The Chinese Box. Map Office

tavola rotonda + mostra

pubblicato il: - ultimo aggiornamento: 

Roma, 14 e 16 aprile 2010 ore 19.00

In occasione della prima mostra di Map Office a Roma, promossa dalla Fondazione Volume! con le Officine Farneto, il Goethe-Institut ospiterà il 14 aprile una conferenza/dialogo tra gli artisti francesi di base a Hong Kong e lo studio di architettura romano IaN+, che ha ideato l'allestimento. Il tema della città contemporanea è visto come risultato dinamico e in continua trasformazione dell?incontro tra abitanti, architettura e storia dei luoghi ospitanti (Hong Kong ? Berlino). Moderazione: Bernd Hunger.

La mostra The Chinese Box ci conduce verso una riscoperta dei paesaggi urbani e rurali della Cina contemporanea, grazie alla ricerca condotta dai Map Office, laboratorio multidisciplinare fondato nel 1996 a Hong Kong da Laurent Gutierrez e Valerie Portefaix. Un viaggio che, attraverso fotografie, grafici, fumetti, video e oggetti, propone un'attenta lettura delle anomalie spazio-temporali e delle modalità con cui gli uomini vivono e si appropriano del territorio, rivoluzionando e modificandone gli equilibri.

Per la prima volta a Roma, l'indagine urbanistico-antropologica dei Map Office si inserisce nell'allestimento realizzato per l'occasione dallo studio di architettura romano IaN+ (Carmelo Baglivo, Luca Galofaro e Stefania Manna), che da anni condivide con il gruppo di artisti francesi idee e visioni.

IaN+ propone una lettura dell'opera dei Map Office attraverso un campo tridimensionale in cui ogni visitatore è chiamato a definire il proprio percorso cognitivo. Una griglia astratta che scandisce lo spazio degli ex Magazzini di Casermaggio progettati da Enrico Del Debbio, secondo isole concettuali, limiti suggeriti e non fisici.

Ne deriva un'esposizione site specific tra arte e architettura, espressione di un serrato dialogo tra Map Office e IaN+ e, al contempo, della città come risultato dinamico dell'incontro tra abitanti, architettura e storia dei luoghi ospitanti. The Chinese Box vuole essere il primo appuntamento di un ciclo espositivo itinerante in cui l'opera di artisti internazionali si offre all'interpretazione allestitiva di architetti italiani.

La mostra - a cura di Emilia Giorgi e Anne Palopoli, promossa dalla Fondazione Volume! e da Officine Farneto - sarà introdotta da una conferenza che si terrà mercoledì 14 aprile 2010 alle ore 19 presso il Goethe-Institut Italien di Roma.

Interventi di: Map Office e IaN+ modera: Bernd Hunger (architetto berlinese specializzato in "riciclaggio urbano" - "re-use the city").

Accompagna l'esposizione un catalogo a cura di Emilia Giorgi per Volume! edizioni con saggi delle curatrici della mostra, di Filippo Salviati e di IaN+ contributi di: Stefano Boeri, Maurizio Bortolotti, Didier Fiuza Faustino, Hou Hanru, Ilka&Andreas Ruby. In chiusura, una conversazione tra Map Office e Ai WeiWei.

Appuntamenti:

tavola rotonda: mercoledì 14 aprile 2010 ore 19.00 | Ingresso libero
Auditorium del Goethe-Institut Via Savoia 15, Roma

inaugurazione venerdì 16 aprile 2010 ore 20.00
apertura: fino al 7 maggio 2010 | Ingresso libero
Orari: lunedì-venerdì, ore 8.30 - 20.00; esclusi festivi
Sede: Officine Farneto, via dei Monti della Farnesina, 77 - Roma

W. www.fondazionevolume.com | www.officinefarneto.it