Burundi, costruiti un acquedotto e 100 fontane

In due anni realizzati 27 Km di acquedotto e 100 fontane per 25mila persone

Cento fontane, ognuna con il suo nome ed un responsabile per la manutenzione e 27 chilometri di acquedotto. Ad attuare un piccolo miracolo nella regione di Masango, in Burundi, è l'azienda italiana di rubinetterie Fantini. Un progetto iniziato due anni fa ed appena concluso, realizzato anche grazie alla vendita della serie I Balocchi, una linea di rubinetteria pensata dai designer Davide Mercatali e Paolo Pedrizzetti.

A comunicare raggiungimento dell'obiettivo prefissato all'inizio del progetto è Daniela Fantini. Le cento fontane e l'acquedotto permettono di portare acqua pulita alla popolazione di Masango. I punti di raccolta dell'acqua, a una distanza massima di dieci minuti a piedi dalle case evitano ai bambini, addetti all'approvvigionamento, lunghi percorsi giornalieri su sentieri impervi e pericolosi.

In circa due anni, nonostante le notevoli difficoltà logistiche incontrate, la carenza di infrastrutture e le avverse condizioni metereologiche che hanno causato frane e allagamenti, rallentando i lavori, sono state realizzati: 12 sorgenti di acqua che captano acqua dalla roccia; 27 chilometri di acquedotto100 fontane attive ed altre 30 fontane in fase di ultimazione, grazie alla disponibilità di fondi. Le fontane portano acqua pulita a un'utenza di circa 25.000 persone e ciascuna ha oggi un numero, un nome e un responsabile della comunità di Masango, designato ad averne cura e ad occuparsi della sua manutenzione.

«Alla base del progetto - portare acqua pulita a chi non ce l'ha - c'è il nostro macro obiettivo» dichiara Daniela Fantini, «ossia, consentire ai bambini, finora i principali addetti all'approvvigionamento dell'acqua, di frequentare la scuola, primo atto per gettare le basi per un futuro migliore per gli abitanti di Masango. Per il prossimo futuro si apre un potenziale vasto scenario di possibili progetti da attuare per consolidare e implementare gli effetti positivi del progetto 100 Fontane: ci stiamo lavorando!».

L'obiettivo di costruire più delle 100 fontane inizialmente previste è stato raggiunto grazie all'entusiasmo e alla partecipazione di molte persone, in Italia ed all'estero. A contribuire sono stati anche la campagna di riedizione della collezione "I Balocchi", la  grande attenzione della stampa, e le donazioni generate dalla generosità di singoli.

«Al di là dei risultati raggiunti - conclude Daniela Fantini - 100 Fontane è stata un'avventura straordinaria dal punto di vista umano per tutti noi».

Il lancio dell'iniziativa, avvenuto durante un evento speciale in occasione di Cersaie 2012, era stato supportato dal video 100 Fontane Fantini for Africa, realizzato dal regista americano Justin Tipping. Il percorso, le sensazione vissute e l'attualità sono ora raccontati da un nuovo video, realizzato dal regista catalano Nilo Mur Zimmerma [www.youtube.com].

pubblicato in data: - ultimo aggiornamento: