aiuto colleghi

messaggio inserito giovedì 25 febbraio 2010 da Manu

Manu : [post n° 224818]

aiuto colleghi

cari colleghi oggi ho mandato via le raccomandate per la dimissione da direttore dei lavori. il cantiere in questione si è svolto in completa anarchia da parte dei proprietari che hanno fatto fare tutto ciò che volevano infischiandosene dei progetti presentati! Ora i proprietarì si stanno muovendo legalmenre per non pagare la ditta..dopo un anno che usufruiscono dei lavori, con l'accusa che sono stati mal eseguiti i lavori.
la mia domanda a voi colleghi è : visto le mie dimissioni verrò ad essere accusata anch'io??
qualcuno mi da delle rassicurazioni in merito'!!!
Paolo :
Io le ho fatte pure una volta. Ti consiglio, se non lo hai già fatto, di integrare alle dimissioni al Comune o agli altri enti preposti, una "Relazione sullo stato dei lavori" e relative fotografie.
I lavori che saranno descritti in questa relazione, dovrebbero essere quelli conformi al progetto, cioè quelli che sono in regola fino a quando li hai seguiti tu. Tutto quello che è stato fatto da quel momento in poi sarà considerato abusivo.
Se non mandi questa Relazione al Comune, tutto quello che è abusivo è imputabile a te come DL, sia che si tratti di piccole o grandi difformità. Con una relazione e delle foto descrittive dello stato di fatto al momento delle tue dimissioni invece metti un punto fermo alle tue responsabilità. Ciao
Manu :
bel problema..perchè loro facevano fare le cose come volevano! Dopo che io davo indicazione al fabbro tornavo due giorni dopo e il fabbro realizzava le cose come le volevano loro...ecco perchè io non posso dare il fine lavori perchè non sono come ho detto io!
Non so che fare...se i clienti si fanno fare i lavori come vogliono, con la minaccia che sono loro a pagare ed è loro la casa, noi architetti come possiamo imporci?
Paolo :
L'unico modo per avere ragione è dare le dimissioni.
Io le ho indirizzate a Impresa esecutrice, proprietario, Comune, Genio civile, collaudatore.
La conseguenza è stata che il Comune e il G. Civile hanno inviato al proprietario la comunicazione di immediata interruzione dei lavori, fino a quando questo non comunicasse con nuova lettera di incarico il nuovo DL.
Ti posso assicurare che solo dopo le mie dimissioni e l'interruzione dei lavori il proprietario si è reso conto dell'importanza che ha il DL.
A lui sembrava che il DL andava in cantiere solo per perdere tempo e per controllare a come spendesse i suoi soldi, non capendo che invece è una sua tutela nel rapporto con l'impresa.
Ora si ritrova con il cantiere fermo, e va in giro per studi tecnici a concordare il prezzo con un nuovo professionista per riprendere i lavori e finire la DL.
Naturalmente ora il prezzo è più alto, perchè un professionista che subentra a una DL deve sincerarsi delle opere realizzate, e se queste non lo convincono desisterà dal suo incarico o farà rimuovere gli abusi.
Ora posso dire di essermi fatto rispettare come professionista.Ciao e in bocca al lupo
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.