La stazione Clichy-Montfermeil di Miralles Tagliabue, simbolo di rinascita per il sobborgo parigino

La fermata della metro, frutto di un concorso internazionale, ambisce a rivitalizzare un'area per molto tempo rimasta abbandonata e lo fa ispirandosi ai colori dell'Africa.

notizie di architettura

È in corso lo sviluppo del progetto dello studio Miralles Tagliabue EMBT per la stazione Clichy-Montfermeil del Grand Paris Express, vincitore di un concorso internazionale bandito dalla Societé du Grand Paris e conclusosi con la vittoria del team di Benedetta Tagliabue a settembre 2014.

Un progetto che sarà in mostra a Parigi, partecipando all'esposizione «Les Passagers du Grand Paris Express», che si terrà dall'11 marzo al 22 maggio allo spazio Landowski (28, avenue André Morizet 92100 Boulogne-Billancourt).

La stazione firmata dallo studio di Barcellona, è parte della linea 16 del Grand Paris Express, un ambizioso progetto di modernizzazione della rete di trasporto che prevede la realizzazione di una metro automatica nell'area metropolitana di Parigi. All'interno del vasto progetto infrastrutturale, la stazione Clichy-Montfermeil assume un'importanza particolare perché rappresenta un intervento pubblico dal grande valore simbolico in una zona periferica abbandonata e dimenticata per molto tempo. Si tratta del sobborgo parigino interessato da violenti interventi che si verificarono tra ottobre e novembre 2015, quando edifici pubblici e auto furono bruciati.

In questo contesto la nuova stazione diventa simbolo di rinascita e di cambiamento. Il progetto prevede, infatti, non solo la stazione sotterranea, ma anche la creazione di una nuova piazza, che ambisce a diventare un nuovo polo all'interno di un quartiere rinnovato. Gli abitanti potranno raggiungere facilmente i più importanti luoghi della regione Île-de-France, così il nuovo collegamento innesca anche nuove prospettive di rinnovamento urbano e favorisce la creazione di una necessaria mixitè sociale.

«Il nostro approccio è alla ricerca della massima integrazione dell'accesso alla stazione della metropolitana con il contesto urbano», spiegano dallo studio Embt. «L'accesso - continuano - avviene attraverso un percorso lento con le scale che invitano le persone a uscire dalla stazione per partecipare alla vita della piazza».  

Una tettoia continua copre l'ingresso, il parcheggio delle biciclette e l'area dove si svolge il mercato settimanale, offrendo protezione anche a funzioni urbane.

«L'idea è dare una nuova identità a questo posto, guardando anche alle origini dei suoi abitanti. Vogliamo trasformare un luogo triste e abbandonato in una piazza viva e colorata, che ispiri gioia  e ottimismo. Questo è il motivo per cui abbiamo scelto di legare i motivi del pavimento, le forme e i colorii del tetto ai tessuti, alle decorazioni e ai colori dell'Africa».

I PASSEGGERI DELLA PIÙ GRANDE PARIS EXPRESS
la mostra sul futuro della metropolitana e dei suoi territori

PROGETTO | Clichy-Montfermeil Metro Station Competition

pubblicato in data: