28 gennaio 2005 da Bw

Bw : [post n° 40629]

Chiarimenti Xrif

Salve a tutti,
voglio impormi l'utilizzo degli xref nel mio metodo di lavoro perchè credo sia un'ottima tecnologia in Autocad 2004. Vorrei domandare se qualcuno di voi mi puo' dare qualche dritta sopratutto su come georeferenziare i file.
Ciao a tutti .
nico :
io lavoro con gli x-rif ( ctr e progetti di autostrade), la georeferenziazione generalmente si effettua prima dell'acquisizione dei ctr, non sono altro che coordinate (internazionali se UTM, italiane se in coordinate Gauss-Boaga).
Bw :
Ok,
ma tu come ti regoli : esempio io progetto edifici, faccio in un file il progetto generale, poi vorrei scorporare le varie unità ( appartamenti) in diversi file per poter magari studiare l'arredamento,lefiniture,ecc.
Per copiare questo porzione la seleziono, copia, apro un file nuovo, incolla sulle coordinate originali, cosi' è sempre nella posizione corretta rispetto all'altro.
io lavoro cosi' non so se esista un altro metodo, per me la georeferenziazione non è collegata ad un sistema specifico come nel tuo caso, ma è molto relativa al solo contesto del file di origine.
Spero di essere stato chiaro, ciao e grazie per la rispp.
nico :
si, sei stato chiaro.
se non hai un riferimento assoluto, il tuosarà relativo a qualche punto iniziale del tuo progetto.
Nelle operazioni che ho capito che farai, si, basterà inserire gli x ref, mantenendo sempre le stesse coordinate, con punto di inserimento (0,0,0). sempre.
la stessa cosa con " copia con punto di base (0,0,0)....e incolla (punto di base (0,0,0).
ma in questo modo non ottieni un x-ref collegato.
spero di essere stato chiaro.
rik :
Saro' un po' fondamentalista pero'....
secondo me lo sbaglio è iniziale (e purtroppo è una cosa diffusa) invece che copiare ed incollare fai un blocco con il comando _Wblock cosi una volta selezionati gli oggetti ti chiede anche qual'è in punto di inserimento.

Una volta che vai ad inserire con il comando insert il tuo oggetto questo verrà posizionato nella coordinata che gli dai tu.
Mentre se copi ed incolli il punto di inserimento se lo prende lui e dopo lo vai a modificare con insbase.

Considera che il punto di inserimento è quello che viene usato anche quando vai ad attaccare un Xrif.
Il file che vai ad inserire viene collegato sul disegno e per posizionarlo fa riferimento al punto base.


delli :
anche io faccio wblock e "assegno" il mio zero di riferimento dove voglio io...

bye bye
delli :
la georeferenzaIzione che dice nico è riferita alle mappe del CTR... la si usa quando si fanno lavori, appunto sui CTR tipo strade o ferrovie... oppure nei SIT dei vari comuni (quelli "avanti")

è diversa dalle coordinate di riferimento di un tuo file (che scomponi e ricomponi come vuoi ma lavori nel "tuo" mondo... non hai coordinate che identificano sul territorio il tuo edificio...) cioè il tuo edificio non è identificato con le coordinate delle cartografie (almeno credo)

bye bye
Bw :
La soluzione del blocco non l'avevo valutata la trovo interessante.
Grazie a tutti per i chiarimenti.
nico :
lasciando da parte la georeferenziazione e punti di inserimento,
con l'x-ref, i vantaggi sono due:il file pesa molto ma molto di meno, e cosa fondamentale, basta modificare il file originario, che questo cambia in tutti gli altri file in cui lo stesso è collegato come x-ref.

magh :
Ciao, magari mi è sfuggita la cosa, ma poi in realtà non avete parlato degli x-ref.....nel senso che, come giustamente detto da delli e rik, il metodo più corretto è usare "wblock", ma così facendo si lavora sempre con blocchi "svincolati" dal disegno originale!
L'x-ref, invece, è a tutti gli effetti un linkaggio al disegno originale che riflette ogni modifica apportata!
Ciao!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.