Edilizia e appalti: le novità definitive sul Milleproroghe 2016

Proroghe antincendio per scuole ed alberghi. Per i requisiti nelle gare di progettazione si potrà continuare a far riferimento ai migliori 3 anni del quinquennio o ai migliori 5 anni del decennio precedente. Per i contratti sotto soglia vale ancora l'esclusione automatica delle offerte anomale. Sono solo alcuni dei rinvii contenuti nel testo.

up-to-date

Approda oggi [23.02.2016] in Aula al Senato il testo del Milleproroghe, il provvedimento che ogni anno allontana termini di legge in scadenza. Non c'è più tempo per apportare modifiche al testo (scade il 28 febbraio), e dunque per affrontare un'altra tornata alla Camera. I contenuti, quindi, sono definitivi.

Tra le novità alcune proroghe in campo antincendio per scuole ed alberghi. Inoltre, per dimostrare i requisiti nelle gare di progettazione si potrà continuare a far riferimento ai migliori 3 anni del quinquennio o ai migliori 5 anni del decennio precedente la pubblicazione del bando. 

Molti i differimenti per le scuole. Slitta, ad esempio, il termine per l'aggiudicazione provvisoria dei lavori straordinari di edilizia scolastica per i quali le regioni sono state autorizzate a stipulare mutui trentennali. Prorogata ancora una volta l'entrata in vigore degli obblighi relativi al sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (Sistri).

Milleproroghe 2016. I rinvi che interessano i progettisti

Requisiti negli appalti di servizi di architettura e di ingegneria (art. 7, comma 2)

Per la dimostrazione dei requisiti di capacità tecnico-professionale ed economico-finanziaria negli appalti di servizi di architettura e di ingegneria si continua a far riferimento ai migliori tre anni del quinquennio precedente o ai migliori cinque anni del decennio precedente la pubblicazione del bando di gara. Tale norma transitoria, inserita nel Codice degli appalti, ma inizialmente destinata a scadere nel 2010, è prorogata di 6 mesi rispetto all'ultimo differimento. Varrà, dunque, fino al 31 luglio 2016.

Esclusione automatica delle offerte anomale (art. 7 comma 2)

Viene prorogato dal 31 dicembre 2015 al 31 luglio 2016, il termine fino al quale le stazioni appaltanti possono far ricorso all'esclusione automatica delle offerte anomale nei contratti di lavori d'importo inferiore o pari a 1 milione di euro e di servizi e forniture d'importo inferiore o pari a 100.000 euro (contratti sotto la soglia comunitaria).

Anticipazione del prezzo in favore dell'appaltatore (art. 7, comma 1)

Per i contratti relativi a lavori la legge del «Fare» (legge 98/2013) aveva previsto la corresponsione in favore dell'appaltatore di un'anticipazione del prezzo pari al 10 per cento dell'importo contrattuale, introducendo una deroga ai divieti vigenti in materia di anticipazione del prezzo. Una norma transitoria che doveva applicarsi fino al 31 dicembre 2014. Con il Milleproroghe dello scorso anno l'anticipazione del prezzo è stata portata al 20 per cento e la validità della norma transitoria è slittata fino al 31 dicembre 2015. Ora, con il Milleproroghe 2016 la norma sull'anticipazione, nella misura del 20 per cento, resta in vigore fino 31 dicembre 2016.

Pubblicità in materia di appalti (art. 7 comma 7)

Ottiene una proroga l'entrata in vigore delle disposizioni introdotte dal decreto legge 66 del 2016 (art. 26) che prevedono l'abolizione dell'obbligo di pubblicazione di estratti di bandi e avvisi sui quotidiani in merito a contratti pubblici nei settori ordinari, sopra e sotto soglia comunitaria. L'entrata in vigore è spostata al 1° gennaio 2017.

Proroga per l'adeguamento antincendio delle scuole (art. 4, comma 2)

Viene prorogato il termine per l'adeguamento delle scuole alla normativa antincendio. Il decreto 104 del 2013 aveva previsto che il Ministero dell'Interno emanasse un provvedimento con i tempi di adeguamento per la messa a norma delle scuole. Il decreto non è stato ancora emanato ed adesso il Milleproroghe stabilisce che l'adeguamento delle scuole alle norme antincendio avvenga entro sei mesi dall'emanazione del decreto del Ministero dell'Interno e comunque non oltre il 31 dicembre 2016.

Altre proroghe per l'edilizia scolastica (art. 7, commi 8, 10 e 11)

Un'altra proroga riguarda il programma messo a punto dal decreto del Fare (DL 66/2013) per innalzare il livello di sicurezza degli edifici scolastici. Per i piani di messa in sicurezza, ristrutturazione e manutenzione straordinaria degli edifici scolastici statali che godono dei finanziamenti assegnati dal Miur e previsti dal decreto del 2013, slitta al 31 dicembre 2016 il termine per i pagamenti da parte degli enti locali.

Inoltre, è prorogato al 30 aprile 2016 il termine (fissato dall'art. 1, comma 165, della legge 107/2015), entro cui gli enti beneficiari dei finanziamenti previsti da alcuni programmi di edilizia scolastica devono provvedere alla trasmissione al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti delle aggiudicazioni provvisorie dei relativi lavori, pena la revoca dei finanziamenti.

Slitta anche il termine per l'aggiudicazione provvisoria dei lavori straordinari di edilizia scolastica per i quali le regioni sono state autorizzate a stipulare mutui trentennali (DL 104/2013). Tale termine è prorogato al 30 aprile 2016 nel caso in cui le gare per l'affidamento dei lavori, bandite entro il 29 febbraio 2016, siano andate deserte o prevedano l'affidamento congiunto dei lavori e della progettazione. Slitta invece al 15 ottobre 2016 per gli appalti di lavori pubblici sopra soglia, a condizione che i relativi bandi di gara siano pubblicati entro il 29 febbraio 2016.

Proroga per l'adeguamento degli hotel alle norme antincendio (art. 4 comma 2-bis)

Nella conversione del decreto in legge, e come è ormai consuetudine di ogni Milleproroghe, viene introdotto un differimento per l'adeguamento degli alberghi alla regola tecnica in materia di prevenzione incendi. Viene spostato al 31 dicembre 2016 il termine per l'adeguamento delle strutture turistico-ricettive con più di 25 posti letto, esistenti alla data di entrata in vigore della regola tecnica del 1994, e in possesso dei requisiti di accesso al piano straordinario biennale di adeguamento antincendio (DM 16 marzo 2012).

Formazione per installatori di rinnovabili (art.3 comma 2-quater)

Viene prorogata al 31 dicembre 2016 l'attivazione di corsi per installatori di impianti di energia rinnovabile da parte delle regioni e delle province autonome, le quali possono anche avviare il riconoscimento dei formatori, dandone comunicazione al Ministero dello Sviluppo Economico e al Ministero dell'Ambiente e della tutela del territorio e del mare.

Grande progetto Pompei (art. 5 comma 1-bis)

Viene allontanato di un anno (dal 1° gennaio 2016 al 1° gennaio 2017) il termine entro il quale il direttore generale del grande progetto Pompei e le relative competenze devono essere inglobate nella Soprintendenza speciale per i beni archeologici di Pompei, Ercolano e Stabia, che dal prossimo anno prenderà il nome di "Soprintendenza Pompei".

Proroga del SISTRI (art.. 8 comma 1)

Viene prorogata di un anno, ossia al 31 dicembre 2016, l'entrata in vigore degli obblighi relativi al sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti - SISTRI. Vengono inoltre dimezzate le sanzioni per la mancata iscrizione al SISTRI e anche il pagamento del contributo d'iscrizione subisce un abbattimento del 50 per cento. Tale riduzione ha validità fino al 31 dicembre 2016 e comunque non oltre il collaudo con esito positivo della piena operatività del nuovo sistema di tracciabilità individuato tramite procedure ad evidenza pubblica (bandite dalla Consip S.p.A. il 26 giugno 2015).

Rifiuti urbani e speciali (art. 8 comma 3)

Viene prorogata di due mesi, ossia fino al 29 febbraio 2016, il termine di entrata in vigore del divieto di smaltimento in discarica dei rifiuti (urbani e speciali) con potere calorifico inferiore superiore a 13.000 kJ/Kg.

Mariagrazia Barletta

pubblicato in data: