Un grande parco pubblico e un centro sportivo da riqualificare per la coesione e l'inclusione sociale di Bagno di Romagna

concorso di progettazione - procedura aperta - due gradi

pubblicato il:

Consegna prima fase entro il 14 aprile 2021

Il Comune di Bagno di Romagna (FC) ha bandito un concorso di progettazione - a procedura aperta e in due fasi - per la riqualificazione del suo attuale centro sportivo - che attualmente ospita la piscina comunale e la palestra - e la realizzazione di un grande parco pubblico per lo sport e il tempo libero, annettendo l'area dell'ex vivaio comunale.

In particolare, per quanto riguarda il complesso sportivo comunale, si richiede che il progetto approfondisca e verifichi quale sia la miglior soluzione, in termini di sostenibilità economica e gestionale, tra la riqualificazione della piscina esistente o la trasformazione della stessa - con i relativi spogliatoi e tribune - in palazzetto dello sport.

L'area dell'ex vivaio comunale, invece, completamente libera e pianeggiante e posta a ridosso dell'ingresso del centro storico di Bagno e di cesura con quella del suo centro sportivo, dovrà entrare a far parte del parco pubblico, rappresentando un'area dedicata al turismo sportivo e ambientale, con un centro di informazioni turistiche che possa ricoprire il ruolo di base per escursioni in bicicletta o a piedi/trekking.

La riqualificazione dell'intero complesso sportivo è inserita all'interno di un più ampio progetto di riqualificazione a larga scala dell'intera area, con la volontà di promuovere e favorire l'inclusione sociale e la coesione attraverso lo sport.

Il costo stimato per la realizzazione dell'opera, comprensivo degli oneri della sicurezza, è di 1.500.000 euro (al netto di I.V.A).

Requisiti di partecipazione

Sono ammessi al concorso architetti e ingegneri iscritti ai relativi albi professionali e società di ingegneria e consorzi iscritti nel registro tenuto dalla Camera di commercio industria, artigianato e agricoltura. 

I raggruppamenti temporanei dovranno prevedere l'inserimento di un giovane professionista abilitato alla professione da meno di 5 anni.

In caso di società di ingegneria, occorre indicare il nominativo del direttore tecnico delegato ad approvare e controfirmare gli elaborati inerenti alle prestazioni oggetto dell'affidamento.

I partecipanti dovranno effettuare il versamento di 20 euro a favore dell'ANAC.

Proposte 1° grado

Per la preselezione è richiesta la presentazione di un'idea di masterplan, che faccia capire le intenzioni di sviluppo del progetto.

I partecipanti autori delle prime quattro proposte progettuali, individuate con il punteggio più alto, sono ammessi ex aequo, senza formazione di graduatoria, al 2° grado.

Criteri di valutazione primo grado

  • Concetto urbanistico/masterplan: capacità di interpretare il tema del concorso attraverso l'inserimento delle dotazioni sportive e turistiche nel contesto, attraverso lo sviluppo di relazioni e connessioni fisiche e visive tra i vari ambiti nell'ottica di una valorizzazione complessiva dell'area | fino a 35 punti
  • qualità architettonica: qualità compositiva nell'organizzazione degli spazi, dei percorsi e nell'aggregazione dei volumi costruiti, anche se temporanei, nella progettazione del verde | fino a 25 punti
  • aspetti funzionali: rispondenza al programma di massima indicato nel Documento preliminare di Indirizzo alla Progettazione ed eventuali proposte integrative che possano migliorare la fruizione del complesso | fino a 25 punti
  • aspetti innovativi relativi alla sostenibilità ambientale, ai materiali e alle tecnologie costruttive riferite anche agli elementi temporanei dedicati al ciclo- turismo | fino a 15 punti

Giuria 1° grado

  • ing. Giovanni Fini, Dirigente del Comune di Cesena, rappresentante della Stazione Appaltante (Presidente)
  • arch. Paolo Iotti - studio Iotti Pavarani, rappresentante designato dall'Ordine Architetti PPC della provincia di Forlì Cesena
  • arch. Alessandra Rampazzo - studio AMAA, individuato dall'Ordine Architetti PPC della provincia di Forlì Cesena
  • arch. Pierluigi Rossi - Servizio Associato Urbanistica - Settore Governo del Territorio del Comune di Cesena, individuato dalla stazione appaltante
  • ing. Simona Savini - Dirigente del Settore Pianificazione Territoriali del Comune di Cesenatico, individuato dalla stazione appaltante

Premi

Al termine del secondo grado saranno assegnati i seguenti premi:

  • 1° classificato: 6.053,08 euro (acconto per il progetto di fattibilità tecnica ed economica pari a complessivi 24.212,32 euro)
  • dal 2° al 4° classificato: 3.798,00 euro

Bando e documentazione
[ concorsiawn.it ]