HomekeyRiforma delle professioni

Riforma delle professioni

tag Riforma delle professioni

Obbligo di RC professionale anche per le attività senza timbro

le risposte del Centro studi del CNI alle Faq

Obbligo di RC professionale anche per le attività senza timbro
Anche se non strettamente correlata al proprio "mestiere" e anche se non necessita di timbro, l'attività libero professionale è soggetta alla stipula di una polizza. Le risposte del Centro studi del CNI alle Faq.

Dalla "E" alla "M": il dizionario dell'RC professionale

Dalla "E" alla "M": il dizionario dell'RC professionale
Assicurazione professionale: bisogna scegliere in base alle proprie esigenze, prestare attenzione alle "esclusioni" e alle "estensioni" e capire le attività incluse nella "garanzia". Alcuni termini dalla "E" alla "M" per orientarsi con consapevolezza nella scelta della polizza giusta.

Collaboratori a partita Iva esclusi dall'obbligo di assicurazione. Le Faq del Centro studi CNI

Collaboratori a partita Iva esclusi dall'obbligo di assicurazione. Le Faq del Centro studi CNI
Il collaboratore a partita Iva non è tenuto alla stipula di una polizza professionale se non firma i lavori dello studio. È questa la risposta che il Centro studi del CNI dà ad un giovane ingegnere attraverso la sezione Faq appena aperta sul suo sito.

Dalla "A" alla "D": il dizionario dell'RC professionale

da "all risk" a "deeming clause"

Dalla "A" alla "D": il dizionario dell'RC  professionale
Assicurazione professionale obbligatoria: è bene che sia "all risk", che operi in regime "claims made" ed è preferibile trovarvi clausole come la "deeming clause". Il significato di alcuni termini - dalla "A" alla "D" - per orientarsi nella scelta.

Aggiornamento professionale obbligatorio. Pronto il Regolamento, si parte dal 2014

Aggiornamento professionale obbligatorio. Pronto il Regolamento, si parte dal 2014
Il CNAPPC ha approvato il Regolamento. Il testo ha già ottenuto il parere ministeriale e a breve sarà pubblicato nel Bollettino Ufficiale del ministero della Giustizia. Da subito gli Ordini potranno attivare in via sperimentale eventi formativi a cui associare i crediti.