Nasce la prima Scuola del Patrimonio del Mibact (ad accesso gratuito): on line il bando per la selezione degli allievi

È in partenza il primo biennio della Scuola del Patrimonio del Ministero del Beni e delle attività culturali, dedicata alla formazione di soprintendenti, direttori dei musei e professionisti della cultura. Si tratta di un corso di perfezionamento biennale che ha l'obiettivo di «formare alle funzioni direttive profili dalle competenze tecnico scientifiche nel settore del patrimonio e delle attività culturali e del turismo».

L'accesso, che avviene tramite selezione per titoli e colloquio, è per 18 allievi. Il percorso di formazione è gratuito (non ci sono tasse di iscrizione da pagare) e a disposizione per i fuori sede (il corso si svolge a Roma) ci sono 12 borse di studio, ciascuna di importo pari a 14.700 euro annui lordi (la borsa è valida solo per il primo anno). 

Un percorso per l'acquisizione di competenze economiche e manageriali, storiche, giuridiche, amministrative, museologiche, ambientali e relative alla conservazione del territorio, e alla comunicazione, necessarie per accedere a funzioni direttive in ambito pubblico e dell'imprenditoria, nei settori del patrimonio e della attività culturali.

Due moduli e un anno di internship

Il corso, in italiano e inglese, si divide in tre moduli. Il primo, comune a tutti gli allievi, dura 8 mesi. Poi ci sono moduli specialistici della durata di 4 mesi e che riguardano diverse materie: tutela del patrimonio culturale, data management-archivi, basi di dati, data management-biblioteche, gestione e organizzazione di musei e poli museali, sviluppo territoriale e arte contemporanea, politiche del turismo. Infine un periodo di internship di 12 mesi presso strutture pubbliche o private operanti nel settore del patrimonio culturale o del turismo, come: soprintendenze, archivi, musei, istituti o uffici centrali del Mibact.

L'accesso è gratuito e per i fuori sede è prevista una borsa di 14.700 euro

Sono previste 12 borse annuali, erogate per il rimorso delle spese di trasferta degli allievi fuori sede. Ogni borsa è di 14.700 euro (lordi) ed è soggetta al versamento dei contributi Inps alla Gestione separata. Viene infine erogata solo per il primo anno di corso. 

Più in particolare, le 12 borse di studio sono riservate agli allievi residenti a più di 50 chilometri dalla sede della scuola. I chilometri vanno calcolati usando Google maps (per i dettagli si veda il bando alla pagina 7).

Requisiti di ammissione

Possono accedere al percorso biennale coloro che non abbiano superato il trentanovesimo anno di età e abbiano conseguito un diploma di scuola di specializzazione o abbiano ottenuto il titolo di dottore di ricerca, in università italiane o straniere, nelle materie attinenti al patrimonio e alle attività culturali e al turismo.

Scadenza per la partecipazione

Le domande di partecipazione alla selezione vanno compilate on line (pica.cineca.it/scuolabact/) entro e non oltre le ore 18 dell'8 marzo 2018.

INFO E BANDO:
scuolapatrimonio.beniculturali.it

pubblicato in data: