Inarcassa: contributi minimi in sei rate anche nel 2017 (richiesta entro il 31 gennaio)

Anche per il 2017 si può optare per la rateizzazione bimestrale dei contributi minimi. Inarcassa dà la possibilità di scegliere di versare i contributi minimi (soggettivo, integrativo e maternità) in sei rate bimestrali di pari importo, con prima scadenza fissata al 28 febbraio.

up-to-date

Anche per il 2017 si può optare per la rateizzazione bimestrale dei contributi minimi da corrispondere ad Inarcassa. La Cassa di previdenza di architetti e ingegneri dà la possibilità di scegliere tra il versamento dei contributi minimi in due rate semestrali (con scadenza il 30 giugno e il 30 settembre) e la rateizzazione in sei quote bimestrali di pari importo, con il primo versamento da effettuare entro il 28 febbraio e l'ultimo entro il 31 dicembre 2017.

Chi intende usufruire della rateizzazione bimestrale dei contributi minimi, che includono il contributo soggettivo e quello integrativo e di maternità, deve comunicarlo entro il prossimo 31 gennaio, altrimenti si applica la regola attualmente vigente del versamento in due rate. La richiesta va inviata attraverso Inarcassa On line, aprendo dal menu la voce "agevolazioni". Tutti gli iscritti al momento della richiesta, possono optare per il pagamento in rate bimestrali e non ci sono interessi da pagare.

Le scadenze 2017 per chi aderisce al pagamento bimestrale

Per chi aderisce all'agevolazione, le sei rate di pari importo vanno corrisposte entro le seguenti scadenze:
1. 28 febbraio;
2. 30 aprile;
3. 30 giugno;
4. 31 agosto;
5. 31 ottobre
6. 31 dicembre

Il MAV viene messo a disposizione attraverso Inarcassa On line circa 30 giorni prima di ogni scadenza.«In caso di mancato o ritardato pagamento le sanzioni saranno calcolate per le prime tre rate a partire dal 30 giugno e per le ultime tre rate dal 31 dicembre».

Ancora non operativa su Inarcassa On Line l'altra agevolazione importante che riguarda la deroga all'obbligo della contribuzione minima soggettiva, che Inarcassa ha attivato lo scorso anno, fissando come scadenza per la richiesta di adesione il 31 maggio 2016. Ricordiamo che l'agevolazione consiste nella possibilità di versare il contributo soggettivo in percentuale al reddito professionale effettivamente prodotto.

pubblicato in data: