Bonus del 50 e 65% confermati dal ddl Stabilità approvato in Senato

Il Senato conferma la proroga delle detrazioni fiscali per le spese di ristrutturazione e di efficientamento energetico e mantiene in vita i bonus per l'acquisto dei mobili e per gli interventi antisismici. Palazzo Madama ha infatti approvato l'emendamento sostitutivo del ddl di Stabilità su cui il Governo aveva posto la questione di fiducia. Per i bonus nessuna variazione rispetto al disegno di legge licenziato dal Governo.

Ora il testo passa in prima lettura alla Camera dove potrebbe subire qualche modifica. Ci si può aspettare solo proposte di ulteriore prolungamento delle detrazioni. Stabilizzarle è uno dei pochi temi infatti che mette d'accordo maggioranza (vecchia o nuova che sia) e opposizione, come dimostra la risoluzione bipartisan approvata a settembre dal Parlamento. La richiesta era unanime ed impegnava il Governo ad inserire il bonus per la riqualificazione energetica nel quadro normativo delle agevolazioni fiscali e ad ampliare la schiera dei fruitori.

Non si può inoltre non tener conto delle ricadute positive in termini di nuovi investimenti e di creazione di posti di lavoro. E' di ieri infatti la diffusione dei dati di uno studio di settore che il Cresme ha presentato alla commissione Ambiente della Camera. Per fine anno gli incentivi fiscali per le ristrutturazioni e per il risparmio energetico avranno prodotto investimenti per 19 miliardi di euro e garantito 189.088 posti di lavoro diretti e 283.638 occupati considerando anche l'indotto.

«Una cifra superiore a un punto percentuale di Pil, che rappresenta una boccata di ossigeno per un settore importante come l'edilizia, che dall'inizio della crisi ha perso oltre 500 mila addetti considerando l'indotto e ha visto chiudere 12 mila imprese», commenta Ermete Realacci, presidente della commissione Ambiente della Camera.

Tempistica ed entità dei bonus nel ddl di Stabilità

Riqualificazione energetica

  • Al 65% dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2014
  • Al 50% dal 1° gennaio 2015 al 31 dicembre 2015.

Per interventi su parti comuni di condomini

  • Al 65% dal 6 giugno 2013 al 30 giugno 2015
  • Al 50% dal 1° luglio 2015 al 30 giugno 2016.

Ristrutturazione

  • Al 50% dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2014
  • Al 40% dal 1° gennaio 2015 al 31 dicembre 2015

Interventi di miglioramento sismico

  • Al 65% fino al 31 dicembre 2014
  • Al 50% dal 1° gennaio 2015 al 31 dicembre 2015

Bonus mobili

  • Al 50% dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2014.

di Mariagrazia Barletta architetto

 

pubblicato in data: