AIUTOOOOOO!!!!!!!

messaggio inserito sabato 11 luglio 2009 da Mari

[post n° 204133]

AIUTOOOOOO!!!!!!!

c'è qualcuno che mi può aiutare????
Avrei bisogno di un prezioso consiglio...anche perchè mi si stanno confondendo un pò le idee:
1)dovendo chiudere una DIA per manutenzione straordinaria aperta nel 2007 per un appartamento in cui non è stato installato un impianto di riscaldamento, ma solo dei condizionatori a pompa di calore con sostituzione degli infissi (il tutto in Campania), devo redigere AQE da consegnare al Comune insieme alla dichiarazione di fine lavori?
2)Se si, solo al Comune va consegnato?
3)Se si, sono sufficienti i dispositivi di termoregolazione propri degli split o era necessario inserire un cronotermostato? (anche solo con split a pompa di calore e senza impianto di riscaldamento?)
3)Stesso quesito per un altro appartamento in cui la DIA è stata aperta nel 2008, sempre in Campania, per manutenzione straordinaria ma con installazione di impianto di riscaldamento con duplice alimentazione: centralizzata ed autonoma, il tutto con parziale sostituzione degli infissi.
Vi prego fatemi capire...
:
Forse questa può esserti d'aiuto.
www.anit.it/pdf/normativa/nazionali/DPR59_sintesiANIT.pdf

Peò in questo caso l'aqe ti servirebbe anche per le Detrazioni del 55%.
:
si...l'ho già studiata attentamente ed i miei casi ricadono (almeno temporalmente) nell'osservanza al D.Lgs. 311... ma non riesco a capire se avendo nel primo appartamento solo condizionatori devo comunque fare AQE...(cosa scrivere alla voce impianto di riscaldamento dell'Allegato A?). Nel secondo appartamento mi trovo in un caso non previsto: impianto di riscaldamento con duplice alimentazione????
Sono in confusione...AIUTOOOOOO
:
Caso1
gli split fanno solo freddo o anche caldo? Ovvero sono lo gruppi refriceratori o Pompe di Calore con ciclo anche inverso?
Se fanno solo freddo, non si fa AQE pechè nn sussiste il sistema edificio impianto per l'assenza dell'impianto di riscaldameno.
Se fa anche caldo l'impianto è una poma di calore.

Caso 2
Proprio non so.. hai qualche altro dettaglio?
:
Grazie Inermes per la tua attenzione... ti spiego meglio: nel primo appartamento gli split sono a pompa di calore...dunque deduco che questi sono considerati a tutti gli effetti come un tradizionale impianto di riscaldamento (volendo producono calore...ma dal mio punto di vista la cosa è alquanto impropria, e non sono neanche ubicati in tutti i vani dell'appartamento...In questo appartamento, essendo l'edificio in muratura portante in mattoni di tufo, si hanno d'inverno una temperatura ed un grado d'umidità del tutto confortevoli e non occorreva prevedere un impianto tradizionale di riscaldamento).
Dunque secondo te, nell'Allegato A devo inserire alla voce impianto di riscaldamento, l'impianto a split?
Caso 2: suppongo che, avendo predisposto l'impianto di riscaldamento per una duplice alimentazione (ovvero quando verrà dismessa per eccessivi oneri di manutenzione la caldaia condominiale, l'impianto realizzato nell'appartamento è già in grado di funzionare con propria caldaia), devo comunque fare AQE ponendomi nel caso di ristrutturazione di impianto esistente? E' corretto secondo te?
Infine, altro quesito generico: se si cambiano solo gli infissi in un appartamento si fà sempre AQE?
Se si, in quale caso mi trovo rispetto all'art. 3 del D.Lgs 192 e 311? Lettera c) punto 1)?
Grazie ancora...
:
mari, io non ho molta esperienza! E soprattutto, avendo fatto un corso CENED, rischio di confondere con la normativa Lombarda!!! Quindi verifica quello che ti dico. Nell normativa Lombarda L'IMPIANTO può essere costituito anche da più elementi, quali split o termo camini. Però devo avere una potenza complessia di almeno 15KW. Non so se questo è anche un criterio nazionale!!!

Inoltre il tuo dubbio sull'obbligo di AQE è relativo solo alla pratica in comne? Molti comuni non lo chiedeno neanche...

Però sarebbe opportuna per le detrazioni? Approfitta delle agevolazioni.
:
Ho dato una lettura alla normativa e alle sintesi ANIT che ti ho segnalato.
In caso di ristrutturazione parziale devi ottemperare ad una serie di obblighi specifici. Tipo Ufinestra < U limite di legge per le finestre. Non devi verificare che l'EPi < Epi legge. Quindi se non devi calcolare Ep, niente certificazione.
Ti ripeto che questo solo leggento i riferimenti di legge. Non ho esperienza diretta su questo.
:
Grazie Inermes..le tue informazioni sono state comunque preziose...Verificherò il discorso sulla potenza max. degli split, perchè se il limite è di 15 KW per tutto il territorio nazionale, allora sono abbondamente al di sotto.
Buon lavoro!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.