admin – Pagina 3 – cad

p+A CAD

L’uso dei blocchi

Istruzioni per un corretto uso di blocchi e simboli.

Non è facile dare una definizione di blocco. Proviamoci. Il blocco è un insieme di entità che vengono raggruppate a costituire una entità singola. Queste entità hanno un riferimento cartesiano comune denominato punto d’inserzione. Qualsiasi operazione di inserimento, rotazione o modifica di scala, fa riferimento al punto d’inserzione. Un blocco può essere creato in due […]...

L’uso dei layer

Il modo corretto di utilizzare lo strumento dei layer.

Una definizione comune del layer è: fogli di carta lucida sovrapponibili sui quali disporre le entità del disegno. Queste entità hanno in comune la categoria di oggetti che rappresentano. Le entità delle murature sezionate staranno sul layer “muratura”, le quote sul layer “quote” e così via. Modificando la visibilità del layer possiamo avere visualizzazioni differenti […]...

Le modalità di supporto al puntamento

Gli strumenti forniti da AutoCAD di ausilio all'utilizzo del mouse nell'inserimento dei dati.

Quando utilizziamo il mouse per indicare un punto o una distanza può essere di valido aiuto l’utilizzo delle modalità snap, osnap (snap ad oggetti – Object SNAP), polar (SNAP angolare), ortho (modalità ortogonale). Vediamole in dettaglio. SNAP È una modalità che consente al cursore di muoversi su di una griglia virtuale di punti obbligati. Lo […]...

I comandi di modifica delle entità

Elenchiamo i comandi che consentono di modificare le principali caratteristiche geometriche delle entità.

Se le possibilità di modifica degli oggetti in un disegno cad si limitassero alla sola cancellazione, non ci sarebbe alcuna differenza fra un disegno fatto a mano ed un disegno cad; anzi, potremmo dire che per realizzare un disegno cad in molti casi ci vuole il doppio del tempo di un disegno tradizionale. In realtà […]...

Le modalità di selezione oggetti

Le possibili modalità di selezione delle entità che devono essere modificate.

Tutti i comandi di modifica delle caratteristiche delle entità (erase, move, copy, scale …) hanno in comune la selezione oggetti. Supponiamo di dover cancellare, spostare, copiare o scalare una o più entità del disegno. In ogni caso il programma richiede di operare una selezione degli oggetti che andranno modificati. Una volta conclusa la selezione verranno […]...

Le modalità di inserimento

I tanti modi possibili di inserire i dati in AutoCAD e quindi poter definire graficamente le caratteristiche geometriche delle entità create.

La definizione delle primitive grafiche implica la necessità di poter specificare la posizione e la dimensione delle stesse. A seconda dei casi AutoCAD richiede un input di tipo differente: coordinate assolute coordinate relative distanza angolo fattore di scala Le coordinate assolute vengono inserite specificando i valori x ed y del punto. Questi valori possono essere […]...

Le impostazioni iniziali del disegno

Le convenzioni da adottare per una corretta impostazione iniziale del lavoro.

Le coordinate e le dimensioni visualizzate dall’AutoCAD muovendo il cursore, sono espresse in unità disegno. Il significato di unità disegno è puramente convenzionale ma di importanza rilevante. In teoria possiamo associare alla unità disegno una qualsiasi dimensione reale, in realtà esistono alcune convenzioni da rispettare. Nell’ambito del disegno architettonico la convenzione maggiormente utilizzata è la […]...

Le primitive grafiche

Le principali primitive grafiche che costituiscono un disegno AutoCAD bidimensionale.

Gli elementi principali che costituiscono un disegno bidimensionale realizzato con un software cad sono riconducibili ad un limitato numero di primitive grafiche, che sono, nel caso di AutoCAD: primitive semplici entità complesse punto poligonali di linee ed archi linea testi e paragrafi cerchio ed arco di cerchio blocchi e riferimenti esterni (xref) ellisse e curve di Bezier […]...