Partita IVA in regime dei minimi

messaggio inserito giovedì 25 giugno 2009 da ALE

[post n° 202313]

Partita IVA in regime dei minimi

Sono una giove architetta.
Vorrei sapere cosa comporta l'apertura della partita iva in regineme dei minimi, spese, obblighi, ecc.
Guadagno 600 euro lordi al mese per un part time e vorrei anche sapere se mi conviene aprirla o meno, dato che ho ricevuto la richiesta dal mio datore di lavoro.
Grazie a tutti
:
Col regime dei minimi hai il 20% di tasse (all inclusive), poi hai inarcassa (per i primi 3 anni 5%), totale 25% da detrarre al tuo introito lordo, quindi su 600 te ne restano 450. Il vantaggio è che non hai obblighi di contabilità e commercialista, solo denuncia dei redditi a fine anno.
Fai te....!
:
...dimenticavo, forse ti conviene il regime agevolato per le nuove attività, devi fatturare con iva (quindi 600+iva) e dai 600 paghi il 10% +5% incarcassa, quindi totale 15% di "tasse", te ne restano 510 netti tutti i mesi. (anche in questo caso non hai obblighi di contabilità).
Ciao
:
Scusa, ma inarcassa la paghi solo se sei iscritta all'Albo. In mancanza di Inarcassa hai l'Inps, che però non so come funziona nel regime dei minimi... SORRY
:
ti ocnviene parlare con un commercialista che ti saprà consigliare anche sulla base delle spese che hai e che puoi eventualmente dedurre.
ad esempio, fino a dicembre sono stata in agevolata e ci ho smenato parecchio, al punto che a quest'ultima dichiarazione dei redditi la mia comm mi ha fatto a regime ordinario facendomi risparmiare ben 400 euro rispetto alla dichiarazione fatta in agevolata...
da gennaio sono nei minimi e a me personalmente conviene decisamente di più rispetto all'agevolata
:
con inps per il regime dei minimi è circa il 17.5%, io devo fare gestione separata perchè sono dipendente...
:
www.inps.it/Doc/TuttoInps/Contributi/Il_contributo_per_la_Gestione_s…

Mi pare di leggere 24,72%, di cui il 4% lo metti come rivalsa al datore di lavoro. Quindi tu ti paghi un bel 20,72%.
:
Ciao Ale, io ti consiglio invece il regime agevolato art.13 L.388 almeno oltre le 600 hai il 20% di iva che poi dovrai restituire allo Stato entro il 16.03.10 e così ti scarichi interamente l'iva sugli acquisti altrimenti con il regime dei minimi ti si trasforma in costo e in soldoni vuol dire che te ne scarichi solo 1/5.
Per quanto riguarda la parte contributiva meglio avere p.i. e quindi Inarcassa anzichè essere dipendente ed avere l'obbligo Inps gestione separata che ha ormai superato il 24% ed aumenta ogni anno!!!
Sperando di essere stata chiara pur avendo poco spazio in quanto non è come se ti parlassi a voce, ti saluto
email
:
Grazie a tutti per le informazioni,ma vedendo come stanno le cose non credo che aprirò la partita Iva mi pare che ci vado solo a rimettere.
Tra le altre cose tra le varie informazioni, mi è giunta voce che il primo anno devo versare le tasse( 20% ) due volte dato che lo stato le vuole in anticipo, quindi devo versale quello dell'anno corrente più quello dell'anno successivo.
Grazie e ciao se avete altre info sono sempre ben accette
:
non devi versare le tasse due volte, oltre alle tasse dovute per l'anno passato tu versi un anticipo di conguaglio su quelle dell'anno in corso
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.