Terremoto, resistenza alle azioni sismiche: Delrio firma il decreto con i valori minimi e massimi. Ecco il testo

Il ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio ha firmato il decreto contenente i valori minimi e massimi della capacità di resistenza degli immobili alle azioni sismiche, in base al quale i professionisti dovranno asseverare il raggiungimento del massimo livello di sicurezza conseguibile negli interventi di riparazione e ripristino.

up-to-date

Il ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio ha firmato il decreto contenente i valori minimi e massimi della capacità di resistenza degli immobili alle azioni sismiche, da rispettare per ottenere i contributi per la ricostruzione. Si tratta del provvedimento previsto dall'articolo 7 del decreto terremoto (decreto 189 del 2016 convertito nella legge 229 del 2016) con il quale vengono fissate le caratteristiche tecniche per la riparazione di immobili danneggiati dagli eventi sismici che hanno messo in ginocchio l'Italia centrale a partire dallo scorso 24 agosto.

Il decreto, messo a punto su proposta del Consiglio superiore dei lavori pubblici, è fondamentale per la ricostruzione, e, come previsto dal decreto terremoto, serve per definire il livello di sicurezza sismica da raggiungere negli interventi di riparazione o ricostruzione di immobili di edilizia privata ad uso abitativo e non abitativo, ad uso produttivo, commerciale e agricolo e per i servizi pubblici e privati, compresi gli edifici di culto, inseriti in aree 1, 2 e 3 di classificazione sismica.

Per approfondire:
Terremoto, elenco speciale dei professionisti abilitati: l'ordinanza di Errani già operativa
Terremoto: il ruolo dei professionisti nel ripristino delle attività produttive
• Il decreto Terremoto è legge, ecco come i professionisti partecipano alla ricostruzione
La legge terremoto in Gazzetta. Per le verifiche di agibilità professionisti ora ingaggiati dai privati
Terremoto: approvato il prezzario unico per la ricostruzione. Definiti i costi parametrici per le riparazioni

Sarà in base a tale decreto che il professionista dovrà asseverare il raggiungimento del livello massimo di sicurezza sismica conseguibile negli interventi di miglioramento o di adeguamento sismico. Condizione indispensabile per accedere ai contributi per la ricostruzione.

La capacità di resistenza (Rmin ed Rmax) è valutata come il rapporto tra l'azione sismica sopportabile dalla struttura e l'azione sismica che si utilizzerebbe nel progetto di una nuova costruzione per lo stato limite della salvaguardia della vita delle norme tecniche per le costruzioni di cui al testo unico Edilizia.

Mariagrazia Barletta

Resistenza alle azioni sismiche, decreto del Ministero delle Infrastrutture

 

pubblicato in data: