Atelier sulla progettazione degli spazi educativi - atelier tra pedagogia e architettura

Reggio Emilia, 1 e 2 ottobre 2012

Il Centro Internazionale Loris Malaguzzi e Fondazione Architetti Reggio Emilia propongono un atelier di approfondimento sulla progettazione degli spazi educativi.

L'atelier vuole offrire una occasione di  conoscenza dell'architettura dei nidi e scuole di Reggio Emilia nata da una ricerca comune tra pedagogia e architettura, proponendo i contenuti formativi sui temi dell'architettura in un'ottica interdisciplinare. Aspetti ecologici, sociali, culturali, politici dell'educazione ambientale, dello spazio fisico e dell'importanza dell'organizzazione di spazi, materiali, arredi, bambini e adulti saranno parte del programma.

Un elemento caratterizzante della proposta è un'esperienza di comprensione e formazione, rimanendo per una intera mattina all'interno di un Nido o di una Scuola dell'infanzia, a osservare e annotare le complesse relazioni tra bambini, educatori e ambiente.

L'esperienza di osservazione e documentazione si completa con una open design session, cioè la discussione in diretta di alcuni temi progettuali, basati sui bisogni reali della struttura oggetto della visita, con l'obiettivo di scendere nel dettaglio dei temi e comprendere meglio, attraverso la discussione progettuale, le tematiche oggetto del seminario.

Discutere un progetto con gli utenti, anche se si tratta di una simulazione, è a volte il modo migliore di comprendere un tema progettuale.

L'atelier di formazione si rivolge primariamente a: architetti, geometri, ingegneri, designer di interni e esterni e avrà un massimo di 40 partecipanti.

Quota di partecipazione: Euro 400 + iva.

programma | modulo d'iscrizione

Appuntamento: 1 ottobre (ore 9:00-13:00 /15 -18:30) e 2 ottobre (9:00-12:30 /14:00-18:30) - Centro Internazionale Loris Malaguzzi, Reggio Emilia.
web: www.reggiochildren.it/2012/03/3482/progettare-spazi-educativi/

Per informazioni: Reggio Children - Paola Riccò
fax 0522 920414 | email paolaricco@reggiochildren.it

Con il patrocinio di: Consiglio Nazionale degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori e Federazione Architetti Emilia Romagna.


Le scuole d'infanzia e i nidi a Reggio Emilia

L'abitare un luogo bello e curato viene percepito dalla pedagogia dei Nidi e Scuole dell'infanzia di Reggio Emilia come condizione di benessere fisico e psicologico perciò come un diritto delle persone in generale e ancora più dei bambini, di tutti i bambini. La cura nel progettare gli ambienti e quella che si ha nell'abitarli deriva e corrisponde all'immagine di bambino (e di donna e uomo) che è alla base delle filosofia educativa alla quale si fa riferimento, ed occorre valutare quanto, nella quotidianità, un ambiente permetta o vieti, quanto possa sollecitare o censurare, quanto educhi gli sguardi, le esplorazioni, le sensibilità.

Lo spazio, gli arredi non semplicemente sfondo, ma importanti protagonisti: organizzare uno spazio significa organizzare una metafora della conoscenza, della nostra immagine, di come si conosce e si apprende. 

Il valore dell'interdisciplinarità è un elemento essenziale per cercare risposte nuove a nuove domande che il nostro tempo è chiamato a vivere; saperi e competenze diverse si arricchiscono nell'appartenere a un laboratorio di ricerca permanente, che ridefinisce con continuità i suoi obiettivi e per questo si mantiene vivo e interessante. Sono questi alcuni presupposti che hanno fatto evolvere nel tempo il lungo e permanente dialogo tra pedagogisti, insegnanti, architetti e designer e contribuito a una soffusa e sensibile cultura dell'abitare presente nei Nidi e Scuole dell'infanzia comunali reggiani.

Atelier sulla progettazione degli spazi educativi - atelier tra pedagogia e architettura

pubblicato in data: