motore di ricerca per gli architetti e non solo, una rassegna di materiali per l'edilizia, l'arredamento, l'architettura

professione architetto

 
strumenti di supporto alla professione dell'architetto    torna all'home page
professioneArchitetto - NOTIZIE DI ARCHITETTURA
Tutta l'attualità che riguarda l'architettura in Italia e nel mondo, le notizie serie ed anche le meno serie...
la notizia
.la notizia
la notizia

Mathias Klotz progetto "Scuola di Altamira"

 

 

torna alle notizie
Premio Borromini: Mathias Klotz è il vincitore della sezione giovani
15/06/2001
 

Venerdì 15 giugno 2001, alle ore 14:00 la Giuria della sezione giovani del Premio Borromini, riunita a Roma nella sede dell'Acquario e composta da Shigeru Ban, Francesco Cellini, Francesco Dal Co, Javier Mariscal e presieduta da Carme Pinos
ha proclamato Mathias Klotz (1965) vincitore della Sezione Giovani del Premio Internazionale di Architettura Francesco Borromini, edizione 2001, per il progetto "Scuola di Altamira".

La giuria del Premio ha così motivato la scelta del vincitore:
"Il progetto è un'architettura di grande energia e suggestione spaziale, realizzata con una straordinaria semplicità di mezzi. Il paesaggio naturale, la conformazione del terreno, la città circostante, gli spazi e le attività degli studenti, le condizioni produttive ed economiche sono assunte nel progetto come elementi portanti e sono interpretati con efficacia e poesia. Sopratutto si tratta di un esempio di architettura di altissima qualità pensato per la città reale e per bisogno reali, con eleganza e senza arroganza".

Il vincitore è stato scelto nella rosa dei dieci candidati finalisti che, oltre a Mathias Klotz era composta da: Stephen Cassell e Adam Yarinsky, Stefan Camenzind e Michael Grafensteiner, Jae Cha, Peter Ebner, Shuhei Endo, Bernard Khoury, Dominique Jakob e Brendan MacFarlane, Lanoire & Courrian, Agence Flint e Alfredo Paya Benedito.

La giuria ha inoltre conferito una menzione d'onore al giovane architetto libanese Bernard Khoury (1968), per il progetto della discoteca "B018: le origini"


La giuria ha così motivato la scelta:
"A causa della globalizzazione degli stili architettonici che contraddistingue la contemporaneità è molto difficile sviluppare uno stile architettonico personale. Ma Khoury ha portato la storia del suo paese nella sua architettura. E' anche singolare il fatto che si sia servito di professionalità al di fuori della disciplina dell'architettura per definire gli elementi costruttivi del progetto in maniera personale. Specialmente in questo progetto del B - 018 in Beirut, il modo in cui ha utilizzato il tetto apribile è molto interessante, sia perché permette di esplorare l'atmosfera dello spazio esterno e respirare il contesto esterno potandolo all'interno. Questo diviene il paesaggio della città di Beirut. Abbiamo grandi aspettative per lo sviluppo e la piena espressione di questo talento".

Il 27 settembre 2001, nella ricorrenza della nascita di Francesco Borromini, si terrà a Roma la cerimonia di premiazione dei vincitori - Mathias Klotz (Sezione Giovani) e Jean Nouvel.

torna alle notizie

chi siamo

segnala il tuo sito 

richiedi informazioni 

sostieni il nostro sito 

pubblicità su professione Architetto 

Il materiale redazionale in questo sito copyright di professioneArchitetto.
professioneArchitetto non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile del loro contenuto. È vietata la riproduzione anche parziale.