Dal 15 febbraio al 13 marzo, Madrid si trasformerà nella capitale del design ospitando la quinta edizione del Festival internazionale del Design, organizzato da La Fábrica con il sostegno del Comune di Madrid.

Un'edizione molto ricca, nonostante le difficoltà logistiche post-pandemiche, che prevede mostre, incontri, workshop, conferenze e un vasto programma di attività che vedranno la partecipazione di designer e specialisti del settore. Ma anche accademie di design, come lo IED, scuola ufficiale del festival, che ospiterà la IED Design Jam o L'Università Francisco de Vitoria, l' ESNE, l'Escuela Sur e l'Università di Navarra.

PER LA PRECISIONE?
In calendario ci sono 41 mostre, 7 installazioni, 219 attività e la partecipazione di 637 professionisti.

L'evento, diretto da Álvaro Matías, ogni anno si avvale di un comitato di esperti indipendenti. Quello di quest'anno comprende: Soledad Lorenzo (Arquitectura y Diseño), Carmen Bustos, socia fondatrice di Soulsight, Beatriz Gancedo, direttrice marketing e comunicazione di Gancedo, Daniel García (ICON), Marisa Santamaría, ricercatrice e divulgatrice delle tendenze del design globale con l'unità di analisi GlobalTrendsUnit e Teresa Herrero (Interiores, Teresa Herrero Living).

Soledad Lorenzo, Carmen Bustos, Beatriz Gancedo, Daniel García, Marisa Santamaría e Teresa Herrero

Il festival celebra il suo primo quinquennio consolidando un modello aperto, trasversale e inclusivo, e cercando di diventare la più grande piattaforma possibile per mostrare il lavoro di grandi designer e promuovere la creazione di uno spazio di incontro, bellezza e riflessione.

MDF22 - 3 temi cardine

Questa edizione è organizzata intorno a tre linee trasversali, interconnesse: trasformazione, economia e prosperità.

Il Madrid Design Festival promuove, infatti, il concetto "ridisegnare il mondo", con un ricco programma di iniziative volte al cambiamento, idee che si concretizzano attraverso il design e contribuiscono a trasformare la società. Ad esempio, affronta questioni relative all'abitabilità e alla mobilità nelle città, all'invecchiamento attivo della popolazione, all'ambiente, alla sostenibilità e al riutilizzo dei materiali. Temi che analizza dal punto di vista del design del prodotto, dell'artigianato, della grafica, dell'architettura, dell'urbanistica, della moda, dell'interior design, della gastronomia e dell'illuminazione.

Questi concetti sono particolarmente presenti in tre dei principali eventi dell'edizione:

  • il MINI Design Award con progetti - i vincitori, scelti tra oltre 130 candidati, saranno annunciati il 16 febbraio durante il MadridDesignPRO - che si concentrano sulle nuove possibilità e sfide per creare un città intelligente, inclusiva e sostenibile;
  • il Next Gen Seniors realizzato da IKEA in collaborazione con lo studio Espadaysantacruz che inviterà, invece, a riflettere sul futuro delle nostre città, partendo dall'invecchiamento della popolazione. Il MDF ospiterà questo progetto con un'installazione fisica e digitale, in Plaza de Colón, che immergerà il visitatore in un tunnel del tempo in cui un'Intelligenza Artificiale raccoglierà informazioni, pensieri e riflessioni della popolazione attuale riguardo al futuro degli anziani nelle città per offrire possibili soluzioni. Un progetto di raccolta dati che mira ad aprire gli occhi del visitatore per costruire insieme un futuro migliore.
  • Infine, la seconda edizione di Atlas of Design Culture, diretto da Marisa Santamaría, presenterà un progetto web fatto di un'analisi approfondita del contesto nazionale e internazionale in cui si integra la cultura del design in Spagna, diagrammi concettuali e cartografie connesse per ampliare il campo di visione e di azione del design in aree trasversali; conversazioni convergenti tra importanti professionisti del settore; e "scenari desiderabili" e "speculazioni utopiche" che segnano le possibili strade da seguire per il design spagnolo.

Next Gen Seniors | installazione in Plaza de Colón, a cura di IKEA e studio Espadaysantacruz

MDF22 - location e calendario

Moltissime le location coinvolte in città, quasi un festival diffuso: musei, istituzioni culturali, ma anche showroom, studi, negozi e gallerie e 7 ristoranti.

15.02.22 - 13.03.22
Fernán Gómez. Centro Cultural de la Villa

Plaza de Colón, 4, Madrid

Il Fernán Gomez. Il Centro Cultural de la Villa, sede principale del festival, ospita Matador 25 anni. Viaggio nel cuore di una rivista mitica che celebra il 25° anniversario di una delle pubblicazioni più iconiche della scena spagnola, approfondendone storia e design, riunendo opere originali di alcuni degli autori che hanno partecipato alle sue pagine. La mostra si completa con uno spazio in cui Swatch, un marchio associato alla creazione artistica e con Matador sin dal suo inizio, ripercorre questi 25 anni attraverso 25 orologi iconici creati in collaborazione con grandi artisti e designer, realizzando per l'occasione un esemplare in edizione limitata.

La designer spagnola Izaskun Chinchilla, insieme a Finsa, ha creato appositamente per il festival Connective Nature, oasi urbana in un'installazione immersiva che invita il pubblico a ripensare il modello della città.

La galleria il·lacions presenterà Inferences / Inferencias, una mostra che è in realtà un esercizio creativo, che instaura dialoghi tra autori che non si conoscono, presentando progetti mai visti prima.

Fiat Lux 3. Arquitectura de la luz, proposta immersiva a cura di Antoni Arola, con l'obiettivo di far sentire il visitatore parte di un'illusione. Il designer crea l'architettura dalla luce, utilizzandola come materiale costruttivo in uno spazio progettato per consentire di interagire con gli elementi fisici e i volumi che appaiono e scompaiono.

Fiat Lux di Antoni Arola | Photo © Salva López

01.02.22 - 17.04.22 | Ingresso gratuito
Museo Nacional de las Artes Decorativas
Calle de Montalbán, 12, 28014 Madrid 

Il Museo delle Arti Decorative ospita una nuova edizione di Extraperlo, a cura di Tomás Alonso e Jorge Penadés, un modo di mostrare i volti nascosti dell'industria del design e la VI Mostra dell'Oreficeria Contemporanea con pezzi originali e schizzi del processo creativo realizzati da più di 30 designer nazionali e internazionali.

09.02.22 - 08.05.22 | Ingresso gratuito
Museo ICO
C. de Zorrilla, 3, 28014 Madrid

Il Museo ICO accoglie la mostra Anna Heringer. La bellezza essenziale dove sono esposti i principali progetti sviluppati in 16 anni dall'architetto tedesco, punto di riferimento dell'architettura sostenibile.

CentroCentro | Ingresso gratuito
Plaza Cibeles, 1A, 28014 Madrid  

CentroCentro partecipa con tre mostre: Sweet Water (24.03.22 - 21.08.22 ) curata da Ana Domínguez Siemens che riunisce diversi progetti in cui, dal design, viene affrontato il problema della scarsità di acqua dolce sul pianeta; Fruit of Design (fino al 15.05.22), che pone l'accento su le grafiche di marchi di frutta dalla fine degli anni '50 ad oggi; e Madrid Metal. An Illustrated History of the 80s (fino al 03.04.22).

CaixaForum Madrid | Ingresso gratuito
Paseo del Prado, 36, 28014 Madrid  

Da parte sua, CaixaForum Madrid ospita Cinema and Fashion di Jean Paul Gaultier (18.02.22 - 05.06.22), e Tatuaggio. L'arte sotto la pelle (fino al 17.04.22), che risale alle origini del tatuaggio e analizza la rinascita di questo fenomeno.

Museo Cerralbo | Ingresso gratuito
via Ventura Rodriguez 17, Madrid  
Alcobendas Art Center | Ingresso gratuito
via Mariano Sebastian Izuel 9, Madrid

Il Museo Cerralbo svela tutti i segreti dell'edificio Colisevm nella mostra Colisevm. Architectural Fantasy (fino al 18.03.22), mentre l'Alcobendas Art Center dedica una mostra alla carriera del designer Lorenzo Caprile nelle arti performative, attraverso una collezione di costumi (fino al 13.04.22).

Only YOU Hotel | Ingresso gratuito
Paseo de la Infanta Isabel 13, Madrid  

Only YOU Atocha, hotel ufficiale del festival, ospiterà VITRAL, di Federico Antelo, un'imponente opera di design tessile esposta in facciata a mo di drappo scenico (fino al 28.02.22).

LZF presenterà, invece, un'installazione con diverse lampade della sua collezione Life Size, una linea di apparecchi legati all'idea dei sogni, realizzati a mano da maestri artigiani di Valencia (fino al 31.03.22).

LZF Life Size | Ejemplo lámpara KOI 1 | courtesy of MDF22

MDF22 - talk, tavole rotonde e approfondimenti

Non mancheranno neanche tantissimi momenti di incontro e confronto tra designer su alcuni temi particolarmente dirimenti del design contemporaneo. Si inizia iI 16 stesso con l'evento Madrid Design Festival Awards, che riconoscerà le carriere di Patricia Urquiola e Peter Saville.

La direttrice della rivista Arquitectura y Diseño, Soledad Lorenzo, cura poi la seconda edizione di MDF Studio, format che mette in dialogo coppie di designer che discuteranno alcune delle principali sfide del futuro e permetterà di conoscere l'industria del design di Madrid per mano di: Andreu Carulla, Epoca Ceramic, Plaf Studio, Kavita Parmar, María Villalón o Studio Animal. I contenuti possono essere visti sul canale MDF Inside.

Cosentino City Madrid presenterà diverse proposte: conferenze nell'ambito dei cicli Gastronomia e Architettura e Dalla Poetica al Design; e presentazioni come il progetto vincitore del concorso di vetrinistica Artediez; l'Archivio - rivista Universum; o uno sul progetto per il Padiglione spagnolo all'Expo di Dubai 2020.

MadridDesignPRO, fitto programma di conferenze, incontri e masterclass che riuniranno le figure di spicco del design nazionale e internazionale, ospiterà due tavole rotonde con l'obiettivo di mostrare storie di successo di innovazione e digitalizzazione e discutere con esperti e uomini d'affari del settore industriale. Le giornate professionali del festival - 17, 18 e 19 febbraio - si terranno per la prima volta presso l'Institución Libre de Enseñanza.

Infine, Il Madrid Design Festival 2022 metterà gli occhi su uno degli incubatori di design più produttivi della città, il quartiere di Carabanchel. Il programma Carabanchel Designs è un'iniziativa in formato "open studio" in cui gli studi e gli spazi di progettazione e creazione mostreranno, il 26 e 27 febbraio, il loro lavoro a tutto il pubblico.

MADRID DESIGN FESTIVAL 2022
15 febbraio - 13 marzo 2022

+ info lafabrica.com/madriddesignfestival/

feb 15
mar 13

Trasformazione, economia e prosperità: il Madrid Design Festival 2022 guarda al futuro Madrid

segna in agenda su: OutlookGoogleYahooWindows Live (Hotmail)iCal (Mac OSX)aggiungi al calendario