Verde accoglienza

Rispetto dell'ambiente e strutture pensate per potenziare l'attuale ingresso al Brooklyn Botanic Garden, che, oltre a comprendere più di 11.000 specie diverse di piante provenienti da tutto il mondo, è un'istituzione "profondamente impegnata nella didattica, nel sostegno alla comunità e nella ricerca scientifica" (bbg.org): lo schema di Marion Weiss e Michael Manfredi, reso pubblico nei giorni scorsi a New York (brooklyneagle.com), introduce attezzature e spazi per il primo contatto  con il complesso che ogni anno ospita più di 700.000 persone (bbg.org).  

Il nuovo centro visitatori fornirà all'esterno  un riferimento visivo forte, per marcare l'inizio del percorso attraverso i 21 ettari del Giardino, mentre all'interno si articolerà in modo da garantire il supporto più immediato (atrio con punto informativo), ma anche lo svago (sala per rinfreschi, bar e un negozio di giardinaggio). Rappresenterà, in altri termini, "un'interfaccia tra il giardino e la città, tra cultura e coltivazione", realizzando una "estensione del paesaggio, senza soluzione di continuità" (weissmanfredi.com).  

Le scelte progettuali sono improntate alla sostenibilità e dimostrano l'attenzione degli autori verso le tecniche con cui oggi è possibile impiegare gli elementi naturali come regolatori dell'impatto sull' ambiente. Nella costruzione del centro, che diventerà la "prima struttura 'verde' del Giardino, certificata dal Green Building Rating Council degli Stati Uniti attraverso il Sistema LEED (Leadership in Energy and Environmental Design)", saranno utilizzati materiali riciclati, riscaldamento geotermico e biofiltri "(...riempiti con piante acquatiche) in grado di migliorare la gestione delle acque piovane e alleviare il carico sul sistema fognario municipale" (brooklyneagle.com).

I lavori inizieranno quest'estate, per concludersi nel 2011 (bbg.org).

Immagini (da weissmanfredi.com)

Sito ufficiale del BBG (Brooklyn Botanic Garden)

Verde accoglienza

pubblicato in data: