SANATORIA ABUSO - ONERI

messaggio inserito martedì 6 dicembre 2011 da simo

[post n° 278067]

SANATORIA ABUSO - ONERI

Buongiorno a tutti,
volevo chiedere una vostra opinione circa questa situazione da"sanare": un mio cliente ha recuperato abusivamente il piano terreno di un rustico a pertinenza della sua abitazione creando locali di sgombero. Il rustico, in passato adibito a stalla e fienile, non è mai stato accatastato al NCEU (non esitono planimetrie catastali, catastalmente è segnato in mappa terreni come fabbricato rurale), pertanto il tecnico comunale mi ha chiesto di predisporre un permesso in sanatoria con pagamento di oneri di urbanizzazione+costo di costruzione (senza riduzione di 1/3 per ristrutturazioni)+standard urbanistici, il tutto X 2 trattandosi di sanatoria! Il cliente verrebbe a pagare una cifra esorbitante...Sto cercando di capire se posso far riferimento a qualche legge per ridurre inparte gli oneri...ma sinceramente non riesco a trovare nulla a cui appellarmi...vi è mai capitato un caso simile??GRAZIE
:
Sempre: la legge prevede che per sanare gli abusi si debba pagare il doppio degli oneri concessori.
Tranne per quei piccoli abusi non quantificabili, tipo apertura di un vano, per i quali si paga una sanzione fissa.
:
Grazie Desnip,
mi chiedevo se però fosse legittimo da parte del Comune considerare la trasformazione da ex stalla a locale di sgombero alla stregua di una nuova costruzione a tutti gli effetti...cioè, ok per oneri di urbanizza. e costo di costr. x 2, ma dover monetizzare anche gli standard (i 18 mq x abitante per piccoli comuni) come se si aumentasse il carico insediativo mi pareva eccessivo...in fondo sono locali di sgombero pertinenziali all'abitazione, non è stata creata una nuova unità immobiliare...Probabilmente la mia è una considerazione non supportata da alcun riferimento legislativo...:-(
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.