Conflitto d'interesse...

messaggio inserito giovedì 22 aprile 2010 da Gianni

Gianni : [post n° 229840]

Conflitto d'interesse...

Ciao a tutti.
E' da un periodo di tempo che non faccio altro a che pensare...nel mio comune (dove vivo e lavoro) ci sono stati lavori pubblici e privati assegnati sempre alle stesse persone, l'ing. capo dell'ufficio tecnico e il geom. dell'ufficio urbanistica!!
Che schifo, camminando per la città vedo cartelloni di inizio lavori di piazze, strade, rotatorie, edifici ecc. con sempre le stesse diciture...responsabile del progetto: ing. A.C. (ing. capo ufficio tecnico), direttore lavori: geom. R.M. (geom. ufficio urbanistica), progetto: geom. R.M. (geom. ufficio urbanistica), ecc...e così via...ed il conflitto d'interessi dov'è????
Non ce la faccio più!!!!ed io a farmi la schiena in 4 per beccarmi qualche lavoretto!!!
Quale legge regolamenta ciò? vorrei fare qualche cosa per risolvere ciò, una denuncia o altro...magari a "striscia la notizia" (e so cmq che non si risolve nulla, son 10 anni che andiamo avanti così)
Vi prego aiutatemi, ditemi cosa posso fare e le leggi di riferimento.

Grazie a tutti
dna :
non c'è nessun conflitto di interesse se si tratta di opere pubbliche, la legge sui lavori pubblici favorisce l'uso di tecnici interni alle P.A., che dovrebbero usarli in via preferenziale. la progettazione interna, poi nel complesso dell'opera pubblica, costa meno, che la progettazione affidata a tecnici esterni (scelti come poi..).
altro discorso è per l'opera privata, che non può essere progetata da un tecnico assuno presso il comune in cui lavora.
Lisa :
Confermo quanto dice dna.
Ci sono solo due casi su cui puoi rivalerti:
1. quando vedi che certi incarichi (che solitamente spettano ad un tecnico laureato) vengono affidati per negligenza ad un geometra del comune... ma la legge sulle competenze sta modificandosi di continuo, quindi non riesco ad essere molto precisa.
2. quando, non potendo espletare un tecnico interno alla PA un determinato incarico (cosa richiesta per legge, come ha detto dna), questo lavoro viene affidato ad un esterno con requisiti inferiori ai tecnici della PA. Per esempio, se in un comune c'è un ingegnere (o un architetto) abilitato a fare un certo lavoro, in linea di massima, non possono affidarlo ad un geometra.

Ti può sembrare strano, ma se pensi che a pagare sei tu (con le tue tasse), forse puoi anche trovare ragionevole che i lavori vengano fatti preferibilmente in economia...
Gianni :
OK...QUINDI, NON POSSO FAR NULLA???
dna :
no, in realtà come dice Lisa, dovresti essere contento, perchè il comune così risparmia soldi.
un'ultima cosa ci sarebbe.. il fatto che il progettista ufficiale sia il tecnico comunale, non significa che sia stato lui a rediger il progetto.
molti comuni aggirano l'affidamento dell'incarico, con il giochetto di chiedere una semplice consulenza a tecnici esterni, che in realtà fanno tutto o la maggior parte del progetto, per poi far firmare ai tecnici interni. sulle carte è tutto legale, finchè c'è un'amministraione seria, che fa girare i consulenti, e ottiene un vero risparmio, è anche ben accetta la pratica, come sempre quando scattano meccanismi di interesse personale, il tutto scade dello scorretto.
desnip :
quoto quanto detto dai colleghi.
Anzi dovrebbe essere normalissimo che i lavori pubblici vengano affidati agli uffici interni (altrimenti che ci stanno a fare?).
Lo scandalo è quando li affidano all'esterno, per COME li affidano e a CHI li affidano...
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.