Concorso a cattedra 2018: al via le candidature. Il bando per abilitati pubblicato in Gazzetta ufficiale

È stato pubblicato, nella Gazzetta ufficiale "concorsi ed esami", il bando per la selezione dei futuri docenti delle scuole medie e superiori, con il quale si aprono ufficialmente le candidature per la partecipazione al concorso riservato agli abilitati. Dopo la pubblicazione del decreto che stabilisce le regole generali della selezione, pubblicato lo scorso 9 febbraio, il bando era l'ultimo tassello che mancava per dare il via al concorso.

L'istanza di partecipazione al concorso deve essere presentata a partire dalle ore 9,00 del 20 febbraio 2018 fino alle ore 23,59 del 22 marzo 2018. Ogni aspirante docente può concorrere per più classi di concorso, presentando un'unica domanda di partecipazione attraverso Polis, il sistema per l'invio di istanza on line del Miur.

I candidati devono essere in possesso del titolo di abilitazione all'insegnamento in una o più classi di concorso della scuola secondaria di primo o di secondo grado. Va ricordato che le classi di concorso sono state di recente modificate mediante un decreto ministeriale (Dm 259 del 2017) che è andato a modificare il Dpr 19 del 2016.

Domanda in un'unica regione

Nel caso in cui, per determinate classi di concorso, i candidati siano in numero esiguo, le procedure di selezione potranno essere aggregate su scala interregionale. Al di là di tale caso particolare, pena l'esclusione, i candidati possono presentare istanza di partecipazione in un'unica regione, e ciò vale anche se si decide di concorrere per più classi di concorso.

Nella domanda di partecipazione bisognerà anche indicare la lingua straniera, scelta tra il francese, l'inglese, lo spagnolo e il tedesco, la cui conoscenza sarà oggetto di valutazione durante la prova orale. Quest'ultima consiste in «una lezione simulata e nell'esplicitazione delle scelte didattiche e metodologiche in relazione ai contenuti disciplinari e al contesto scolastico indicati dalla commissione». 

Il diario delle prove

Il diario di svolgimento della prova orale con l'indicazione della sede di destinazione dei candidati è comunicato dagli Uffici scolastici regionali responsabili della procedura concorsuale almeno 20 giorni prima della data di svolgimento della prova a mezza di posta elettronica all'indirizzo indicato nella domanda di partecipazione.

Ciascuna commissione di valutazione, al primo insediamento, sorteggia la lettera dell'alfabeto dalla quale, considerando i cognomi dei candidati, si partirà per iniziare la prova orale. L'estrazione della lettera avverrà in seduta pubblica.

Le tracce delle prove orali sono predisposte da ciascuna commissione «secondo il programma e i contenuti di cui all'Allegato A al decreto ministeriale n. 95/2016» e secondo i criteri generali fissati nel bando. Le commissioni ne predispongono un numero pari a tre volte quello dei candidati ammessi alla prova. Ciascun candidato estrae la traccia su cui svolgere la prova, 24 ore prima dell'orario programmato per il proprio esame. Le tracce estratte saranno escluse dai successivi sorteggi.

Nessun punteggio minimo è stabilito per superare l'orale

Il concorso, organizzato su base regionale, consiste in una prova orale e in una successiva valutazione dei titoli ed è finalizzato alla formazione di una graduatoria, a cui hanno accesso tutti coloro che sostengono la prova orale (non è fissato un punteggio minimo per il superamento dell'orale). In base ai posti disponibili di anno in anno, gli aspiranti docenti inseriti in graduatoria accedono ad un percorso di durata annuale finalizzato «a verificare la padronanza degli standard professionali»

IL BANDO
Concorso per il reclutamento a tempo indeterminato di personale docente nella scuola secondaria di primo e secondo grado. (GU n.14 del 16-2-2018)

pubblicato in data: - ultimo aggiornamento: