Progettazione di interni

messaggio inserito martedì 27 novembre 2012 da Lene

Lene : [post n° 304154]

Progettazione di interni

Non mio spiego peer quale motivop nelle facoltà di architettura non ci insegnano ciò che faremo all'80% dei casi dopo la laurea. Parloo9 della progettazione di interni e ristrutturazione appartamenti. Appena laureata mi trovo in "difficoltà" perchè devo affrontare tematiche a me in gran parte nuove, e parlo della parte impiantistica che vuoi o n on vuoi condiziona pesantemewnte un progetto di ristrutturazione di un appartamento. E' una cosa assurda
kappesimo :
qualcosa mi dice che hai frequentato il politecnico di milano
Ante e Post :
...o qualsiasi altra università italiana....
Andrea quello :
Ho già affrontato la discussione nel post 303672 del 19-11-2012 ed hai pienamente ragione, ma nelle nostre facoltà si insegna solo la progettazione di edifici megagalattici che molto probabilmente non progetteremo mai.
Fortunatamente nel mio ultimo anno di studi (Lab. sintesi che è durato 1 anno accademico) avevamo come tema di progettazione la riqualificazione residenziale di un 'area comunale da realizzarsi con il metodo dell' housing sociale. Ti dirò, ho imparato più nozioni utili per la professione con quell'unico esame che con i restanti 4 esami di progettazione precedenti dove ci proponevano cose da archistar (mediateca, area congressuale-portuale,...).
Fin quando non cambierà questa mentalità italiana di voler formare a tutti i costi dei piccoli Renzo Piano o dei piccoli Fuksas (sapendo che vale la regola di Gianni Morandi 1 su 1000), tutti incontreranno le difficoltà che hai elencato....
Ily :
Andrea Quello

Ma hai studiato a Ferrara per caso? :D
Ily :
Che poi ricordo un mitico servizio del corriere della sera dell'anno di grazia 2008 in cui si raccontava con dovizia di particolari di come in molti edifici di archistar piova dentro :D
Andrea quello :
No, ho studiato alla Sapienza-Roma (Ludovico Quaroni). Università che mi ha dato gioie e dolori, ma facendo un consuntivo non posso lamentarmi, qualcosa ho imparato. Per quel che riguarda gli edifici costruiti da archistar è vero, si bada molto all'estetica e poco alla sostanza.....e mi viene subito in mente l'imitazione di Crozza-Fuffas......:D
Lene :
Ho studiato a Napoli, ma a quanto vedo la situazione è la stessa ovunque.
Sembra quasi lo facciano di proposito a farci usciire dalle università in ritardoi e impreparati.
Nozioni di cantieristica, direzione lavori, permessi a costruire, e compagnia bella, catasto, impiantistica, risparmo energetico, tematiche che negli studi vengono affrontate ogni giorno in uno studio di architettura sono stata costretta ad impararle da sola dopo aver studiato tanti anni e aver speso fior di quattrini.
Basti pensare che all'epoca avevo intenzione di laurearmi con una tesi sul risparmio energetico, e mi è stato sconsigliato perchè in seduta di laurea i professori tendono a valutare di meno una tesi tecnica sebbene sia cosi attuale.
Ily :
La mia tesi in restauro dei monumenti sugli intonaci decorati non ha ottenuto il massimo perchè poco progettuale: capirai, il progetto era solo il restauro di due intonaci...
Gino :
Bhe, se non erro 2 specchi uno di fronte all'altro ti fanno vedere un immagine riflessa all'infinito.....! Almeno così pare quando vado a casa di mia zia che ha 2 specchi in bagno e sembra che il riflesso non finisca mai....! Forse se metti una piastrella fra 2 specchi dovresti vedere il riflesso fino all'infinito.......!!!! Che cavolo ne so, con una buona fumata ci si riesce uguale;)
desnip :
I due estremi: o edifici megagalattici da archistar o alloggi minimi di edilizia economica e popolare.
Qaundo mi sono laureata avevo difficoltà a progettare un appartamento non dico grande, ma "normale"... ero abituata a ficcare gli arredi negli spazi minimi di quel che oggi si definisce housing sociale...
desnip :
per Gino: non so cosa cavolo c'entra il tuo post, ma 2 specchi uno di fronte all'altro sono una figata pazzesca!
Purtroppo non ce l'ho a casa, ma quando mi è capitato di trovarli da qualche parte (albergo, negozio...) è stupendo: so finalmente come sono "da dietro", vedo come vanno i capelli, verifico come va il vestito senza dovermi contorcere....:-)
Gino :
Ciao Scusami...
ho scritto nel post sbagliato...
volevo rispondere ad un post in cui si parlava di un fantomatico oggetto che messo a terra ti faceva vedere come veniva un pavimento finito.... una cosa del genere che francamente manco ricordo bene...
Pensavo dunque si trattasse di un gioco di specchi...
Perdonatemi l'intrusione!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.