motore di ricerca per gli architetti e non solo, una rassegna di materiali per l'edilizia, l'arredamento, l'architettura

professione architetto

 
strumenti di supporto alla professione dell'architetto   
professioneArchitetto - NOTIZIE DI ARCHITETTURA
Tutta l'attualità che riguarda l'architettura in Italia e nel mondo, le notizie serie ed anche le meno serie...
la notizia
.la notizia
la notizia
torna all'home page

Per approfondire un po':

 

ENCYCLOP∆DIA BRITANNICA
 www.britannica.com

 

Philip Johnson in Art of the World

 www.art-for-the-world.com

 

Philip Johnson Pritzker Architecture Prize Laureate 1979

 www.pritzkerprize.com/pjohn.htm


Tony Cenicola for The New York Times

 
torna alle notizie
Philip Johnson a 94 anni progetta due edifici residenziali a New York
  fonte "The New York Times "
 

Una torre di 22 piani con 50 appartamenti, si alza in una composizione cubista

 

Philip Johnson e Winka Dubbeldam, una grande differenza di età ma un obiettivo comune nei loro progetti, sono gli architetti di questi due edifici residenziali a SoHo.

 

Il vetro e la forma semplice "sfaccettata" sono divenuti ricorrenti nella nuova architettura a New York. Iniziò Christian de Portzamparc con la torre LMVH, da lui descritto come un fiore di cristallo. James Stewart Polshek seguì con un cubo di quarzo trasparente progettato per Rose Center for Earth and Space. Il progetto di David Childs per il Columbus Center, due parallelogrammi di vetro su di un basamento sfaccettato eleva il nuovo trend a proporzioni epiche. Ma Johnson e le torri Dubbeldam elevano il cristallo allo stato di proposta del millennio.

 

Il ragazzo di 94 anni, ha usato forme e materiali pescando dal contesto urbano limitrofo. Nel luogo dove sorgeranno le torri ora c'è un capannone che ospina un'officina meccanico. Il "Ear Inn", un venerabile pub bohemiano, e l'edificio dove abitava James Brown. Tutto il distretto abbonda di negozi di mattoni rossi, di fabbriche e di loft industriali.

 

Johnson ha risposto a questo patchwork urbano con un progetto collage: una composizione cubista. 22 livelli, che contengono 50 appartamenti. L'atrio, un ristorante e forse un museo di arte satellitare occuperà il piano terra, subito sopra due piani di parcheggio. Al quarto un centro di benessere e una terrazza.

  fonte "The New York Times "
   

torna alle notizie

chi siamo

segnala il tuo sito 

richiedi informazioni 

sostieni il nostro sito 

pubblicità su professione Architetto 

Il materiale redazionale in questo sito Ť copyright di professioneArchitetto.
professioneArchitetto non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile del loro contenuto. È vietata la riproduzione anche parziale.